I Comuni della Provincia di Teramo: Rocca Santa Maria - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

I Comuni della Provincia di Teramo: Rocca Santa Maria

Teramo

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
A Rocca Santa Maria si può andare alla ricerca dei pregiatissimi funghi porcini tipici di queste zone o praticando la pesca di trote nelle limpide acque dei fiumi Tordino e Vezzola. Tanta natura ma non solo a Rocca Santa Maria. Rocca Santa Maria offre ai suoi visitatori anche l’opportunità di ammirare molti luoghi dal notevole interesse storico-culturale.Ad Acquaratola, frazione di Rocca Santa Maria abbiamo la Chiesa di Sant’Egidio, caratteristica per l'originaria struttura muraria e per la navata unica con tetto a capanna (se ne hanno notizie fin dal 1324).
 
A Faiete, frazione di Rocca Santa Maria si segnalano le mura perimetrali della Chiesa di San Pietro, conosciuta sin dal XIII sec. La Chiesa di San Martino di Fioli, anch’essa nota dal 1324, mantiene in parte l’antica struttura muraria a navata unica e con tetto a capanna e campaniletto a vela, mentre al suo interno conserva un altare barocco ligneo dipinto e dorato e due interessanti statue. Proprio in questi ultimi anni a Rocca Santa Maria, alcuni borghi del comune sono stati scelti per un progetto di recupero a fini turistici nell’area Parco.

Città di Rocca Santa Maria

Rocca Santa Maria (Provincia di Teramo)
Distanza dal capoluogo di provincia (Km): 23
Abitanti: 780
Altitudine: 1073 mt. s.l.m.
Frazioni: Cona Faiete Fioli, Imposte, Paranesi.

Comune di Rocca Santa Maria
Via Municipio n°9, Frazione Imposte
- 64010 Rocca Santa Maria (Te)
Tel.: 0861.63122 - Fax: 0861.63279
Sito web:
www.roccasm.it
Posta certificata:  roccasm@pec.it
Posta ordinaria: info@roccasm.it

I.A.T.: Informazione Accoglienza Turistica
Telefono:   - Fax:

Storia:
Diversi toponimi fanno presupporre che in età romana vi fossero numerosi insediamenti, di cui rimangono alcuni resti, databili all’età imperiale, nei pressi della località detta “Forno”. Nel Medioevo ebbe notevole importanza la "Rocca S. Maria", struttura fortificata di cui rimangono resti in località Colle Castello.
Il toponimo, documentato per la prima volta nel 1273, fa riferimento ad un territorio costellato di piccoli insediamenti, più che ad un unico abitato. E' stato feudo del vescovo di Teramo dal 1279 sino al 1806.

Arte e cultura:
Sui monti della Laga, circondato da boschi, ricco di pascoli e di sorgenti, anche sulfuree e medicamentose. Nota, per le attrattive naturalistiche è la località Il Ceppo, immerso nel verde bosco Martese, frequentata meta di sciatori fondisti, di escursionisti e di cercatori di funghi.
Delle diverse frazioni e contrade che oggi formano il comune, Imposte è il capoluogo amministrativo. In contrada Tavolero, in posizione isolata, si trova la chiesa tardoduecentesca di S. Flaviano, costruita sui resti di un preesistente edificio di culto, dal quale probabilmente provengono gli elementi lapidei lavorati (secc. Xl-XII), reimpiegati nel portale e nelle monofore della facciata.

Illustri:

Musei:

Eventi:

Prima settimana di Agosto, sagra dei prodotti della montagna, tra cui funghi porcini e pecora alla "callara".

Note:
Il territorio comunale di Rocca Santa Maria si trova nel Parco nazionale Gran Sasso-Monti della Laga.

 
 

 Alberghi a Rocca Santa Maria
 Residenze turistico alberghiera a Rocca Santa Maria
 Residence a Rocca Santa Maria
 Case per le vacanze a Rocca Santa Maria
 Appartamenti a Rocca Santa Maria
 Country House a Rocca Santa Maria
 Bed and breakfast a Rocca Santa Maria
 Alloggi agroturistici a Rocca Santa Maria
 Campeggi a Rocca Santa Maria
 Villaggi turistici a Rocca Santa Maria
 Ostelli della Gioventu' a Rocca Santa Maria
 Case per le ferie a Rocca Santa Maria
 Affittacamere a Rocca Santa Maria
 Aree sosta per camper a Rocca Santa Maria

 

Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia di Teramo

Si tratta del borgo di Serra, del vecchio abitato di Martese ed infine di quello di Tavolero con l’importante presenza della chiesa di San Flaviano che ripropone il tema del manufatto religioso isolato rispetto all’edificato di Rocca Santa Maria. Obiettivo ambizioso del progetto, promosso dalla Provincia di Teramo, è di ridare linfa e visibilità turistica a territori destinati, diversamente, ad un continuo spopolamento e specialmente quello di Rocca Santa Maria.
Una caratteristica dell’Abruzzo è la varietà morfologica del territorio che mette a confronto realtà solitamente distinte e difficilmente coniugabili, come mare e montagna, parchi nazionali, riserve naturali e centri storici, collegati con un’efficientissima rete stradale. Dalla foce del_Tronto a quella del Trigno 129 chilometri di costa, assolata e godibile dalla primavera all’autunno, fronteggiano i massicci più elevati dell’Appennino, tanto che non è raro poter scorgere dal litorale sabbioso e in piena vacanza marina le cime innevate del Gran Sasso e della Maiella. Del resto la storia antropologica e sociale della regione Abruzzo è tutta coniugata sul costante rapporto mare-montagna, vissuto dalla gente.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu