Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Rosello - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Rosello

Chieti
 

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
 
Il paese di Rosello si presenta con un paesaggio davvero suggestivo, capace di affascinare i numerosi visitatori che ogni anno, ed in ogni stagione, vi giungono per passare giornate all'insegna dell'amore per la natura e con la passione per ciò che il territorio montano di Rosello è in grado di offrire; dalle innumerevoli opportunità di escursioni alla raccolta di funghi, dal pellegrinaggio spirituale al Santuario di Maria SS delle Grazie al più puro svago per fuggire dal cemento opprimente delle città. Rosello, inoltre, con i suoi 920 metri d' altitudine è uno dei paesi più alti della suddetta zona sangrina, e di più va aggiunto che dall'antica rocca, chiamata La Torre di Rosello, è possibile, in giornate serene, godere di una vista panoramica che, senza dubbio, non ha nulla da invidiare ai più famosi luoghi montani italiani, con uno scenario che vede come protagonisti le splendide cime montuose che avvolgono la vallata, il lago di Bomba, ed addirittura il mare. Non solo, il panorama propone un unico scorcio del massiccio della Maiella, oltre a presentare delle particolarissime vedute dei paesi del circondario e della frazione di Giuliopoli di Rosello.
 
Per chi avesse interessi prettamente naturalistici, oltre a ciò che abbiamo già menzionato, va ricordata la presenza a Rosello dell'Oasi Riserva Nautrale Abetina di Rosello, nella quale ci si può addentrare anche con l'ausilio di guide turistiche messe a disposizione per fornire un più completo e culturalmente più profondo incontro con la natura, potendo così ammirare le bellezze di Rosello che la flora e la fauna locali propongono, dalla presenza del notissimo abete bianco al contatto visivo diretto con cervi e caprioli. Ma non solo, esiste anche l'opportunità di visitare il Museo dell'Abete Bianco di Rosello, sempre gestito dalla Riserva, nel quale si possono trovare curiosità o ricordi da poter riportare a casa dopo una giornata immersi nel verde. Maggiori informazioni a riguardo si possono trovare sul sito di www.cearosello.it.


Città di Rosello

Come in tutte le zone di montagna che si rispettino sono l'ospitalità e la gastronomia che svolgono un ruolo di fondamentale importanza. Rinomatissime le carni di bovini di Rosello autoctoni e di agnelli unici per gusto e qualità, per non parlare di formaggi e stuzzicherie legate all'abilità di cuochi, fornai e ristoratori, veri punti di riferimento per chi viene dalle più disparate zone del centro sud, Roma, Napoli e la costa adriatica su tutte. In aggiunta va detto che Rosello è posto in una locazione particolarmente interessante, essendo esso situato in un punto dal quale è molto semplice raggiungere sia luoghi di interesse storico, culturale e turistico, come Agnione, Capracotta, Castel di Sangro, Roccaraso, Villa S. Maria, ma anche per un'agile e veloce immissione viaria che dal fondo Val di Sangro conduce in 30' all'autostrada A14, fino alla zona litoranea ed a centri cittadini importanti come Lanciano ed Ortona.

Comune di Rosello
Piazza Municipio 1
- 66040 Rosello (Ch)
Tel.: 0872.948131 – Fax: 0872.948093

Altitudine: 920 mt. s.l.m.
Estensione: 19,29 kmq.

Sito web: www.comunerosello.it
PEC - Posta certificata: rosello.comune@larpec.com

Posta ordinaria: rosello.comune@virgilio.it

In definitiva, per saperne di più e per conoscere e toccare con mano ciò che il territorio di Rosello è in grado di offrire vi invitiamo a trascorrere giornate rosellane che vi saranno graditissime e sempre scolpite nel cuore e nella mente; e se avrete bisogno di informazioni siamo a disposizione con il nostro sito e con gli uffici comunali, così che i cittadini e coloro che sono emigrati da anni, oltre che i turisti interessati al paese di Rosello, possano avere notizie e comunicazioni relative all'attività amministrativa e gestionale del comune nel massimo della trasparenza, punto fondamentale per una sana e positiva intercomunicazione tra Ente e Cittadino di Rosello.

La cittadina di Rosello sorge alle falde di un colle, alla destra del fiume Sangro e il suo territorio che comprende anche Giuliopoli, frazione con caratteristiche case in pietra scolpita a mano, si estende su un’area montuosa tra boscaglie, aree incolte. Borgo di probabile origine medioevale, come testimonia l’antica torre nella parte alta del paese di Rosello, fu interessato alla colonizzazione monastica dell’abbazia di S. Giovanni in Venere. La prima menzione del paese di Rosello risale al XII sec. Nel XV sec. fu feudo di Raimondo Caldora e in seguito della famiglia dei Del Grosso, nel XVII sec. dei Bernardo e nel XVIII sec. vi ebbero signoria i Caracciolo di Villa S. Maria. All’ingresso del paese di Rosello resistono i "pagliai", gruppo di case medioevali.

 

Accoglienza turistica a Rosello
 Alberghi a Rosello
 Residenze turistico alberghiera a Rosello
 Residence a Rosello
 Case per le vacanze a Rosello
 Appartamenti a Rosello
 Country House a Rosello
 Bed and breakfast a Rosello
 Alloggi agroturistici a Rosello
 Campeggi a Rosello
 Villaggi turistici a Rosello
 Ostelli della Gioventu' a Rosello
 Case per le ferie a Rosello
 Affittacamere a Rosello
 Aree sosta per camper a Rosello

Monumenti e luoghi d'interesse a Rosello. La Chiesa di San Nicola a Rosello. In un manoscritto del 1541 viene citata la costruzione della chiesa. La chiesa è in stile gesuitico, ma fu ricostruita totalmente dopo il terremoto del 1703 Il campanile è ottocentesco. L'interno è ad un'unica navata ed è privo delle decorazioni originarie. La facciata è a capanna. Il campanile è scandito da tre cornici marcapiano. Il Palazzo Caracciolo-Fornari di Rosello. Trattasi di un palazzo a corte suddiviso in due piani. Attualmente è adibito ad uso privato a scopo abitativo e ad uso ufficio. La torre circolare di Rosello. Trattasi di ruderi. Sovrastava il nucleo originario del paese di Rosello. Viene nominata in un documento del 1541. Alcune parti della roccaforte non sono del tutto esplorate: ne restano solo poche tracce di una muratura in struttura semicircolare forse appartenenti ad una torre cilindrica e di un recinto di un forte. L'abetina di Rosello.


Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia di Chieti

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu