Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Monteodorisio - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Monteodorisio

Chieti
 

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
 
Il territorio comunale di Monteodorisio, a prevalente investimento agricolo, si estende per una superficie di Ha 25971. Il centro abitato di Monteodorisio è adagiato su una plaga collinare in posizione panoramica (m. 316 s.l.m.) rispetto all'area valliva in cui scorre il Sinello che nasce dal Monte Castel Fraiano; fiume a regime torrentizio che, attraversate le plaghe collinari di Gissi e di Monteodorisio, sbocca a 2 km ca. dalla foce dell'Osento a nord-ovest della rocciosa Punta della Penna. Monteodorisio è un'espressione urbanistica di notevole interesse e nel panorama storico-artistico dei centri "minori" abruzzesi occupa un posto ragguardevole. Basti per ora far riferimento alle mura urbiche di Monteodorisio, al castello, alle chiese, su cui ci soffermeremo in seguito.
 
A queste memorie medioevali se ne aggiungono però altre risalenti al mondo romano e alle genti frentane che sul territorio vallivo svilupparono le loro attività e insediamenti rurali (villae). Dei quali sono rimaste poche ma significative memorie che legano il territorio di Monteodorisio di nostro interesse di studio alla più antica storia della regione sulla fascia costiera. Territorio che offrì agevoli possibilità di vita legate alla pastorizia ed all'agricoltura. Da tali attività economiche specializzate si può ritenere essere nata sulla collina l'urbs murata di Monteodorisio strettamente legata alla campagna che la circonda formando con essa la civitas. Sulle prime costruzioni collinari di Monteodorisio restano poche memorie: i riferimenti in nostro possesso risalgono al secolo X allorché il centro urbano si andò formando sino a divenire, per ragioni politiche ed amministrative, una piccola "capitale" di contea.


Città di Monteodorisio

I Templari a Monteodorisio. L'Ordine monastico-militare dei Templari fu fondato nel 1119, a Gerusalemme, con lo scopo di proteggere i pellegrini e difendere le vie d'accesso ai luoghi santi. Sua primitiva sede fu un'ala del palazzo reale di Monteodorisio, costruito sulla spianata del Tempio di Salomone. L'ordine si diffuse anche in Europa, dove eresse una fitta rete di precettorie e di mansioni, strutturate in forma di castelli o di caseforti, le cosiddette "domus de forcia". In breve tempo accumulò incalcolabili ricchezze, dovute ai lasciti testamentari, alle operazioni finanziarie e al commercio, tali da destare l'invidia del clero secolare e dei monarchi.

Comune di Monteodorisio
Via Vittorio Emanule III, 1
- 66050 Monteodorisio (Ch)
Tel.: 0873.316131 – Fax: 0873.316450

Altitudine: 315 mt. s.l.m.
Estensione: 25,37 kmq.

Sito web: www.comune.monteodorisio.ch.it
PEC - Posta certificata: comune.monteodorisio@legalmail.it

Posta ordinaria: comunemonteodorisio@alice.it

Il centro abitato di Monteodorisio è adagiato in posizione panoramica, sovrastato dal castello quattrocentesco ed ha un’espressione urbanistica di notevole interesse e nel panorama storico-artistico dei centri minori abruzzesi occupa un posto ragguardevole. Alle memorie medioevali se ne aggiungono altre risalenti al mondo romano e alle genti frentane. Il nome Monteodorisio di origine incerta ricorre spesso nei documenti storici per le imprese guerresche delle famiglie che se ne contendevano il possesso. La prima menzione del paese risale al X sec. quando entrò in possesso del feudo Odorisio, conte dei Marsi, da cui deriva il nome del paese di Monteodorisio, che in seguito fu proprietà di signori legati ai Normanni, quindi degli Svevi e degli Angioini. E’ del XIII sec. la venuta dei francescani a Monteodorisio dove fondarono un convento con chiesa dedicata al poverello d’Assisi. Pur trovando nell’età frentano-romana le premesse umane della sua esistenza, Monteodorisio ha sviluppato il suo centro urbano su un’area prossima a quella antica di Histonium in zona collinare ovvero sul monte. Testimonianze di insediamenti frentano-romane sono state rinvenute nei pressi del paese di Monteodorisio; notevoli sono i resti di mura in opus reticulatum nella zona meridionale del bosco di San Bernardino e ruderi di una villa presso l’abitato in contrada S. Anna.

 

Accoglienza turistica a Monteodorisio
 Alberghi a Monteodorisio
 Residenze turistico alberghiera a Monteodorisio
 Residence a Monteodorisio
 Case per le vacanze a Monteodorisio
 Appartamenti a Monteodorisio
 Country House a Monteodorisio
 Bed and breakfast a Monteodorisio
 Alloggi agroturistici a Monteodorisio
 Campeggi a Monteodorisio
 Villaggi turistici a Monteodorisio
 Ostelli della Gioventu' a Monteodorisio
 Case per le ferie a Monteodorisio
 Affittacamere a Monteodorisio
 Aree sosta per camper a Monteodorisio

Preoccupato per l'eccessiva potenza dei Templari di Monteodorisio e desideroso d'impadronirsi delle loro immense fortune, Filippo il Bello, re di Francia, li fece arrestare nel 1307, accusandoli di eresia e di atti osceni. I prigionieri subirono estenuanti processi, nei quali furono sottoposti alle più orrende torture. Nel 1312, il papa Clemente V, succubo del re, cui doveva la sua elezione al trono pontificio, abolì l'Ordine del Tempio, senza tuttavia condannarlo canonicamente, e devolvette i suoi beni all'ordine dell'Ospedale di S. Giovanni di Gerusalemme, detto poi di Rodi e poi di Malta. Feste e Tradizioni popolari a Monteodorisio: Seconda domenica di maggio: festa patronale di San Marcellino. Primo sabato di settembre: festa di San Rocco. Prima domenica di Settembre: festa della Madonna delle Grazie.


Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia di Chieti

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu