I Comuni della Provincia de L'Aquila: Tione degli Abruzzi - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

I Comuni della Provincia de L'Aquila: Tione degli Abruzzi

L'Aquila

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
la Storia di Tione degli Abruzzi - Tione degli Abruzzi piccolo Comune di 333 abitanti della Valle dell’Aterno e le sue frazioni San Maria e Goriano Valli. Tione degli Abruzzi, posto all’interno del parco del Velino-Sirente. Con il suo castello, i cui ruderi sono ancora visibili, Tione Degli Abruzzi è stato, soprattutto nel Medioevo, un importante luogo strategico. Su una collina, vicino alla media valle dell’Aterno è inserito nel Parco Regionale Sirente Velino, caratteristico per l’integrazione tra territorio e attività dell’uomo, in armonico compromesso tra il genius loci e lo spirito di sopravvivenza umano.
Il patrimonio architettonico storico di Tione degli Abruzzi è qui strettamente connesso agli elementi naturali del terreno, quasi mimetizzato, come le tipiche Pagliare, singolari costruzioni legate alla transumanza orizzontale, ricovero estivo dei pastori agli alpeggi, che oggi ospitano i turisti. Nel nucleo abitato di Tione degli Abruzzi, costituito da cinque piccoli rioni, disposti quasi a cuore, con al centro la piazza del Municipio, si segnalano i resti del castello di Tione degli Abruzzi e una torre medievale.

Città di Tione degli Abruzzi

Comune di Tione degli Abruzzi
Via Provinciale, snc
- 67020 Tione degli Abruzzi (Aq)
Tel.: 0862.88107 - Fax: 0862.880007

Altitudine: 581 mt. s.l.m.
Estensione: 40,24 kmq.

Sito web: www.comune.tionedegliabruzzi.aq.it
PEC: comunetionedegliabruzzi@pec.it

Posta ordinaria: demografici.tione@email.it

Tione degli Abruzzi, piccolo paese della Valle dell’Aterno posto all’interno del parco del Velino - Sirente. Con il suo castello, i cui ruderi sono ancora visibili, Tione Degli Abruzzi è stato, soprattutto nel Medioevo, un importante luogo strategico.

 
 

 Alberghi a Tione degli Abruzzi
 Residenze turistico alberghiera a Tione degli Abruzzi
 Residence a Tione degli Abruzzi
 Case per le vacanze a Tione degli Abruzzi
 Appartamenti a Tione degli Abruzzi
 Country House a Tione degli Abruzzi
 Bed and breakfast a Tione degli Abruzzi
 Alloggi agroturistici a Tione degli Abruzzi
 Campeggi a Tione degli Abruzzi
 Villaggi turistici a Tione degli Abruzzi
 Ostelli della Gioventu' a Tione degli Abruzzi
 Case per le ferie a Tione degli Abruzzi
 Affittacamere a Tione degli Abruzzi
 Aree sosta per camper a Tione degli Abruzzi

Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia de L'Aquila

Rinvenimenti di reperti archeologici in prossimità di Santa Maria del Ponte e di un recinto fortificato (Colle Rischia) testimoniano l’antropizzazione dei luoghi in età arcaica e la presenza di un insediamento vestino di Tione degli Abruzzi; nel 1209 è citata la chiesa di Santa Maria del Ponte, ma nella tassazione disposta da Carlo D’Angiò (1269) compare solo l’abitato di Tione cui appartiene nel 1294 il villaggio di Santa Maria del Ponte. Nel 1349 Tione degli Abruzzi, che fino ad allora ricadeva nella diocesi di Valva, viene aggregata a quella dell’Aquila per volontà di Papa Clemente VII; con atto notarile del 16 Marzo 1393 è disposta la costruzione del Castello “con mura, fossati, torri guardie e fortilizi” in località San Nicola di Tione degli Abruzzi.
L’Abruzzo marittimo si aftaccia sull’Adriatico fra le foci del Tronto e del Trigno, in una fascia costiera so-stanzialmente compatta, solcata da fiumi che scendono dal rilievo appenninico e subappenninico ed affiancata dalla discontinua cornice di ridenti zone collinari. Le stazioni balneari più rinomate, dotate di ogni moderno contorto, sono: Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto Lido, Giulianova Lido, Roselo degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina, Montesilvano, Pescara, Francavilla al Mare, Ortona, San Vito Chietino, Fossacesia e Vasto. I centri storici sparsi nelle quattro province abruzzesi sono più di 150. Di grande interesse turistico, sportivo e climatico i laghi di Campotosto, Barrea, Scanno, Villalago e Bomba. Una nota particolare merita il Parco Nazionale d’Abruzzo, compreso tra l’area del Fucino a Nord-Ovest e la catena delle Mainarde Sud-Est, delimitato a Est dai Monti Marsicani, a Sud e Sud-Ovest dallo spartiacque tra il Sangro e il Liri, con gli immensi e centenari boschi, gli ameni altipiani e le gole selvagge, ricchi di straordinaria varietà di flora e di fauna. Nel suo territorio, per una estensione di 400 Kmq a vincolo intero e 600 Kmq con speciali restrizioni, viene assicurata la tutela e il miglioramento del patrimonio arboreo e faunistico.
Nel 1498 l’abitato di Tione degli Abruzzi è in disputa con Rocca di Mezzo e nell’infeudazione voluta da Filippo di Chalon, principe d’Orange, è concessa a Luigi da Benagalzer (1529). Tione, possesso di Giovan Giuseppe Cantelmo Duca di Popoli (1560), è venduto dalla Regia Corte (1563) a Muzio Rivera di L’Aquila che nel 1572 diviene barone del castello di Tione degli Abruzzi; a questi succede, nel 1578, il figlio maggiore Luca Antonio. Nel 1587 Tione degli Abruzzi è ceduta a Ortenzio del Pezzo, nel 1669 appartiene a Clemente Sannerio, duca di San Demetrio ed infine ai Quinzi e ai Cocco.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu