I Comuni della Provincia de L'Aquila: San Vincenzo Valle Roveto - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

I Comuni della Provincia de L'Aquila: San Vincenzo Valle Roveto

L'Aquila

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
Solo con il XVIII secolo San Vincenzo Valle Roveto si sviluppò, conquistando rapidamente una propria autonomia e ottenendo la qualifica di "università", posta sotto la guida di due "sindaci, scelti a voti segreti". (G.Squilla). Dal 1806, San Vincenzo Valle Roveto viene aggregata al comune centrale di Civita d'Antino, assieme a Morrea, Morino e Castronovo; ma appena dieci anni dopo (nel 1816) San Vincenzo Valle Roveto diventa comune a sé, cui vengono assegnate le frazioni di Castronovo, Morrea, Roccavivi e S. Giovanni, prendendo il nome definitivo di S. Vincenzo Valle Roveto.

Città di San Vincenzo Valle Roveto

Comune di San Vincenzo Valle Roveto
Via G. Marconi
- 67050 San Vincenzo Valle Roveto (Aq)
Tel.: 0863.958114 - Fax: 0863.958369

Altitudine: 388 mt. s.l.m.
Estensione: 43,37 kmq.

Sito web: www.comune.sanvincenzovalleroveto.aq.it
PEC: info@pec.comune.sanvincenzovalleroveto.aq.it

Posta ordinaria: info@comune.sanvincenzovalleroveto.aq.it

Il Paese della Valle Roveto è situato nei pressi del fiume Liri. Il comune di San Vincenzo Valle Roveto è sorto praticamente in seguito al terremoto del 1915 quando gli abitanti della vicina località di Morrea ricostruirono le loro case nell’attuale Civitella.

 
 

 Alberghi a San Vincenzo Valle Roveto
 Residenze turistico alberghiera a San Vincenzo Valle Roveto
 Residence a San Vincenzo Valle Roveto
 Case per le vacanze a San Vincenzo Valle Roveto
 Appartamenti a San Vincenzo Valle Roveto
 Country House a San Vincenzo Valle Roveto
 Bed and breakfast a San Vincenzo Valle Roveto
 Alloggi agroturistici a San Vincenzo Valle Roveto
 Campeggi a San Vincenzo Valle Roveto
 Villaggi turistici a San Vincenzo Valle Roveto
 Ostelli della Gioventu' a San Vincenzo Valle Roveto
 Case per le ferie a San Vincenzo Valle Roveto
 Affittacamere a San Vincenzo Valle Roveto
 Aree sosta per camper a San Vincenzo Valle Roveto

Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia de L'Aquila

San Vincenzo Valle Roveto è un comune italiano di 2.525 abitanti della provincia dell'Aquila in Abruzzo. Fa anche parte della Comunità montana Valle Roveto.
L’Abruzzo marittimo si aftaccia sull’Adriatico fra le foci del Tronto e del Trigno, in una fascia costiera so-stanzialmente compatta, solcata da fiumi che scendono dal rilievo appenninico e subappenninico ed affiancata dalla discontinua cornice di ridenti zone collinari. Le stazioni balneari più rinomate, dotate di ogni moderno contorto, sono: Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto Lido, Giulianova Lido, Roselo degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina, Montesilvano, Pescara, Francavilla al Mare, Ortona, San Vito Chietino, Fossacesia e Vasto. I centri storici sparsi nelle quattro province abruzzesi sono più di 150. Di grande interesse turistico, sportivo e climatico i laghi di Campotosto, Barrea, Scanno, Villalago e Bomba. Una nota particolare merita il Parco Nazionale d’Abruzzo, compreso tra l’area del Fucino a Nord-Ovest e la catena delle Mainarde Sud-Est, delimitato a Est dai Monti Marsicani, a Sud e Sud-Ovest dallo spartiacque tra il Sangro e il Liri, con gli immensi e centenari boschi, gli ameni altipiani e le gole selvagge, ricchi di straordinaria varietà di flora e di fauna. Nel suo territorio, per una estensione di 400 Kmq a vincolo intero e 600 Kmq con speciali restrizioni, viene assicurata la tutela e il miglioramento del patrimonio arboreo e faunistico.
Il nome di San Vincenzo Valle Roveto deriva dalla chiesa dedicata a S.Vincenzo Martire, la cui esistenza è documentata già nell'XI secolo dal "Codice Casamariense".  Lo stesso "Codice Casamariense" informa che il centro abitato di San Vincenzo Valle Roveto più importante della zona era, nell'XI secolo, quello di Morrea, tanto che S. Vincenzo non rappresentava altro che un semplice casale (il casale di Morrea, appunto), e come tale esso rimase fino a tutto il Seicento.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu