I Comuni della Provincia de L'Aquila: San Pio delle Camere - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

I Comuni della Provincia de L'Aquila: San Pio delle Camere

L'Aquila

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
San Pio delle Camere sorge alle pendici del Monte Gentile e domina il Tratturo Magno. La prima testimonianza del paese di San Pio delle Camere risale al 1001, mentre il nome di San Pio delle Camere fa riferimento al Santo protettore e alle grotte di cui la zona è ricca. il paese di San Pio delle Camere si costituì attorno alla chiesa principale intitolata a San Pio, con annesso convento celestiniano, distrutta dalle truppe di Braccio da Montone nel 1424 e riedificata a metà del Cinquecento. All'interno dell'edificio, a 3 navate, affreschi risalenti al Seicento, raffiguranti la storia di San Pietro Celestino e pregevoli arredi sacri.
Gli edifici del centro storico di San Pio delle Camere risalgono al XV sec. e conservano intatte le stradine a gradinate su cui si addossano le piccole abitazioni montane. A monte del paese di San Pio delle Camere le mura del recinto fortificato del Cinquecento, a pianta triangolare, che conserva nell'angolo al vertice, un torrione dalla forma pentagonale del XIII sec. La storia di San Pio delle Camere è documentabile a partire dall'anno 1001, quando Derisio I donò Villa San Pio al convento di Bominaco. Il piccolo insediamento di San Pio delle Camere era allora parte della Contea di Valva, compresa a sua volta nel Ducato di Spoleto.

Città di San Pio delle Camere

Comune di San Pio delle Camere
Via Grande, n. 4
- 67020 San Pio delle Camere (Aq)
Tel.: 0862.931219 - Fax: 0862.931024

Altitudine: 830 mt. s.l.m.
Estensione: 17,27 kmq.

Sito web: www.comunesanpiodellecamere.it
PEC: protocollo.sanpiodellecamere.aq@legalmail.it

Posta ordinaria: comunesanpiodc@virgilio.it

All’interno del parco nazionale del Gran Sasso, letteralmente immerso nei boschi, il paese di San Pio delle Camere era luogo di passaggio per la transumanza. Anticamente il Pesese di San Pio delle Camere era chiamato Aufinaes Cismontani. Fino al 1910 l’abitato di San Pio delle Camere era una frazione della vicina Ofena.

 
 

 Alberghi a San Pio delle Camere
 Residenze turistico alberghiera a San Pio delle Camere
 Residence a San Pio delle Camere
 Case per le vacanze a San Pio delle Camere
 Appartamenti a San Pio delle Camere
 Country House a San Pio delle Camere
 Bed and breakfast a San Pio delle Camere
 Alloggi agroturistici a San Pio delle Camere
 Campeggi a San Pio delle Camere
 Villaggi turistici a San Pio delle Camere
 Ostelli della Gioventu' a San Pio delle Camere
 Case per le ferie a San Pio delle Camere
 Affittacamere a San Pio delle Camere
 Aree sosta per camper a San Pio delle Camere

Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia de L'Aquila

Nel 1092, in seguito alla donazione di Ugo Di Gerberto, San Pio delle Camere divenne proprietà del Monastero di San Benedetto in Perillis. La specificazione "delle Camere" in origine assente allude verosimilmente al fatto che l'abitato poggia su un terreno percorso da numerose grotte, dovute alla litologia calcarea di San Pio delle Camere, in passato usate anche per il ricovero degli armenti. Si ricorda, a tal proposito, che il paese di San Pio delle Camere era attraversato in passato proprio dal Tratturo Magno.
L’Abruzzo marittimo si aftaccia sull’Adriatico fra le foci del Tronto e del Trigno, in una fascia costiera so-stanzialmente compatta, solcata da fiumi che scendono dal rilievo appenninico e subappenninico ed affiancata dalla discontinua cornice di ridenti zone collinari. Le stazioni balneari più rinomate, dotate di ogni moderno contorto, sono: Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto Lido, Giulianova Lido, Roselo degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina, Montesilvano, Pescara, Francavilla al Mare, Ortona, San Vito Chietino, Fossacesia e Vasto. I centri storici sparsi nelle quattro province abruzzesi sono più di 150. Di grande interesse turistico, sportivo e climatico i laghi di Campotosto, Barrea, Scanno, Villalago e Bomba. Una nota particolare merita il Parco Nazionale d’Abruzzo, compreso tra l’area del Fucino a Nord-Ovest e la catena delle Mainarde Sud-Est, delimitato a Est dai Monti Marsicani, a Sud e Sud-Ovest dallo spartiacque tra il Sangro e il Liri, con gli immensi e centenari boschi, gli ameni altipiani e le gole selvagge, ricchi di straordinaria varietà di flora e di fauna. Nel suo territorio, per una estensione di 400 Kmq a vincolo intero e 600 Kmq con speciali restrizioni, viene assicurata la tutela e il miglioramento del patrimonio arboreo e faunistico.
Non stupisce quindi che la Transumanza, che effettivamente rappresentava il nucleo forte dell'economia di San Pio delle Camere, sia oggi il tratto più insistito della memoria locale. Il lavoro agricolo era invece dominato dalla coltivazione dello zafferano, che oggi continua in forma selettiva nell'ottica del prodotto tipico ad alta specializzazione di San Pio delle Camere. Vi erano inoltre nel comune numerose piantagioni di mandorli e noci.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu