Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Paglieta - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Paglieta

Chieti
 

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
 
Paglieta è un paese che La cittadina sorge su di un colle (235 m. s.l.m.) a sud del fiume Sangro (lungo 115 Km) in posizione panoramica sulla Valle del Sangro. Ad est di Paglieta troviamo il Mar Adriatico (a circa 9 Km) e ad ovest la Majella (30 Km circa), la seconda vetta più alta della catena montuosa degli Appennini. Il territorio di Paglieta è esteso per 34,18 Kmq e confina con i seguenti paesi: a nord con Fossacesia, nord-est con Torino di Sangro, ad est con Casalbordino, a sud con Atessa, ad ovest con Lanciano e Mozzagrogna ed a nord-ovest con Santa Maria Imbaro. La popolazione di Paglieta è di circa 4.500 abitanti. Nel 1200 Paglieta venne recintato da poderose mura. Delle antiche vestigia rimangono parte di esse, dei torrioni, l'arco ogivale della porta d'ingresso e la torre campanaria. Paglieta già territorio dell'abbazia di san Giovanni in Venere, il Castello di Paglieta diventa via via feudo (XIII sec.). Dal 1312 al 1533, Paglieta per oltre due secoli appartenne alla città di Lanciano (donata da Carlo V a Rodorico Arripalda) di cui condivise le alterne vicende nel 1577 passò al Feudo di Laura Mormile Pignatelli 1564 al 1799, alla cui famiglia appartenne fino all'eversione della feudalità.
 
Documentano l'antica presenza antropica di Paglieta nel territorio ruderi di epoca italica, tracce di un ponte romano, emergenze architettoniche medioevali (Torre della Porta, Torrione rotondo), segni del passaggio tratturale in località Cansano - Colle Limite. Tra le emergenze del patrimonio ecclesiastico di Paglieta si segnalano: la chiesa di S. Canziano (XII sec.) ma rinnovata nel XIX sec., la chiesa di S. Rocco, edificata nel XVI sec., ma ristrutturata alla fine del XIX sec., la chiesa di S. Maria Assunta in cielo (XVI sec.) all'interno del centro storico. Visse con grande partecipazione i moti che portano all'Unità d'Italia (Giuseppe Tretta fu maggiore garibaldino con i mille). Importante centro agricolo-economico Paglieta fu capoluogo di mandamento. Sede dell'Ufficio di Registro di Pretura. Nell'occhio del ciclone nella seconda guerra mondiale, Paglieta subì notevoli danni e caduti durante la battaglia del Sangro. Protagonista nelle vicende politico-economiche dal dopoguerra (la zona industriale di Val di Sangro è situata per il 40% nel suo territorio).


Città di Paglieta

Cosa vedere a Paglieta. Torre della Porta: L'edificio venne costruito nel XVIII secolo con la soprelevazione di una struttura medievale che comprendeva una delle porte di accesso alla città di Paglieta, con l'aggiunta della torre campanaria e successivamente anche dell'orologio. La torretta terminale di supporto in ferro per le campane venne realizzata agli inizi del Novecento. Negli anni '60 venne effettuato un intervento al paramento di mattoni per cui adesso la struttura non mostra segni di degrado. La porta è interamente realizzata in mattone ed è orizzontalmente suddivisa in tre parti. Il primo e il secondo settore sono divisi da un beccatello sporgente con caditoie; il secondo e il terzo da una cornice. É inquadrata sulla faccia esterna al borgo antico da un arco ogivale, su quella interna invece da un arco a tutto sesto, secondo uno stile molto ricorrente in tutta la regione. Nella parte centrale vi è un'apertura rettangolare verso l'esterno ed un vano con scala d'accesso verso l'interno, a ridosso della torre. Nella parte superiore vi sono invece aperture a tutto sesto, sormontate dall'attico con le campane.

Comune di Paglieta
Via Martelli Di Matteo, 10
- 66020 Paglieta (Ch)
Tel.: 0872 80821 – Fax: 0872 80531

Altitudine: 235 mt. s.l.m.
Estensione: 34,18 kmq.

Sito web: www.comune.paglieta.ch.it

PEC - Posta certificata: protocollo@pec.comune.paglieta.ch.it
Posta ordinaria: info@comune.paglieta.ch.it

Cosa vedere a Paglieta.Torrione Medioevale: Il Torrione di Paglieta faceva parte dell’antica cerchia muraria e attualmente viene utilizzato come abitazione; l’edificio risale al XIV secolo, periodo di costruzione della cerchia muraria. Nel corso del Settecento risulta interessato da un intervento di sopraelevazione ed inglobamento nelle nuove costruzioni ricavate lungo il circuito delle mura. La torre di Paglieta partecipa oggi di un contesto ambientale molto degradato, segnato dalla presenza sulle sue murature di aperture incongrue che ne offendono l’immagine. Nella zona basamentale sono evidenti segni di usura dei mattoni, in più parti mancanti o erosi e sfaldati. Nella parte alta l’intonaco si è parzialmente distaccato. La zona basamentale è in mattoni a vista, con archi di scarico a sostegno dell’antico coronamento. Il corpo superiore, relativo alla sopraelevazione settecentesca, si presenta invece intonacato, con aperture intervallate da coppie di lesene rosse, a reggere un ampio cornicione modanato. Questo corpo è diviso da quello sottostante a mezzo di un balcone che cinge l’intero perimetro libero della torre.

La cittadina di Paglieta sorge su un colle alla destra del fiume Sangro in posizione panoramica. Il ritrovamento di diversi reperti storici appartenenti ad epoche diverse testimoniano una continuità di insediamenti abitativi. Le prime notizie storicamente documentate su Paglieta risalgono al XII sec. Nel XIV sec. la città era assoggettata a Lanciano e dal XIV sec. vi ebbero signoria i Pignatelli. Trae il suo nome dal derivato latino di Castrum Palletae, ovvero balle di fieno.

 

Accoglienza turistica a Paglieta
 Alberghi a Paglieta
 Residenze turistico alberghiera a Paglieta
 Residence a Paglieta
 Case per le vacanze a Paglieta
 Appartamenti a Paglieta
 Country House a Paglieta
 Bed and breakfast a Paglieta
 Alloggi agroturistici a Paglieta
 Campeggi a Paglieta
 Villaggi turistici a Paglieta
 Ostelli della Gioventu' a Paglieta
 Case per le ferie a Paglieta
 Affittacamere a Paglieta
 Aree sosta per camper a Paglieta

Cosa vedere a Paglieta. Palazzo Mariani: La nascita dell’edificio di Paglieta si fa risalire al periodo tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento. E’ probabile tuttavia che non sia mai stato completato secondo il progetto originario. Risalgono al 1980 lavori di trasformazione che ne alterano l’articolazione interna e la logica compositiva dei prospetti. I vani dell’edificio sono in gran parte disabitati e in abbandono anche se l’edificio è attualmente in fase di restauro. Le sue condizioni si presentano buone riguardo alle strutture. Segni di degrado sono sul paramento di mattoni e sulle chiusure verticali. Sul terzo livello gli infissi sono assenti, conferendo all’insieme un carattere di abbandono e incuria. Di grande interesse è la facciata posteriore, dove, sopra il piano terra, l’edificio subisce un arretramento nella parte centrale, prendendo una conformazione a C assunta a racchiudere un corpo scale cilindrico, forato da alte e strette finestre a tutto sesto, oggi in parte chiuse da tompagni in mattoni.


Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia di Chieti

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu