Guida ai musei di Giulianova: Museo archeologico "Il Bianco" - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Guida ai musei di Giulianova: Museo archeologico "Il Bianco"

Giulianova > Guida ai quartieri > Musei & Raccolte
 
 

Museo Archeologico detto IL BIANCO

(Via Acquaviva inc. Via Del Popolo)

Nel cinquecentesco torrione “Il Bianco” è stato allestito un piccolo museo archeologico. Nei suggestivi locali ricavati all’interno dell’antica fortificazione, l’antiquarium giuliese espone al pubblico una parte dei reperti archeologici di epoca romana venuti alla luce nel territorio di Giulianova durante vari scavi. Si tratta di pesi da telaio, vasellame, elementi architettonici e soprattutto lucerne ad olio.

                    

Anfora di forma Lamboglia 2               Lucerna del II° secolo D.C.

Le anfore
In epoca precedente alla necropoli, in età repubblicana, l’area aveva avuto una destinazione completamente diversa. Infatti sono state rinvenute numerose anfore in strati di terra sottostanti alle sepolture. L’ipotesi più attendibile è che si trattasse di un magazzino utilizzato per il carico e lo scarico delle merci. In base alla forma dell’anfora si può identificare il tipo d’appartenenza e, di conseguenza, l’area di produzione. Quelle rinvenute nel sito di Giulianova, di forma Lamboglia 2, venivano prodotte lungo le coste del Mare Adriatico tra la fine del II secolo a. C. e la fine del I secolo a. C. I contenitori prodotti sul versante adriatico erano molto diffusi in tutto il Mediterraneo, soprattutto nella parte orientale. Essi venivano utilizzati per il trasporto, soprattutto via mare, del vino, un prodotto molto abbondante già nell’antichità in Abruzzo, dell’olio e del garum, una salsa di pesce molto in voga.

Le lucerne
Il quadro della vita della città nel I secolo d. C. è stato arricchito dalla scoperta di un deposito di lucerne, che probabilmente apparteneva ad un laboratorio artigianale. La disposizione ordinata degli oggetti al di sopra di strato con consistenti tracce di bruciato suggerisce l’ipotesi di una esposizione su un bancone ligneo.
Tra i vari oggetti di uso quotidiano la lucerna era una compagna inseparabile, la cui personalizzazione veniva affidata alla decorazione del disco. In questo caso la varietà dei temi iconografici risulta notevole; dalla mitologia alle scene erotiche, gladiatorie e venatorie, dai soggetti di vita reale ai motivi zoomorfi e floreali.
È possibile ammirare presso il Museo Archeologico “Il Bianco” due splendide vetrine dedicate alle anfore e alle lucerne.

Torrione "La Rocca" detto “Il Bianco”
È la più grande, e la meglio conservata, delle torri delle antiche mura fatte costruire da Giuliantonio Acquaviva a protezione della cittadella rinascimentale. Costruita in pieno fervore umanistico, è il luogo di ideale di congiunzione tra le memorie e i reperti della storia più remota di Giulianova, e la loro conservazione e valorizzazione per il presente.
Giulianova appartiene alla fase del primo studio contro la nuova arma, quella con le torri cilindriche; in pianta sono presenti sottili calcoli di balistica e di strategia militare, intesi a proteggere al meglio la cittadella impiegando il minor numero possibile di uomini.
 
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Per informazioni rivolgersi a: Biblioteca Civica tel. e Fax 085 8021215
dal lunedì al venerdì - ore 9.00 - 12.00 / 15.00 - 18.30
Torrione “Il Bianco”, Via del Popolo incrocio Via Acquaviva
Fino all’8 Settembre il Museo rimarrà aperto nei seguenti giorni:
Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato e Domenica dalle 21.00 alle ore 23.00



A spasso tra i Musei e le Pinacoteche di Giulianova


Museo d'Arte Moderna dello Splendore (Viale dello Splendore, 112)
Il Museo d'Arte dello Splendore, museo di arte contemporanea, occupa gran parte dell'ex Convento-Studentato di Giulianova (Te) - Italy, opportunamente restaurato, ed è stato inaugurato il 27 luglio 1997. Il Museo è composto da tre piani espositivi: Il piano terra adibito alle mostre temporanee; dalla sua inaugurazione sono stati presentati importanti eventi espositivi come "Aligi Sassu e il Sacro" (27 luglio 1997), "Giorgio Morandi pittore ed incisore" (14 dicembre 1997), "Robert Carrol" (19 aprile 1998), "i Cascella, cinque generazioni di artisti abruzzesi" (4 luglio 1998) e "La Bibbia" di Marc Chagall (13 dicembre 1998). Oltre alle mostre temporanee si svolgono, in un ampio
... Leggi tutto

Pinacoteca Comunale "Vincenzo Bindi" (Corso Garibaldi)
Il patrimonio artistico della Pinacoteca Civica  di Giulianova è distribuito in sei sale dell’appartamento all’ultimo piano del palazzo monumentale lasciato in eredità al Comune dallo storico giuliese Vincenzo Bindi, al quale l’istituzione è intitolata. Altre opere sono provvisoriamente esposte in alcune stanze della Biblioteca Civica, sita al piano inferiore, che conserva pregiati testi inerenti la scuola artistica napoletana e la cultura abruzzese. Il nucleo principale e caratterizzante della collezione è costituito da quadri (oli, acquerelli, lamp-black) della "Scuola di Posillipo"
... Leggi tutto

Casa - Museo "Gaetano Braga" (Corso Garibaldi)
Nella seconda metà dell’800 il musicista decise di ricostruire integralmente, nello stesso sito e nella forma attuale, la propria casa natale, originariamente ancora più piccola. Oggi è adibita a Casa-Museo e vi sono conservate diverse opere d’arte (quadri, disegni, sculture) sulla figura e la vita del musicista; tra gli artisti figurano P. Montegny, P. Chardin, S. Schaeppi, A. Malaspina, A. Tantardini, A. Tentarelli (illustre scultore giuliese); vi si trovano anche lettere, illustrazioni, documenti e spartiti, frutto della ricerca condotta in Italia e all’estero dagli studiosi dell’Associazione omonima che vi ha la sede. Visitando la Casa-Museo, è possibile, inoltre, ascoltare registrazioni e incisioni
... Leggi tutto

Casa del Pittore Vincenzo Cermignani
(Via Piave, 10 - Palazzo Cerulli)
Sono esposte opere, fotografie e documenti dei momenti più significativi della vita di Vincenzo Cermignani. Già nel Luglio del 1971 il Comune di Giulianova, legatario in gran parte dell’opera pittorica di Vincenzo Cermignani, aveva organizzato una mostra postuma per onorarne degnamente la memoria. Oggi il suo prezioso lascito, che comprende ben 446 dipinti, ancora custodito nel luogo che fu la sua ultima dimora, posta a sua disposizione nel 1967 da Riccardo Cerulli, in concomitanza con l’avvenuta restaurazione della Pinacoteca «Bindi», viene riproposto all’attenzione
... Leggi tutto

Sala della scultore Raffaello Pagliaccetti (Piazza della Libertà)
Dello scultore Pagliaccetti è stato inaugurato pochi anni fa, nella rinnovata Piazza della Libertà, il busto in bronzo, opera di Ulderico Ulizio. Ora, per la prima volta, vengono esposte a Giulianova, in una sala dell’edificio scolastico De Amicis appositamente allestita, 15 delle sue opere che, sparse in vari musei fiorentini, furono acquistate nel 1914 da Pasquale Ventili e donate in seguito agli Ospedali ed Istituti Riuniti di Teramo. Dopo varie vicissitudini dunque un altro consistente patrimonio artistico giuliese viene recuperato per opera della Civica Amministrazione e offerto alla diretta fruizione dei cittadini. E’ stato Pagliaccetti un caposcuola del Verismo nella seconda metà dell’800
... Leggi tutto

Centro Culturale San Francesco (Via Scarafoni n°3 - tel. 085.80232217)
Il Centro Culturale San Franceco appare oggi una realtà estremamente varia, attenta a tutte le sollecitazioni culturali che provengono dal nostro territorio e a sua volta motore propulsivo e diffusivo di attività culturali, luogo privilegiato di incontro e di amicizia per studiosi e studenti. Così P. Serafino Colangeli, nel numero 0 della Piccola Opera Charitas notizie del 1999 spiegava la nascita del Centro Culturale San Francesco: “Nella festa di San Francesco, il 4 ottobre 1983, la Piccola Opera Charitas inaugurava il Centro Culturale San Francesco in un reparto dello stabile che ospita i ragazzi ad essa affidati. L’occasione esterna ci venne data da un deposito consistente di
... Leggi tutto

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu