I Comuni della Provincia di Teramo: Roseto degli Abruzzi - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

I Comuni della Provincia di Teramo: Roseto degli Abruzzi

Teramo

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
Roseto degli Abruzzi, infatti nasce 135 anni fa come emanazione del borgo medievale di Montepagano, sulla collina prospiciente. Ancora oggi, ben visibili, sono le tracce delle antiche fortificazioni e delle quattro porte d’ingresso al piccolo centro collinare. A Roseto degli Abruzzi meritano una visita il campanile della Chiesa di Sant'Antimo, legato ad una leggenda che ne attribuisce la costruzione a Papa Sisto V e la Chiesa della S.S. Annunziata di fine XVI secolo. Al suo interno è conservato un pregevole altare in legno policromo con statue di santi e profeti, mentre nella sacrestia è apposta la lapide che ricorda la nascita di Roseto degli Abruzzi nel 1860 ad opera del clero della Chiesa.
 
Altri luoghi d’interesse architettonico e culturale a Roseto degli Abruzzi, sono la Pinacoteca posta all'interno della Villa Comunale di Roseto, con alcune pregevoli opere di artisti locali; il Museo della Cultura Materiale di Montepagano e, di nuovo a Roseto, la Chiesa di Santa Maria Assunta (ex Chiesa di Santa Filomena). Costruita ai primi del 1900, presenta un caratteristico altare in terracotta e custodisce il dipinto "La Sacra famiglia", opera del pittore rosetano Pasquale Celommi. Roseto degli Abruzzi è oggi una città dinamica e pulsante, che ha saputo legare il proprio nome ad importanti manifestazioni di rilievo internazionale sia in campo culturale che sportivo.

Città di Roseto degli Abruzzi

Roseto degli Abruzzi (Provincia di Teramo)
Distanza dal capoluogo di provincia (Km): 34
Abitanti: 22.081
Altitudine: 5 mt. s.l.m.
Frazioni: Casal Thaulero, Cologna Paese, Cologna Spiaggia, Montepagano, San Giovanni, Santa Lucia.

Comune di Roseto degli Abruzzi
Piazza della Repubblica
- 64026 Roseto degli Abruzzi (Te)
Tel.: 085 894531 - Fax: 085 89453670
Sito web:
www.comune.roseto.te.it
Posta certificata:  protocollogenerale@pec.comune.roseto.te.it
Posta ordinaria: info@roseto.org

I.A.T.: Informazione Accoglienza Turistica
Via: Piazza Libertà n°37/38
Tel.: 085.8991157 - Tel.: 085.8931608
Fax: 085.8991157
E-mail: iat.roseto@abruzzoturismo.it

Storia:

Sorta nel 1860, quando la chiesa di Montepagano quotizzò la striscia di terra compresa tra i fiumi Tordino e Vomano; il suo primo nome fu infatti “Le Quote”, quindi nel 1886 “Rosburgo” e nel 1927, quando vi fu trasferita la sede municipale da Montepagano “Roseto”.
La costruzione della linea ferroviaria adriatica (1863) diede il primo impulso al turismo, che ne ha caratterizzato lo sviluppo successivo.

Arte e cultura:
Noto e frequentato centro turistico balneare, dotato di un attrezzato porto turistico. E’ annoverata tra le sette perle della “costa giardino” abruzzese, note per essere tra i lidi più belli e puliti dell’ Adriatico, con spiagge ampie, di soffice sabbia e con fondali bassi, ideali soprattutto per i bambini.
Particolarmente apprezzato dai turisti è lo splendido lungomare alberato, con pini secolari e pittoresche palme. La dotazione di moderne strutture si coniuga con le attrattive di un entroterra ricco di storia e di tradizioni culinarie e enogastronomiche.
L’architettura della cittadina è arricchita da belle ville tardoottocentesche. Nella frazione di Montepagano, dall’antico borgo fortificato, si apre il panorama su Roseto e sul mare Adriatico. Qui sorge anche la chiesa parrocchiale dell'Annunciazione, seicentesca, con un pregevole altare ligneo barocco.
Nella Pinacoteca Civica, opere del pittore Pasquale Celommi, tra cui il famoso “Ciabattino”, e del ceramista Giuseppe Di Blasio. Nel museo della cultura materiale, ospitato nel vecchio municipio, raccolte dedicate alla cultura contadina dell'Abruzzo, nella quale un posto importante hanno le produzioni olearie e vinicole, particolarmente pregiate nella zona.
Il paese è inserito nella strada del vino " Colline del Ducato", che comprende zone di produzione dei vini tradizionali come Montepulciano e Trebbiano, ma anche Moscato, Chardonnay e Passerina, prodotto tipico di questa area ottenuto da uve bianche, particolarmente adatte all'invecchiamento.

Illustri:

Musei:
Civica Raccolta d'Arte, Via Nazionale n°250 - tel. e fax 085.8930101 - Montepagano di Roseto degli Abruzzi.
Museo della Cultura Materiale, Corso Umberto I - tel. 085.8936053.

Eventi:
2 luglio, festa del Sacro Cuore.
1° agosto, Festival Nazionale Teatranti di strada ed estemporanee di arti varie.
27-29 Agosto, Mostra dei vini d'Abruzzo, (XXX edizione), in collaborazione con Slow Food: laboratori del gusto
Concerti.
Aste di Grandi Vini d'Abruzzo.

 
 

 Alberghi a Roseto degli Abruzzi
 Residenze turistico alberghiera a Roseto degli Abruzzi
 Residence a Roseto degli Abruzzi
 Case per le vacanze a Roseto degli Abruzzi
 Appartamenti a Roseto degli Abruzzi
 Country House a Roseto degli Abruzzi
 Bed and breakfast a Roseto degli Abruzzi
 Alloggi agroturistici a Roseto degli Abruzzi
 Campeggi a Roseto degli Abruzzi
 Villaggi turistici a Roseto degli Abruzzi
 Ostelli della Gioventu' a Roseto degli Abruzzi
 Case per le ferie a Roseto degli Abruzzi
 Affittacamere a Roseto degli Abruzzi
 Stabilimenti balneari a Roseto degli Abruzzi
 Aree sosta per camper a Roseto degli Abruzzi

 

Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia di Teramo

Fiore all’occhiello della località balneare di Roseto degli Abruzzi è senz’altro il “Trofeo Lido delle Rose”, il più antico torneo estivo di pallacanestro in Europa e forse nel mondo (si svolge dal 1945). Nell’ambito della cultura si segnalano le mostre di pittura che ogni estate a Roseto degli Abruzzi impreziosiscono la Villa Comunale ed il festival cinematografico “Roseto Opera Prima”, con i numerosi ospiti illustri del cinema italiano presenti. Il legame cultura-enogastronomia, infine, è molto sentito grazie all’ormai trentennale appuntamento con la “Mostra dei vini tipici” di Montepagano.
Una caratteristica dell’Abruzzo è la varietà morfologica del territorio che mette a confronto realtà solitamente distinte e difficilmente coniugabili, come mare e montagna, parchi nazionali, riserve naturali e centri storici, collegati con un’efficientissima rete stradale. Dalla foce del_Tronto a quella del Trigno 129 chilometri di costa, assolata e godibile dalla primavera all’autunno, fronteggiano i massicci più elevati dell’Appennino, tanto che non è raro poter scorgere dal litorale sabbioso e in piena vacanza marina le cime innevate del Gran Sasso e della Maiella. Del resto la storia antropologica e sociale della regione Abruzzo è tutta coniugata sul costante rapporto mare-montagna, vissuto dalla gente.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu