Giulianova (Te) Abruzzo - Italy - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

L’apparizione della Vergine: La leggenda narra che, il 22 aprile del 1557 un contadino di nome Bertolino, vide una luce abbagliante mentre si riposava sotto una pianta di ulivo. Al centro di quella grande luce c’era la Vergine sorridente che lo incaricava di riportare alla comunità la sua volontà di far ergere in quel luogo un Santuario. Bertolino non fu creduto, venne deriso, scacciato, apostrofato fino a dubitare egli stesso di quanto aveva visto o creduto di vedere. Una nuova apparizione lo rincuorò e, ancora una volta, si recò dal Governatore per avanzare la richiesta della Vergine. Quest’ultimo, preso da un moto d’ira per l’insistenza, ordinò ad un servitore di picchiarlo brutalmente, ma la Vergine lo paralizzò e lo rese muto. Tra lo stupore e lo sgomento per l’accaduto il Governatore si recò, insieme ai presenti, sul luogo indicato da Bertolino e lì i fedeli videro distintamente la Vergine splendente. Alla base dell’ulivo sgorgò anche una fonte di acqua pura, ancor oggi esistente ed il primo ad essere miracolato da quelle acque fu proprio il servitore che aveva malmenato Bertolino che riacquistò l’uso del corpo e della parola. Ancora oggi chi si bagna con l’acqua della sorgente è benedetto dalla Madonna dello Splendore. La fonte miracolosa: Opere di ristrutturazione hanno consentito il ripristino dell'antico "bagno" dove il terminale dell'acqua è stato convogliato in sei cannelle dalle quali i fedeli possono attingere l'acqua della fonte miracolosa. Un bassorilievo in marmo rappresenta l’acqua come simbolo di vita con la riproduzione di una processione di fedeli lungo il fiume Giordano che culmina con il battesimo di Gesù. Un mosaico policromo situato sopra le vasche raffigura il miracolo di Naaman guarito dalla lebbra bagnandosi nel fiume Giordano. Un altro mosaico, invece, riproduce una processione di ammalati con il pio Bertolino in ginocchio. La pavimentazione del locale, in marmi policromi, rappresenta una croce nella quale si intersecano lettere greche che significano "luce" e "vita"; mentre dalla croce partono dodici raggi inframmezzati da dodici stelle, le stelle che incoronano la Vergine Maria. L'acqua, che esce a getto continuo, dalle vasche di raccolta cade in una piccola piscina ricoperta di mosaici, nella quale ci si può facilmente immergere. Nel punto di caduta dell'acqua è stata ripristinata un'antica nicchia nella quale è stata collocata, su un fondo di foglie d'ulivo che scendono sino alla base della piscina, un'incantevole scultura in bronzo dorato della Vergine Maria che stringe fra le braccia il Bambino proteso verso l'acqua. All'esterno, un porticato in travertino sullo sfondo del quale è stato eseguito un altro grande mosaico: Gesù che sana il cieco alla fontana di Siloe. Di fronte, a grandezza naturale, una statua in bronzo di San Francesco con le braccia alzate per glorificare in eterno il Creatore. Ai suoi lati due sculture bronzee rappresentano angeli che invitano alla preghiera e al silenzio. In una piazzola affacciata sul mare Adriatico, spicca una statua in bronzo dell'Arcangelo Michele con elmo, corazza e spada fiammeggiante che, schiacciando con il piede sinistro la testa di Satana, ricorda la particolare intercessione della Madonna dello Splendore in favore degli indemoniati.

                                 


 
VALORIZZA IL PATRIMONNIO CULTURALE DELLA NOSTRA CITTA'... DONA IL TUO 5X100 ALL'ASSOCIAZIONE CULTURALE "GAETANO BRAGA" ONLUS DI GIULIANOVA

Gli ingredienti sono quelli classici dell’Abruzzo più bello: spiagge tranquille, immensa e pulita sabbia, dolci colline immerse in verde ecologico  che offrono una panoramica su un mare dai mille colori. Su una di queste colline e sul suo declivio è situata Giulianova Paese con la sua allegria, con i suoi musei,  monumenti, pinacoteche, chiese e santuari, il suo verde e il suo mare.  
Giulianova
 Spiaggia nota, come "spiaggia d'oro del medio Adriatico", oltre a sottolineare ciò che della Città è giustamente noto, permette al turista e al residente, di scoprire molte prospettive ancora poco conosciute.
 una terra tutta da scoprire e... tutta da gustare


"Contrasti"
Alfredo Celli/Carmine Galiè
 
dal 20 al 30 aprile 2017
Giulianova, Corso Garibaldi 30
Opening: giovedì 20 aprile ore 18.00

 
RespirArt è lieta di presentare Contrasti, mostra d'arte di due artisti abruzzesi a confronto: Alfredo Celli e Carmine Galiè. L'inaugurazione si terrà giovedì 20 aprile dalle ore 18.00 a Giulianova in Corso Garibaldi 30, con l'intervento del critico d'arte Massimo Pasqualone.
Contrasti mette in parallelo due identità con stili e linguaggi differenti ma accomunati da una poetica visiva contemporanea. Nella mostra proposta, materia ed energia si incontrano nel rapporto tra informale materico e gestualità surreale.

   
Alfredo Celli                                                                           Carmine Galiè

Alfredo Celli, nei suoi ultimi lavori, riscopre l'anima segreta delle cose e delle immagini e lo fa tramite elaborazioni in legno, tagliato e curvato, dove si prospettano scansioni, ritmi, cadenze, variazioni e mutamenti della purezza dell'animo, tutto attraverso una programmazione minimalista.
 
Carmine Galiè predilige la dimensione onirica a quella virtuale. Le sue opere più recenti, di carattere informale, esprimono il suo genio creativo attraverso un’esplosione di colori che suscitano nello spettatore sensazioni profonde ed inquietanti.
 
SCHEDA INFORMATIVA
Mostra: "CONTRASTI - Alfredo Celli / Carmine Galiè"
Luogo: RespirArt Gallery – Corso Garibaldi 30, Giulianova (TE)
Inaugurazione: giovedì 20 aprile - ore 18,00
Durata mostra: dal 20 al 30 aprile 2017
Orari mostra: dal martedì al sabato 16,00 - 20,00 e su appuntamento
Informazioni: tel 085 2196725 - mob. 327 5467842 (Jessica Montebello) - mail: respirart.gallery@libero.it
pagina Facebook: RespirArt Giulianova

NOTE SUGLI ARTISTI
Alfredo Celli
Maturità d’Arte Applicata, Laurea in Architettura. Nei primi lavori ad olio è orientato verso un figurativo molto essenziale, per passare dopo alcuni anni a schemi geometrici astratti che col tempo danno sempre più spazio ad una maggiore corposità, fino ad arrivare al “materico informale”.
Nelle opere più recenti di Alfredo Celli la costruzione della struttura lignea cerca di evadere dall’opera a volte allungandosi verso un’osservazione scrupolosa, a volte torcendosi quasi volesse rientrare nell’opera stessa.
Il rigoroso processo di costruzione, trapassato dalla luce che filtra attraverso la composizione di piani sovrapposti, genera la possibilità di unificare pittura e scultura.
La formidabile tensione scaturisce dal contrasto di due opposti elementi: da una parte l'ordine, il rigore compositivo che governa l'opera e dall'altra l'energia espressiva, con le sue cicatrici e gli avvallamenti e tutte le tracce delle varie vicissitudini. Una sorta di afflizione che riflette metaforicamente la dura condizione esistenziale dell'uomo di oggi.
Alcune partecipazioni degli ultimi anni:
2011 - “54^ Biennale di Venezia” Padiglione Italia, Viterbo  • 2010 e 2013 - “Premio Vasto” • 2012 - “Il Metaformismo”, Palazzo delle Gran Guardia, Verona • 2012 - “Contropiani Mediterranei”, Fortino Sant’Antonio Abate, Bari • 2013 - “Icone dell’Invisibile”, Galleria Marchetti, Roma • 2013 e 2014 - Rassegna d’Arte “G.B. Salvi”, Sassoferrato • 2014 - “Il Metaformismo”, Palazzo Isimbardi, Milano • 2015 - “Volumi oltre la superficie”, Villa De Sanctis, Roma • 2016 - “Spaziabile”, Galleria ContemporaneaMente Arte, Civitanova Marche (MC) • 2016  - “Atomosfera.7” Aurum, Pescara 2016 • 2016 - “Tendenze” Fortezza Orsini, Sorano (GR) • 2016 - “Con-Temporanea-Mente”, Castello Orsini, Avezzano (AQ) • 2016 - “AZ Contemporary Art 4° Edizione As-Tratto” Palazzo Torlonia, Avezzano (AQ) • 2012, 2014 e 2016 - “Premio Sulmona” • 2016 - “PescarArt 2016”, Pescara • 2017 - “Oltre lo sguardo” MACTE - Museo d’Arte Contemporanea, Termoli (CB).
______
Carmine Galiè
Laureato in Medicina e Chirurgia, inizia l’attività artistica giovanissimo.
Il suo cammino artistico discreto ma ricercato, dopo gli avvii di carattere figurativo, culminano nell'informale, con un atto di pura pittura che si esprime nelle alchimie cromatiche e che segna nella variegatura cadenze e moti diversi, divenendo espressione di una energia tendente ad un suo spazio vasto.
La dimensione di Galiè è quella onirica, costantemente sospesa tra sogno e realtà, con una pittura fortemente dinamica che nasce da un io sensibile, muovendosi tra le metamorfosi dell’anima, con colori forti, ricca di mistero e quasi insondabile in alcune sue manifestazioni.
Alcune partecipazioni degli ultimi anni:
2014 - Mostra Collettiva "I colori dell'anima" a cura di Massimo Pasqualone - Galleria 20, Torino 2014 - Mostra collettiva “Oltre lo sguardo visioni e previsioni oniriche” - Museo Ugo Guidi (Forte dei Marmi, LU) 2015 - “Il Cantico delle Creature” da Castel di Sangro ad Assisi 2015 - Mostra “Il silenzio della anime” a cura di Massimo Pasqualone - Mediamuseum, Pescara 2015 - Mostra collettiva “Premio Internazionale di pittura Montepagano" - Roseto degli Abruzzi (TE) •2015 e 2016 - Mostre personali "Tra sogno e realtà" a cura di Massimo Pasqualone: Francavilla al Mare (CH); Fortezza di Civitella del Tronto (TE); Galleria d'arte Frammenti - Monteverde Vecchio (RM); Galleria Barrocci - Urbino (PS); Forte dei Marmi (LU) • 2016 -  Mostre collettive "Per una poetica del varco: tre visioni": Villa filiani - Pineto (TE); Fortezza di Civitella (TE); Ex Convento Scuole Pie - Brindisi 2016 - "43° Premio Sulmona" 2017 - Mostre personali "La seconda navigazione" a cura di Massimo Pasqualone: Giubbe Rosse - Firenze; Satura Art Gallery - Genova.
Viaggio fotografico per Giulianova Lido
Viaggio fotografico per Giulianova Alta

Fare due passi per visitare laboratori artigianali e dedicarsi allo shopping può rientrare nei programmi di un pomeriggio diverso. In Abruzzo esiste un artigianato tra i più ricchi d’Italia, espressione genuina del sentimento artistico-popolare integrato da sempre alla vita degli abruzzesi. Giulianova turistica. Ammirevole e splendente città di mare, si estende lungo la fascia costiera per circa 5 km e ogni anno risorge tra il Tordino e il Salinello sempre più energica e scintillante per accogliere con ancora più onore e impegno i tantissimi turisti che visitano Giulianova e il suo territorio.
Venirci a trovare è davvero semplice. Giulianova è nel bel mezzo d’Italia, a Nord di un Abruzzo costiero dalle innumerevoli risorse turistiche e ambientali. Giulianova si raggiunge via Autostrada A14 - uscita Giulianova, oppure in treno con la stazione ferroviaria, o ancora in aereo atterrando nel moderno Aeroporto d’Abruzzo di Pescara, Giulianova è distante appena 50 km.

Tutti i vostri desideri saranno esauditi: amate la spiaggia? Un’immensa e pulita spiaggia, costituita da sabbia finissima colore oro, vi attende con stabilimenti balneari ed esercizi pubblici pieni di vita. La sabbia vi accompagna quando scendete in acqua, e così i servizi di vigilanza sulle torrette. Il bagnino ed il suo ombrellone sono il punto di riferimento per fare amicizia. C’è spazio per tutti: per camminare, correre, divertirsi, abbronzarsi. In mare le occasioni aumentano: nuoto, pedaloni, pattini, windsurf, vela, gite in motoscafo e pesca d’altura.

Volete la vita, il movimento? Ecco le vie piene di vita con i loro negozi dove fare gli acquisti, animate gelaterie, caffé e pizzerie sempre affollatissimi, per chi ama la vita notturna sono a disposizione moderne discoteche, molti hotel e villaggi turistici hanno le loro, e un po' ovunque sorgono locali caratteristici, nights, spettacoli piacevoli e manifestazioni organizzati dall’Amministrazione comunale di Giulianova.

Volete gustare la cucina tradizionale? Giulianova vi offre accoglienti ristoranti con specialità di carne e di pesce, con il famoso “brodetto alla giuliese”.  Vi piace praticare lo sport? Giulianova vi offre attrezzature per tutti i gusti: piscine, campi da tennis, fitness, minigolf, pesca subacquea, bocce, pallacanestro, pallavolo, calcetto, footing, sci nautico, e una splendida pista ciclabile che collega i comuni limitrofi. Preferite una vacanza culturale? Un viaggio gastronomico? Giulianova vi offre anche viaggi organizzati per visitare il teramano e non solo.

 

Dormine nell'aquilano


Dormire nel chietino


Dormire nel pescarese


Dormire nel teramano


Guida turistica

Sceglere l'Abruzzo


I Parchi d'Abruzzo

Il mare in Abruzzo

Sciare in Abruzzo


Fare fondo in Abruzzo

Sapori in Abruzzo

Arte in Abruzzo 

I Borghi dell'Abruzzo

Le 7 Vie dell'Abruzzo

Itinerari d'Abruzzo


Montagna d'inverno


Montagna d'estate
 
Torna ai contenuti | Torna al menu