Contatti e Link utili nella Provincia di Pescara - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Contatti e Link utili nella Provincia di Pescara

Link utili > Link Provincia di Pescara
 
 

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
 

www.ingiulianova.it

Segnaliamo in questa sezione i collegamenti ad altri siti, selezionati in base alla loro appartenenza a una delle seguenti categorie: siti istituzionali della Provincia di Pescara e siti di interesse generale.

 

Regione Abruzzo. Sito Ufficiale della Regione Abruzzo. Nelle varie Aree Tematiche del sito della Regione Abruzzo sono catalogati per tipologia di argomento trattato: la classificazione rende la ricerca facile ed intuitiva. Accedendo ad un particolare Tematismo sono resi visibili tutti i siti riferiti al particolare tema indicato: tra essi si può scegliere quello in grado di soddisfare le varie esigenze informative. Ciascun Tematismo include una sezione in cui sono contenuti gli avvisi tematici di riferimento.

Provincia di Pescara. Il sito Istituzione della Provincia di Pescara, dove all’interno puoi trovare i seguenti argomenti: La storia della Provincia di Pescara, Palazzo del Governo, Lo stemma e il gonfalone, Il cerimoniale, Funzioni e competenze del Comune, I personaggi illustri pescaresi, Prodotti e tradizioni locali, La Figlia di Jorio, La città di Pescara.

LINK UTILI SULLA PROVINCIA DI PESCARA

Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara. Pescara: Le 6 direttrici dell'Assessorato alla Cultura di Pescara, secondo l'assessore Giovanna Porcaro: 1) mantenere aderenza con le esigenze culturali del territorio, a fronte di risorse economiche sempre più contenute; 2) sostenere le iniziative culturali proposte dal territorio, valorizzarle e promuoverle attraverso lo sviluppo di sinergie tra gli assessorati comunali, tra enti sovra-comunali e con l'ausilio di piani di comunicazione integrati per agevolarne la più ampia diffusione e comunicazione; 3) potenziare alcuni segmenti specifici artistici e culturali, come ad esempio il teatro dialettale e le altre espressioni artistiche locali, in maniera che Pescara possa "produrre cultura" e non soltanto importarla; 4) favorire lo sviluppo delle strutture museali cittadine, risolvendo rapidamente la questione della esternalizzazione della gestione dei Musei, autentici gioielli e reali strumenti di attrazione turistica; 5) valorizzare la strategica location del Circolo Aternino, alternativa culturale e sociale al servizio dei tanti giovani che frequentano la zone del centro storico di Pescara; 6) promuovere le iniziative in grado di innescare "circoli virtuosi", capaci cioè di creare valore non solo come business diretto, ma anche come attrazioni di fondi e come generatori di ricchezza per la città e per i cittadini, in maniera da favorire, attraverso la partecipazione e lo scambio delle esperienze, lo sviluppo della conoscenza, della creatività, dell'innovazione. A chiusura del cerchio: favorire l'ideazione e la nascita di nuove iniziative, di nuove attività.
Promuovere lo sviluppo dei territori e la ricerca, mantenendo stretto il legame con i temi della sicurezza e della tutela dell'ambiente. E' nata nel febbraio 2008 con questi obiettivi "Città dei Motori", la rete che riunisce - sotto l'egida dell'Anci - I comuni del "Made in Italy" motoristico inteso nel senso più ampio: automobili, scooter e motociclette, ma anche motoristica aeronautica, ferroviaria e navale, assieme ai comuni che ospitano circuiti sportivi, musei, istituzionali culturali. Il progetto "Città dei Motori" significa sinergia stretta e "gioco di quadra" con Aziende e istituzioni. Nasce, si sviluppa e promuove i territori del Paese, guarda alla realtà globale.
La Rete politiche giovanili.it è una vera e propria net agency che ricerca, raccoglie ed informa sulle politiche giovanili e sugli interventi per la gioventù (youth work) attivati in Italia nel corso del tempo, contribuendo alla loro promozione e divulgazione. Oltre a ciò, tra le organizzazioni membre, dal 2006, vi è una costante attività di benchmarking su specifici interventi, in modo che la condivisione di esperienze e know how arricchisca reciprocamente, per arrivare ad una pubblicazione di "buone pratiche" sul lavoro per e con i giovani.  Infine la Rete, sempre su queste tematiche, svolge attività di ricerca e formazione ad hoc. Ciò secondo quanto contenuto in tre fondamentali documenti europei e cioè:  – Comunicazione della Commissione al Consiglio, al Parlamento Europeo, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle Regioni: Una strategia dell'Unione europea per investire nei giovani e conferire loro maggiori responsabilità. Un metodo aperto di coordinamento rinnovato per affrontare le sfide e le prospettive della gioventù, Bruxelles, 27.4.2009; Risoluzione del Consiglio del 27 novembre 2009 su un quadro rinnovato di cooperazione europea in materia di gioventù (2010-2018) (2009/C 311/01); Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, sull'animazione socioeducativa (Gazzetta ufficiale dell’Unione europea).
Nella pagina del Lavoro saranno inseriti riferimenti e, quando possibile, bandi integrali di concorsi pubblici. Saranno, inoltre, rese note le opportunità di lavoro "pubblicate" da enti pubblici, agenzie interinali e datori di lavoro privati. Le notizie saranno reperite attraverso vari canali comunicativi, ma principalmente dal web. Vita sociale e Tempo libero a Pescara. La vita sociale e il tempo libero rappresentano un momento molto importante della vita di ogni essere umano. La condivisione di interessi comuni e l’impegno in attività utili agli altri favoriscono una migliore qualità della vita. In questo spazio, oltre alla promozione di iniziative tese alla socializzazione, daremo informazioni anche in merito alla attività di associazionismo e volontariato. Gli indirizzi relativi a associazioni di volontariato, musei e gallerie, cinema e teatro sono disponibili in formato cartaceo, oltre che allo sportello Informagiovani, anche sul sito del Comune di Pescara www.comune.pescara.it.
Finalità della Istituzione della Solidarietà e la Cooperazione Internazionale della Città di Pescara. L’istituzione, quale organismo strumentale del Comune di Pescara: progetta ed attua programmi di cooperazione internazionale, in collaborazione con istituzioni pubbliche ed organismi non governativi, associazioni culturali, enti locali e regionali; promuove informazioni sulle politiche ed i programmi culturali, della solidarietà internazionale e dell’accoglienza delle comunità straniere in Pescara e in Italia; fornisce sostegno alla presentazione di progetti e richieste di finanziamenti a soggetti pubblici e no profit, con particolare riferimento allo sviluppo di progetti innovativi di inclusione sociale degli stranieri e di cooperazione internazionale; crea reti di informazione, scambio e collaborazione con analoghe strutture di altri Paesi; fornisce servizi per la diffusione di informazioni e la realizzazione di campagne di sensibilizzazione sui temi dell’inclusione sociale, della promozione di diritti umani nel mondo e dell’operato delle organizzazioni della cooperazione internazionale.
L'Università Gabriele d'Annunzio è un'università statale italiana costituita da 12 facoltà distribuite tra le città di Chieti e Pescara: otto facoltà hanno sede nel campus di Chieti e quattro sono dislocate nel polo universitario di Pescara. Alcuni corsi distaccati di laurea si svolgono anche nei comuni di Lanciano (CH), Torre de' Passeri (PE) e Torrevecchia Teatina (CH). Il Rettorato e la direzione generale dell'Università hanno sede a Chieti. Il Sigillo dell'Università raffigura, in forma stilizzata, la testa della Minerva, posta su capitello semplice, su cui è riportata la dicitura "Università degli Studi G. d'Annunzio". L'ateneo ha iniziato ad attivare i corsi di laurea già nei primi anni sessanta, ma il suo riconoscimento come libera università è avvenuto solo nel 1965, per poi divenire statale nel 1982. A quel tempo, il polo universitario includeva anche le facoltà presenti nella città di Teramo; nel 1993, le facoltà di Medicina veterinaria, Giurisprudenza e Scienze Politiche di Teramo si sono scorporate dalla "d' Annunzio" ed hanno dato vita alla Università di Teramo. Corsi di laurea: Facoltà di Architettura; Corsi di Laurea Magistrale; Urbanistica sostenibile; Facoltà di Economia; Facoltà di Farmacia; Facoltà di Lettere e Filosofia; Facoltà di Lingue e Letterature Straniere; Facoltà di Medicina e Chirurgia; Facoltà di Psicologia; Facoltà di Scienze dell'Educazione Motoria; Facoltà di Scienze della Formazione; Facoltà di Scienze Manageriali; Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali; Facoltà di Scienze Sociali.
Il Prefetto dott. Vincenzo D'Antuono. Il Dott. Vincenzo D'Antuono è nato a Castellamare di Stabia (NA) il 27 settembre 1950. Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l'Università "Federico II" di Napoli e, successivamente, l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato, attività che ha svolto per sei anni. Nel 1981, quale vincitore di concorso per consigliere di Prefettura, è stato assegnato al Ministero dell'Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza, e, successivamente, alla Prefettura di Salerno (ove ha ricoperto anche l'incarico di Capo di Gabinetto) e, di Caserta. Ritornato al Ministero dell'Interno, ha operato presso la Direzione Generale per l'Amministrazione Generale e per gli Affari del Personale e presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Dal 2000 è stato trasferito alla Prefettura - U.T.G. di Pavia, con l'incarico di vice prefetto vicario, funzione che ha ricoperto senza interruzioni fino alla nomina a Prefetto, avvenuta con decorrenza 1° febbraio 2008. Da pari data, fino al mese di gennaio 2009 ha svolto le funzioni di Prefetto della Provincia di Nuoro. Ritornato ancora una volta al Ministero dell'Interno, con decorrenza 26 maggio 2010 è stato destinato a svolgere le funzioni di Prefetto della Provincia di Pescara. Nel corso della propria carriera ha, altresì, avuto brevi esperienze lavorative anche presso le Prefetture di Isernia e Vercelli, a seguito di eventi straordinari che hanno interessato il territorio di quelle province. Durante la permanenza presso le varie Prefetture-U.T.G. ha, inoltre, ricoperto numerosi incarichi di commissario straordinario di Comuni e di altri enti od aziende.
L’U.P.P.I. – Unione Piccoli Proprietari Immobiliari – è il Sindacato apartitico che garantisce la tutela degli interessi di tutti i proprietari immobiliari. La nostra Associazione è in grado di soddisfare al meglio ogni necessità e dare risposte in materia legale, amministrativa, notarile, edile, condominiale, locativa e fiscale. L'Associazione U.P.P.I. - UNIONE PICCOLI PROPRIETARI IMMOBILIARI è presente a Pescara dal 1977. L’UPPI di Pescara si occupa di promuovere e portare avanti iniziative e programmi a tutela della proprietà immobiliare. Svolge inoltre diverse attività di servizi offrendo ai suoi associati assistenza nella stipulazione dei contratti di locazione (compresa la registrazione, anche in via telematica), nell’espletamento delle formalità e degli incombenti, anche fiscali, connessi alla proprietà immobiliare, fornendo gratuitamente consulenze legali, fiscali, tecniche, condominiali. Le consulenze verbali vengono prestate agli associati gratuitamente. Inoltre, l’UPPI fornisce agli associati che lo desiderino il servizio di gestione e amministrazione degli affitti e dei contratti di locazione. A tutti gli iscritti viene inviata gratuitamente la rivista "Scalaunoacento", rivista di cultura, economia e politica immobiliare.
Benvenuti nel sito della Azienda Sanitaria Locale di Pescara sita in Via Renato Paolini 47 - 65124 Pescara. Questa è la filosofia che caratterizza la Azienda USL di Pescara sin dalla sua istituzione nel 1994 quando si fusero in un'unica Azienda le preesistenti Unità Locali Socio Sanitarie di Pescara, Penne e Popoli. L'attuale Azienda USL garantisce ad un bacino di utenza di circa 300.000 abitanti, ripartiti in 46 Comuni, Assistenza Sanitaria collettiva in ambienti di vita e di lavoro, Assistenza Distrettuale, Assistenza Ospedaliera. Il Comitato ristretto dei Sindaci, quale organo di indirizzo politico - amministrativo della A.S.L. di Pescara, rimane in carica quattro anni ed esercita le seguenti funzioni: provvede alla definizione, nell'ambito della programmazione regionale, delle linee di indirizzo per l'impostazione programmatica dell'attività; esamina il bilancio pluriennale di previsione ed il bilancio di esercizio e rimette alla Regione le relative osservazioni; verifica l'andamento generale dell'attività e contribuisce alla definizione dei piani programmatici trasmettendo le proprie valutazioni e proposte al Direttore Generale ed alla Regione; designa un membro del Collegio dei Revisori della rispettiva ASL.
La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Pescara è un ente autonomo di diritto pubblico che, nell'ambito della circoscrizione territoriale della provincia di Pescara, svolge funzioni di interesse generale per il sistema delle imprese. La Camera di Commercio svolge funzioni di supporto e di promozione degli interessi generali dell'imprenditoria locale nonché, fatte salve le competenze attribuite dalla Costituzione e dalle leggi alle amministrazioni statali ed alla regione, funzioni amministrative ed economiche relative al sistema delle imprese. La Camera di Commercio di Pescara svolge inoltre le funzioni ad essa delegate dallo Stato, dalla Regione o da altre pubbliche istituzioni e quelle derivanti da convenzioni internazionali. Gli organi della Camera di commercio di Pescara sono: il Presidente; la Giunta; il Consiglio; il Collegio dei Revisori dei Conti e il Nucleo di Valutazione. Il Presidente rappresenta la Camera di commercio di Pescara, convoca e presiede il Consiglio e la Giunta, ne determina l’ordine del giorno e, in caso d’urgenza, provvede agli atti di competenza della Giunta.  Il Presidente della Camera di Commercio di Pescara è Daniele Becci ed è stato eletto il 5 agosto 2009.
Il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco di Pescara assicura tutti gli interventi tecnici necessari al fine di salvaguardare l'incolumità delle persone e l'integrità dei beni, garantendo il soccorso non solo in occasione di incendi, ma anche di tutte quelle situazioni di emergenza quali ad esempio improvvisi o minaccianti crolli strutturali, frane, piene, alluvioni o di altra pubblica calamità. Tutti i suoi interventi sono caratterizzati dal requisito dell'immediatezza della prestazione, per i quali siano richieste professionalità tecniche anche ad alto contenuto specialistico ed idonee risorse strumentali. In questa sezione tematica potrete trovare tutte le informazioni sulle attività di emergenza e soccorso.
Cosa fa l’ARTA. Tra i compiti istituzionali dell’ARTA vi è quello di promuovere l’educazione e l’informazione ambientale. L’Agenzia si pone come obiettivo quello di sensibilizzare i cittadini sulle tematiche ecologiche mediante differenti tipologie di azioni: la promozione e la partecipazione ad iniziative di informazione quali convegni, conferenze, incontri aperti, incontri e giornate tematiche; la collaborazione con le istituzioni scolastiche attraverso progetti mirati di educazione ambientale; le partnership con le Università attraverso l’offerta di tirocini formativi per neolaureati; la presenza sui mezzi di comunicazione e in rete per diffondere cultura e consapevolezza ambientale. Come detto, destinatari di tali azioni sono potenzialmente tutti: soggetti pubblici, istituzioni, movimenti, associazioni, organizzazioni comunque denominate, privati, senza riguardo a età, provenienze, estrazione sociale o culturale. E’ evidente che l’ARTA privilegia le forme di conoscenza attiva e i processi di cambiamento effettivi dei comportamenti e degli stili di vita, stimolando quindi collaborazione, partecipazione, lavoro in rete, comunicazione, confronto.
Nell'ordinamento giuridico italiano, l'Ordine degli ingegneri è l'ordine professionale che riunisce tutti gli esercitanti la professione di ingegnere. Esiste un Ordine degli ingegneri per ogni provincia. La legge numero 1395 del 1923 affida agli Ordini provinciali la tutela del titolo e dell'esercizio della professione che si attua mediante la tenuta dell'Albo; la legge n. 897 del 1938 fissa inoltre l'obbligatorietà di iscriversi all'Albo per ogni professionista che voglia esercitare la professione di ingegnere. Il Consiglio Nazionale Ingegneri (C.N.I.), disciplinato dal DPR 169/2005, è l'organismo che rappresenta istituzionalmente sul piano nazionale gli interessi rilevanti della categoria professionale degli ingegneri. Fu inizialmente costituito sotto il nome di "Commissione Centrale" dal regio decreto n. 2537 del 1925. Durante il fascismo gli ordini furono sostituiti dai sindacati,[senza fonte] per cui la Commissione Centrale cessò la sua attività, ma fu successivamente ricostituita con il DLL n. 382 del 1944. Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha sede a Roma ed è un ente di diritto pubblico sotto la vigilanza del Ministero della Giustizia. Al CNI appartengono quindici Consiglieri, che vengono eletti dai membri appartenenti a tutti i Consigli provinciali dell'Ordine degli ingegneri.
Stralcio dell'art. 10 e 11 R.D. 11-2-1929, n.274 - Regolamento per la professione del geometra. "Art. 10. — La cancellazione dall'albo, oltre che per motivi disciplinari, giusta l'articolo seguente, è pronunciata dal Consiglio, su domanda o in seguito a dimissioni dell’interessato, ovvero d'ufficio o su richiesta del Procuratore della Repubblica, nei casi: a) di perdita della cittadinanza o del godimento dei diritti civili; b) di trasferimento dell'iscritto in un altro albo. Art. 11. — Le pene disciplinari che il Consiglio può applicare, per gli abusi e le mancanze che gli iscritti abbiano commesso nell'esercizio della professione, sono: a) I'avvertimento; b) la censura; c) la sospensione dall'esercizio professionale per un tempo non maggiore di sei mesi; d) la cancellazione dall'albo. L'avvertimento è dato con lettera raccomandata a firma del presidente del Consiglio. La censura, la sospensione e la cancellazione sono notificate al colpevole per mezzo di ufficiale giudiziario". Codice Deontologico del geometra libero professionista.
L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Pescara e Sulmona (ODCEC) è stato istituito con Decreto legislativo n. 139 del 28 giugno 2005. Il rinnovato assetto giuridico riflette l’evoluzione della Professione economico-contabile, di antica tradizione e sempre pronta ad aggiornare e sviluppare le proprie competenze professionali in ragione delle esigenze segnalate dal contesto socio-economico. Nell'Ordine sono confluiti gli iscritti dei preesistenti Ordine dei Dottori Commercialisti di Pescara e Sulmona e Collegio dei Ragionieri e Periti Commerciali di Pescara e Sulmona. Nel proprio ambito territoriale l’Ordine di Pescara e Sulmona, sotto la vigilanza del Ministero di Giustizia e del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, è chiamato a: vigilare sull’osservanza della legge professionale e sul legale esercizio dell’attività di Dottore Commercialista e di Esperto Contabile nonché sul decoro e l’indipendenza della Professione. In tal senso gli sono attribuiti poteri disciplinari nei confronti degli Iscritti, al fine di tutelare la correttezza e la professionalità dei comportamenti; curare la tenuta dell'Albo, dell'Elenco speciale nonché del Registro dei tirocinanti e promuovere, a livello locale, i rapporti con gli enti locali, le istituzioni, il mondo accademico e professionale; formulare pareri in materia di liquidazione di onorari a richiesta degli Iscritti o della pubblica amministrazione; promuovere e regolare la Formazione Professionale Continua (FPC), obbligatoria per i Dottori Commercialisti e gli Esperti Contabili, determinando le iniziative formative sulla base delle esigenze avvertite sul territorio dagli Iscritti.
La Capitaneria di Porto di Pescara assolve ai seguenti servizi: Iscrizione nei registri imbarcazioni da diporto; Calendari d'esame: consulta le date delle sessioni d'esame per il rilascio della patente nautica. Tempi per l'erogazione del servizio: Il tempo massimo tra la dichiarazione di disponibilità all'esame e lo svolgimento dello stesso è di 45 giorni. Per maggiori informazioni consulta le procedure per il rilascio e la convalida della patente nautica. Iscrizione nelle matricole della gente di mare. Per ulteriori informazioni sull'erogazione di questo servizio:  tel: 085694040 - e-mail: pescara@guardiacostiera.it. Rilascio dei titoli professionali marittimi. Calendari d'esame: consulta le date delle sessioni d'esame per il rilascio dei titoli professionali marittimi. Cosa fare per e cosa avere nelle dotazioni di sicurezza. Il NAVTEX È un servizio che prevede la diffusione di avvisi ai naviganti e previsioni meteo. Tale servizio è fruibile gratuitamente sulla frequenza 518 Khz con apposito ricevitore disponibile presso i rivenditori di apparecchiature nautiche ed alle pagine 718/1,2, 3, 4, 5, 6, 7 di TELEVIDEO RAI. Su MEDIAVIDEO alle pagine 415, 416, 417, 418 e 419 nel bacino 400 di Meteo e Trasporti.
L'Agenzia del Demanio di Pescara provvede agli acquisti per le pubbliche amministrazioni. L'Agenzia del Demanio provvede all'acquisto in nome e per conto dello Stato, degli immobili che si rendessero utili al soddisfacimento delle esigenze governative delle Amministrazioni statali. Beni in uso alla PA centrale. Come noto, la legge finanziaria 2008 fissa limiti di spesa per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili di proprietà statale in uso governativo e limiti di spesa per la manutenzione ordinaria relativamente agli immobili di proprietà privata condotti in regime di locazione passiva dalle Amministrazioni centrali dello Stato. Tali limiti sono determinati sulla base di specifiche percentuali, indicate al comma 618 dell'art. 2 della legge finanziaria, applicate al valore degli immobili. Attività tecnico-estimale per lo Stato. All'Agenzia del Demanio è attribuita l'amministrazione dei beni immobili dello Stato, con il compito di razionalizzarne e valorizzarne l'impiego. Le attività estimali svolte in tale ambito, a fini conoscitivi ed operativi, sono basate su criteri di mercato. Fondi immobili pubblici.
Chi siamo ed eravamo. L'Agenzia delle Dogane è una delle quattro agenzie fiscali nate, il 1° gennaio 2001, dalla riorganizzazione dell'Amministrazione finanziaria stabilita dal Decreto legislativo n. 300 del 1999. L’Agenzia delle Dogane, nell’ambito delle proprie prerogative istituzionali, esercita, a garanzia della piena osservanza della normativa comunitaria, attività di controllo, accertamento e verifica relative alla circolazione delle merci e alla fiscalità interna connessa agli scambi internazionali, garantendo la riscossione di circa 15 miliardi di euro (IVA e dazi). Verifica e controlla scambi, produzione e consumo dei prodotti e delle risorse naturali soggetti ad accisa riscuotendo annualmente, per quest’ultimo settore, circa 30 miliardi di euro. Contrasta gli illeciti di natura extratributaria, quali i traffici illegali di droga, armi, beni del patrimonio culturale, prodotti contraffatti o non rispondenti alle normative in materia sanitaria o di sicurezza, nonché commercio internazionale di esemplari di specie animali e vegetali minacciate di estinzione, protette dalla Convenzione di Washington. Provvede anche alla raccolta dei dati statistici per la redazione della bilancia commerciale. La missione delineata nelle norme comunitarie e nazionali è caratterizzata da una particolare complessità operativa dovuta all’esigenza di effettuare controlli sui traffici commerciali in tempo reale. A tal fine, l’Agenzia si è dotata di strumenti gestionali avanzati, sviluppando un sistema di controlli basato sulle più evolute tecniche di analisi dei rischi, la cui efficienza ed efficacia scongiurano ogni ritardo che possa rivelarsi pregiudizievole alla competitività delle imprese nazionali. Il servizio di sdoganamento on-line, che integra le attività di controllo, processa mediamente un’operazione ogni 2 secondi. L’Agenzia, che può contare su una platea di risorse umane di circa 10.000 professionalità, si articola in Direzioni centrali, regionali, interregionali e provinciali con funzioni di indirizzo, coordinamento e controllo, nonché nelle seguenti strutture presenti in ambito territoriale con funzioni operative: 80 Uffici delle dogane, 175 Sezioni operative territoriali e 15 Laboratori chimici. Questi ultimi, che vantano più di 500 determinazioni analitiche accreditate ISO EN 17025, oltre a svolgere attività di analisi merceologica a fini istituzionali, offrono servizi sul mercato, nei settori dell'industria dei prodotti organici, inorganici e alimentari, compresi prodotti transgenici (OGM) e materiali gemmologici. Nell’ambito dell’Agenzia opera anche il Servizio Autonomo Interventi Settore Agricolo (S.A.I.S.A.), che cura gli adempimenti relativi agli aiuti comunitari connessi alle esportazioni dei prodotti agricoli.
La missione di Formez. Formez PA - centro servizi, assistenza, studi e formazione per l'ammodernamento delle P.A. - opera a livello nazionale e risponde al Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nell'ambito delle competenze stabilite dal  D.Lgs. 6/2010, l'Assemblea dei Soci del 17 marzo 2010 ha individuato una nuova missione specifica per Formez PA, che assume una funzione di supporto delle riforme e di diffusione dell'innovazione amministrativa dei soggetti associati. Le finalità di Formez P.A. Personalità giuridica e compagine sociale: Formez PA è un'associazione riconosciuta, con personalità giuridica di diritto privato sottoposta al controllo, alla vigilanza, ai poteri ispettivi della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica. Le amministrazioni dello Stato, le regioni, le province, i comuni, le unioni di comuni e le comunità montane possono far parte dell'associazione. Partecipano attualmente a Formez PA: Regione Abruzzo, Regione Basilicata, Regione Calabria, Regione Campania, Regione Lombardia, Regione Molise, Regione Puglia, Regione Sardegna, Regione Sicilia, Comune di Roma, Comune di Bari, Comune di Pescara e Provincia di Pescara.
Res Tipica. Res Tipica è il progetto Anci di promozione delle identità territoriali italiane. Il progetto nasce per salvaguardare e promuovere l'immenso patrimonio ambientale, culturale, turistico ed enogastronomico dei Comuni piccoli e medi del nostro Paese. Città dei Motori: "Città dei Motori", costituita su iniziativa dell’ANCI, è la rete dei Comuni italiani nei quali hanno sede aziende e produzioni motoristiche d’eccellenza, circuiti sportivi e istituzioni culturali di questo settore. Il campo d’azione di CdM è ampio. L’associazione, oltre alle città dove hanno sede produzioni automobilistiche e motociclistiche, mira ad includere quelle del settore aeronautico e della cantieristica navale. Bimbimbici: Una pedalata cittadina riservata ai bambini fino agli 11 anni che si tiene ogni anno, la prima domenica di maggio. Una pedalata gioiosa, un’occasione di festa per tutti quegli utenti deboli delle strade e delle piazze che, come i bambini, vivono quotidianamente la città come luogo riservato ad utenti forti, in primo luogo gli automobilisti, per i quali la fisionomia della città assume strutture e configurazioni funzionali ad un certo tipo di sviluppo. I Borghi più Belli d'Italia: Il Club "I Borghi più Belli d'Italia" è nato nel marzo del 2001 su impulso della Consulta del Turismo dell'ANCI. L'iniziativa è sorta dall'esigenza di valorizzare il grande patrimonio di storia, arte, cultura, ambiente e tradizioni presente nei piccoli centri italiani.
La Confcommercio di Pescara è l'organizzazione maggiormente rappresentativa dei settori del commercio, del turismo e dei servizi. La sede, di proprietà dell'Associazione per tramite della propria società Ascom Immobiliare Srl, si trova a Pescara in Via A. Moro n. 1/3, e si estende per oltre 1.200 mq su un intero piano. Le aziende iscritte alla Confcommercio di Pescara - facenti parte dei comparti del commercio, del turismo e sei servizi - confluiscono, a seconda del settore di operatività, in circa quaranta Associazioni di Categoria, ognuna delle quali dotata di un Consiglio Direttivo al cui interno vengono eletti un Presidente e un Vicepresidente. Oltre al ruolo di tutela e rappresentanza sindacale degli interessi degli operatori del terziario, i principali servizi resi alle imprese associate consistono nel fornire alle stesse tutela e assistenza di carattere sindacale, attività di formazione professionale, assistenza e consulenza nel settore fiscale e tributario, in materia previdenziale, nella normativa del lavoro, nel campo legale, nel settore creditizio, e più in generale in tutte le problematiche inerenti le aziende del terziario.  Allo scopo di aumentare quanto più possibile il ventaglio dei servizi da offrire alle imprese associate, abbracciando a 360° tutti i campi ed i settori di specifico interesse per le categorie rappresentate, e cercando quindi di garantire alle stesse la massima e più ampia assistenza, la Confcommercio ha creato tutta una serie di strutture operative, ognuna delle quali con propri compiti e specificità.
Qui puoi trovare aziende, associazioni, enti, club, avvocati, ecc. da tutto il territorio nazionale. Non esitare a contattarli. Se conosci un'azienda, puoi scrivere recensioni sui suoi prodotti e servizi. Aiuta gli altri a prendere le decisioni giuste. Il nostro obiettivo è quello di collegare le imprese ed i consumatori, fornendo un ambiente migliore per aiutarli a prendere le buone decisioni di acquisto e di vendita.
Tutti i servizi e l'attività di informazione ed assistenza vengono forniti sia direttamente presso gli uffici Confcommercio in Via A. Moro n. 1/3 a Pescara, sia attraverso le 16 Delegazioni di zona costituite presso i comuni di Alanno - Bussi - Caramanico - Cepagatti - Città S. Angelo - Lettomanoppello - Loreto Aprutino - Manoppello - Nocciano - Penne - Popoli - Roccamorice - Scafa - Spoltore - Tocco da Casauria - Torre de Passeri.  Ciascuna delle suddette Delegazioni, analogamente alle Associazioni di Categoria, opera attraverso un Consiglio Direttivo e un Presidente, che assume la carica di "Delegato". Al fine di garantire un puntuale, costante e tempestivo servizio informativo, l'Associazione ha creato un periodico di informazione, denominato "Confcommercio Commercio Turismo Servizi", sul quale vengono riportate tutte le notizie di specifico interesse per le categorie rappresentate. L'attività informativa si concretizza anche attraverso la realizzazione e pubblicazione di guide, depliant e brochure. La Confcommercio è inoltre presente con propri componenti, di volta in volta designati in base all'esperienza ed alla qualificazione nel proprio campo di attività, in tutte quelle Commissioni in cui per legge viene prevista la rappresentatività del settore terziario. Sempre a fronte del grado di rappresentatività, membri della Confcommercio sono presenti anche nel Consiglio della Camera di Commercio e nei Consigli di Amministrazione di diversi istituti di credito locali.
Profilo Confimprese: È l’Associazione delle imprese del commercio moderno - franchising, gdo e reti dirette - operante sull’intero territorio nazionale. L’Associazione riunisce imprese omogenee per merceologia - dalla ristorazione all’entertainment, dall’abbigliamento ai servizi - con un target dimensionale da medio grande a leader di mercato, spesso quotate in borsa e, in diversi casi, con una rilevante presenza internazionale. Confimprese in cifre. Diagramma dati Confimprese. Missione: Confimprese si propone di rappresentare e tutelare gli interessi dei retailer moderni e di dialogare con le istituzioni - comunitarie, nazionali e regionali - per favorire la progressiva liberalizzazione dei mercati e sviluppare reti di vendita e marchi. L’Associazione vuole inoltre diffondere la cultura del commercio moderno ed essere per i propri associati un luogo d’incontro e di dibattito sulle prospettive del mercato, oltre che fonte di sinergie per lo sviluppo del loro business. Visione: Confimprese è l'associazione che rappresenta e interpreta i valori di un approccio industriale al Retail: Liberismo, Economie di scala, Managerialità, Orientamento allo sviluppo, Creazione di una normativa ad hoc.
Chi siamo: ARCO CONSUMATORI, forte dell’esperienza di oltre 21 anni di attività, ha messo a punto una strategia d’intervento a favore degli interessi dei consumatori che ha cinque punti di forza : Circoscrivere e presiedere fortemente il territorio su cui opera. Obbiettivo: farsi riconoscere dalle istituzioni e dalle aziende come interlocutore stabile, permanente ed affidabile. Produrre e sperimentare moduli d’intervento da poter esportare "chiavi in. ALCUNI DEI PRINCIPALI OSSERVATORI PERIODICI SULLA QUALITA' E LE NOSTRE INIZIATIVE. Tra le nostre attività conduciamo degli OSSERVATORI PERIODICI sulla qualità percepita,   la formulazione di CARTE DEI SERVIZI e iniziative da noi attivate. I settori di intervento più monitorati sono: i TRASPORTI, le ABITAZIONI, le BANCHE, il COMMERCIO, la VIABILITA', la SICUREZZA SULLE SPIAGGE, l'ACQUA, gli U.R.P., la SICUREZZA, l'ALIMENTAZIONE, i RIFIUTI, la SANITA' e l'AMBIENTE.  CARTE DEI SERVIZI Verifiche delle carte dei servizi, sul loro stato di attuazione. LE ATTIVITA’ Il forte presidio del territorio abruzzese messo in atto dall’associazione in questi anni, ha consentito ad ARCO CONSUMATORI di sperimentare moduli d’intervento in quasi tutti i settori economici nei quali vi è una offerta al pubblico di beni e servizi e di diventare un punto di riferimento autorevole per i cittadini, le istituzioni e le imprese, in merito a: Assistenza e tutela dei consumatori tramite il proprio ufficio che sovrintende al contenzioso.
Adiconsum è un'associazione di consumatori con oltre 149.375 associati costituita nel 1987 su iniziativa della CISL. È presente su tutto il territorio nazionale, con sedi locali, provinciali e regionali ove i propri operatori, i propri volontari ed i propri dirigenti forniscono assistenza e tutela individuale e collettiva ai consumatori ed alle famiglie. Adiconsum negozia e concerta condizioni di difesa individuale e collettiva dei consumatori per l’eliminazione delle vessazioni, delle pratiche commerciali scorrette, delle truffe che le persone e le famiglie quotidianamente subiscono da aziende senza scrupoli. Adiconsum lavora in stretta sinergia con le Authority e con le Istituzioni che hanno la tutela del consumatore come propria missione. Adiconsum pone al centro del proprio agire: la formazione, l’informazione, la conciliazione paritetica dei contenziosi tra consumatori ed aziende e le buone pratiche quali strumenti di difesa e di riscatto dei consumatori.
La Federconsumatori, costituita nel 1988 con il sostegno della Cgil, è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e la tutela dei consumatori ed utenti. Alla sua costituzione hanno contribuito anche esperti di consumerismo operanti nell'ambito dell'università, dell'informazione e del Parlamento, impegnati da anni in difesa dei diritti dei consumatori.  La Federconsumatori è presente su tutto il territorio nazionale con una rete capillare di sportelli per fornire assistenza e consulenza a tutti i cittadini. Possono accedere agli sportelli e alle sedi dell'associazione tutti i consumatori indistintamente. Gli operatori degli sportelli svolgono soprattutto un'attività di informazione dei consumatori, dei loro diritti, delle leggi vigenti e delle azioni da intraprendere per risolvere i loro problemi. I servizi di informazione, consulenza ed assistenza sono espletati da esperti qualificati. Il consumatore che lo desideri può associarsi alla Federconsumatori ed usufruire del relativo servizio di sportello versando una quota fissa annua. Per specifici interventi di natura tecnico-legale dovranno essere corrisposte spese ed onorari di spettanza dei professionisti indicati dalla Federconsumatori, che applicheranno gli onorari minimi previsti dai rispettivi ordini professionali. La Federconsumatori che già da venti anni opera con competenza e professionalità nella difesa dei diritti dei consumatori, ha promosso molteplici iniziative, incontri, dibattiti, conferenze, ricerche e campagne informative, a diversi livelli: locale, nazionaleed europeo. L'associazione collabora con istituzioni comunitarie e nazionali:Commissione europea per le politiche dei consumatori, Parlamento europeo, ilComitato economico e sociale, i Ministeri, il Cnel, la Commissione di garanzia legge n. 146/90, le Regioni, le Provincie,i Comuni e le Camere di commercio.
Il Codacons - Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori - è associazione nata nel 1986 quale "erede" di precedenti campagne a difesa dei consumatori e degli utenti che risalgono al ben lontano 1976 sul fronte storico della "guerra alla SIP". Da allora, attraverso le sue molteplici iniziative e la sua articolata organizzazione, il Codacons è giunto ad ottenere il massimo delle stellette nella hit parade delle associazioni consumeristiche, a giudizio unanime dei mass-media, del mondo produttivo, sociale ed istituzionale. Essendo una delle associazioni consumeristiche maggiormente rappresentative sul piano nazionale per il volume di attività prodotto, il Codacons fa parte di numerose Commissioni consultive della Pubblica Amministrazione. Particolarità del Codacons è quella di essere una "Associazione di Associazioni": Al Codacons aderiscono infatti numerose associazioni che operano per la tutela degli utenti dei servizi pubblici, della giustizia, della scuola, dei trasporti, dei servizi telefonici, dei servizi radio televisivi, dei servizi sanitari, dei servizi finanziari, bancari e assicurativi, della stampa e dei diritti d'autore ed altri. Il Codacons, oltre ad abbracciare le varie Associazioni aderenti con i relativi scopi statutari, è Associazione autonoma con propri associati individuali e con una propria organizzazione articolata in varie sedi sparse su tutto il territorio nazionale. Il collegamento con altri Stati (europei e non), un Centro Studi sul territorio, un Centro per l'immagine pubblica, un osservatorio sui servizi pubblici, un vivace ed agguerrito ufficio legale, sono gli altri principali strumenti operativi del Codacons. Il Codacons è un'associazione di volontariato di cui alla l.266/91 autonoma, senza fini di lucro a base democratica e partecipativa che persegue esclusivamente obiettivi di solidarietà sociale.
"CODICI" Centro per i Diritti del Cittadino, è un'Associazione di cittadini impegnata ad affermare,  promuovere e tutelare i diritti dei cittadini con particolare riferimento alle persone più indifese ed emarginate. Nasce 1987 come CO.DI.CI. e si afferma nel 1993 come coordinamento di associazioni per la tutela dei diritti del cittadino, nel 1998 scioglie la sua struttura confederativa e si trasforma nell' Associazione CODICI centro per i diritti del cittadino, quale associazione impegnata ad affermare i diritti dei cittadini consumatori, senza distinzione di classe, sesso, credenza religiosa e appartenenza politica. Un'attività presente in modo capillare sull'intero territorio nazionale. l'Associazione, infatti, con le sue sedi regionali e provinciali, si caratterizza per il contatto diretto che cerca di creare con i cittadini, al fine di cogliere le reali necessità ed offrire soluzioni concrete.
Pescara è una città nuovissima. Ancora dopo la prima guerra mondiale, alla foce del fiume omonimo esistevano due cittadine molto diverse tra loro. A sud la più antica Pescara (ora Portanuova), cresciuta sui resti della fortezza cinquecentesca che presidiava il fiume e la statale 16 Adriatica all'innesto della Via Tiburtina-Valeria sbocco della più importante valle d'Abruzzo. Dopo la costruzione della ferrovia, dei bastioni non resta quasi nulla, e poco anche del successivo insediamento (il Bagno penale e alcuni modesti edifici tra cui la casa di D'Annunzio). Ancora dopo la prima guerra mondiale, alla foce del fiume omonimo esistevano due cittadine molto diverse tra loro. A sud la più antica Pescara (ora Portanuova), cresciuta sui resti della fortezza cinquecentesca che presidiava il fiume e la statale 16 Adriatica all'innesto della Via Tiburtina-Valeria sbocco della più importante valle d'Abruzzo. Dopo la costruzione della ferrovia, dei bastioni non resta quasi nulla, e poco anche del successivo insediamento (il Bagno penale e alcuni modesti edifici tra cui la casa di D'Annunzio). A nord del fiume Pescara, nella stretta fascia di terra che si allunga tra le colline e il mare si era invece sviluppata dal 1806, prendendo a fulcro il santuario della Madonna dei Sette Dolori, Castellammare Adriatico, che con l'arrivo della ferrovia e la costruzione della Stazione (1863) aveva avuto un certo sviluppo.
Commerciale, artigianale e 'popolare' Pescara; borghese, signorile e turistico Castellammare Adriatico, ancora al principio del XX secolo scandito dalle grandi ville dei possidenti. La fusione dei due comuni (1926) avvenne, patrocinante Gabriele D'Annunzio, con la nomina a capoluogo di una piccola provincia ricavata da quelle di Chieti e Teramo, a cavallo del fiume. I nuovi edifici del capoluogo si realizzano il più possibile lungo l'Adriatica, oggi corso Vittorio Emanuele, che continua a essere la principale arteria cittadina, e unisce i due nuclei attraverso un ponte, edificato nel 1934: il Tribunale, la Camera di Commercio, il tempio della Conciliazione in lato Portanuova; in lato Castellammare Adriatico il Banco di Napoli, le Poste, il Comune, la Provincia, questi ultimi a formare una grande piazza monumentale (piazza dei Vestini, oggi Italia) che avrebbe costituito il nuovo centro cittadino.
Nasce inoltre il quartiere di case popolari detto dei Pescatori (1934) e viene compiuta (1939) la bonifica dei terreni tra la vecchia Pescara e il mare. La densa occupazione delle aree centrali successiva alla ricostruzione postbellica porta la città a espandersi verso l'esterno. La realizzazione della zona industriale tra Pescara e Chieti, i collegamenti autostradali e l'asse attrezzato, l'insediamento di alcune Facoltà dell'Università D'Annunzio, le nuove sedi di uffici regionali e statali, la nuova Stazione centrale delle Ferrovie dello Stato, il porto turistico modificano ancora il quadro generale offrendo nuove possibilità e preparando Pescara alla sfida con il terzo millennio.

Giulianova turistica. Ammirevole e splendente città di mare, si estende lungo la fascia costiera per circa 5 km e ogni anno risorge tra il Tordino e il Salinello sempre più energica e scintillante per accogliere con ancora più onore e impegno i tantissimi turisti che visitano Giulianova e il suo territorio.
Venirci a trovare è davvero semplice. Giulianova è nel bel mezzo d’Italia, a Nord di un Abruzzo costiero dalle innumerevoli risorse turistiche e ambientali. Giulianova si raggiunge via Autostrada A14 - uscita Giulianova, oppure in treno con la comoda stazione ferroviaria, o ancora in aereo atterrando nel moderno Aeroporto d’Abruzzo di Pescara, Giulianova è distante appena 50 chilometri.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu