Residenze nel centro urbano di Giulianova: La Villa Marziale - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Residenze nel centro urbano di Giulianova: La Villa Marziale

Giulianova > Cenni storici su Giulianova > Residenze e ville a Giulianova

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
Il «nuovo stile Liberty» — così fu spesso chiamato in Italia - respinse ogni riferimento agli stili storici del passato per attingere le sue fonti di ispirazione direttamente dalla natura; ciò si espresse anche nella creazione di un affascinante e ricchissimo repertorio di immagini e motivi decorativi tratti dal mondo vegetale e animale, ma soprattutto — a un livello teoricamente più impegnato — nell'indagine acuta dei processi creativi e formativi degli elementi naturali. «La linea è una forza» ebbe a dire il grande architetto belga Henri van de Velde la linea scattante e dinamica degli steli dei rampicanti, la linea avvolgente e sinuosa del guscio delle conchiglie diventava l'elemento generatore, la matrice strutturale della progettazione. Molte opere di architetti modernisti francesi, belgi, spagnoli esprimono un'inquietante forza metamorfica: sono aperte, asimmetriche, mobili, come in un'interna mimesi della vitalità e motilità delle forme naturali.
 

Residenze nel centro urbano di Giulianova (Te) Abruzzo


                                                                                                                                  di Sandro Galantini

Villa Marziale
 
Ubicazione: Viale Orsini
Epoca dell’impianto: primi del ‘900
Stato di conservazione: Buono
 
Villa Marziale è un edificio dalle linee semplici e pulite, dalle forme regolari con torretta laterale angolare. Si sviluppa su due livelli fuori terra rialzati con torretta a tre livelli con finestre tripartite. Le superfici murarie sono intonacate e presentano, al piano terra, un bugnato liscio continuo. Tutte le aperture sono caratterizzate da una sobria decorazione con cornici lineari che le circondano. Per accedere al livello rialzato si passa da un ampio terrazzo che si affaccia su un vasto giardino, che protegge e circonda tutta la villa.


Villa Marziale, angolo fra Viale Orsini e Via Gasbarrini.


Villa Marziale, particolare della torretta; prospetto su Viale Orsini.

  
Villa Marziale, particolare della torretta; prospetto su Viale Orsini; particolare di una finestra sul retro.
Il Liberty in Italia. Altro punto di forza della teoria del Modernismo — espresso appunto nella nozione di «stile» — fu il concetto dell'unità progettuale: gli architetti modernisti affermarono nell'architettura la continuità tra interno ed esterno e nell'arredo la coerenza di ogni elemento con il disegno dell'edificio. Inoltre, si affermò una nuova dignità e qualità per la produzione di oggetti d'uso, respingendo l'incoerente e affastellato collezionismo degli interni ottocenteschi. Questo principio della progettazione globale, dal piano dell'urbanistica fino a quello del soprammobile, è all'ordine della vicenda moderna dell'architettura e di quello che sarà chiamato l'industriai design (cioè progettazione per la produzione industriale). Il Modernismo, nel suo slancio progressista, credeva nell'ideale utopico di portare la «bellezza» in ogni aspetto della vita quotidiana a livello di tutti gli strati sociali, servendosi dei nuovi materiali e delle nuove tecniche costruttive in architettura, della produzione in serie per gli oggetti d'arredo. L'alleanza arte-industria divenne una parola d'ordine e infatti il Modernismo si sviluppò rigoglioso in aree di industrializzazione avanzata.
Articolo di Sandro GalantiniSandro Galantini, storico e giornalista, e autore di oltre sessanta tra volumi, saggi e contributi apparsi in opere collettanee ed in riviste scientifiche relativi a questioni storiche abruzzesi dell’età moderna e contemporanea. Socio ordinario della Deputazione di Storia Patria negli Abruzzi, membro dell’Istituto Abruzzese di Ricerche Storiche e Socio Corrispondente dell’Istituto di Studi Abruzzesi di Pescara, ha conseguito per la saggistica storica numerosi premi e riconoscimenti, tra i quali il “Filomena Carrara” nel 1996 ed il premio speciale “Lago Gerundo” nel 2006. Nel 2013 e stato insignito del titolo di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana per benemerenze culturali e chiara fama. Per l’Editore Paolo de Siena ha pubblicato nel 2001 Giulianova com’era. Storia e memoria della città attraverso le cartoline d’epoca ed ha curato nel 2004 il volume Il calcio a Giulianova dalle origini al 1960. Storia, eventi, personaggi.
Anche in Italia il breve momento di gloria del Liberty e/o del Modernismo coincise con quella fase storica che fu chiamata l'«età giolittiana»: il primo decennio del secolo, quando la politica di riformismo democratico di Giovanni Giolitti, presidente del Consiglio dal 1903 al 1914, produsse il massimo sforzo per dare concretezza al decollo industriale dell'Italia in vista del suo adeguamento al livello europeo. In Italia I'ondata modernista giunse in ritardo e sotto un'etichetta spuria, quella di Liberty. Il ritardo fu meno sensibile per quegli aspetti considerati marginali nella gerarchia accademica, che offrivano maggiore libertà e possibilità di innovazione: l'illustrazione del libro e dei periodici, la grafica pubblicitaria, le arti applicate. I risultati più allineati ai principi del Modernismo si ebbero comunque nella decorazione di interni — ancora una volta quindi un campo di arte «applicata» — quando essa riuscì a integrarsi coerentemente alle linee progettuali dell'architettura.

Giulianova turistica. Ammirevole e splendente città di mare, si estende lungo la fascia costiera del Medio Adriatico per circa 5 km di spiaggia e ogni anno risorge tra il fiume Tordino e il Salinello sempre più energica e scintillante per accogliere con ancora più onore e impegno di tantissimi turisti che visitano Giulianova e il suo territorio. Da non perdere il centro storico di Giulianova Alta (GPS: Latitudine: 42.750797 / Longitudine: 13.958527 - Piazza Belvedere).

Venirci a trovare è davvero semplice. Giulianova Lido (GPS: Latitudine: 42.753486 / Longitudine: 13.966701 - Piazza Fosse Ardeatine) è nel bel mezzo d’Italia, a Nord di un Abruzzo costiero dalle innumerevoli risorse turistiche e ambientali. Giulianova si raggiunge via Autostrada A14 - uscita Giulianova, oppure in treno con la comoda stazione ferroviaria, o ancora in aereo atterrando nel moderno Aeroporto d’Abruzzo di Pescara, Giulianova è distante solo 50 chilometri.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu