Le Chiese a Giulianova - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Le Chiese a Giulianova

Giulianova > Le Chiese

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
Sulla facciata della villa, appena sotto una delle bifore che ne ingentiliscono la facciata, si legge il motto: "Unus amor vires fraternaque pectora junxit / ut domui lucem funderet unus amor" (Un unico amore unì forze e sentimenti fraterni / affinché un unico amore diffondesse la luce nella casa). La vista è magicamente catturata dalla splendida bicromia fra il mattone scuro di fondo ed il candore dei partiti architettonici: aperture di varia tipologia decorate da paraste, colonnine, capitelli, mensole. Notevole inoltre il loggiato quadrangolare, coperto da terrazzo con parapetto a balaustri, che si affaccia sul giardino. Nel parco della villa è possibile inoltre ammirare due rustici e la splendida Cappella, costruita su un progetto datato 1930 realizzato da Silvio Gambini, architetto teramano tra i maggiori interpreti del nuovo linguaggio architettonico dell’epoca, attivo soprattutto in Lombardia a fianco di nomi del calibro di Giuseppe Sommaruga ed Ernesto Basile. Un tetto in legno a due falde copre la costruzione e, poggiando una estremità su quattro colonne rotonde, crea un piccolo portico antistante l’ingresso. Un alto campanile in mattoncini rossi con un’insolita copertura in legno svetta accorpato di fianco alla costruzione; sulla parete sud è collocata la statua di una Madonna. Sopra la porta d’ingresso, è ammirabile una bellissima immagine del Volto di Cristo realizzato in aerografia da un altro Gambini, figlio dell’Architetto. Una porta in ferro e vetro dà accesso all’unica auletta, la quale termina con un’abside a pianta poligonale sopraelevata di un gradino, dove trova parzialmente posto l’altare.
 

Le Chiese a Giulianova


Duomo San Flaviano
Piazza Bruno Buozzi

Coordinate geografiche (GPS): 42.752104, 13.957481 

Questo augusto e magnifico Tempio sorge di fronte al Palazzo dei Conti Acquaviva, su un’ampia piazza: è un ragguardevole monumento dell'arte nelle nostre province, e certamente una delle opere architettoniche più maestose, originali e singolarmente audaci del secolo XV negli Abruzzi. La sua forma, infatti, non trova riscontro nella nostra regione: sopra un massiccio basamento ottagonale si elevano le robuste mura a mattoni, terminate a merli e feritoie, che, a guisa di fregio, girano intorno... leggi tutto

Chiesa Santa Maria a Mare
Via Maria SS.ma dell’Annunziata

Coordinate geografiche (GPS): 42.738279, 13.971172 

Chiesa di antichissima origine, forse anteriore al XII secolo, in stile romanico, con un bellissimo portale duecentesco, capitelli decorati a gigli e diciotto quadretti di ispirazione cristiana. E’ monumento nazionale. Localmente conosciuta come Chiesa dell'«Annunziata», appellativo che ha dato il nome alla parrocchia e al quartiere sud-orientale di Giulianova sviluppatosi attorno ad essa, la Chiesa di Santa Maria a Mare si trova nelle vicinanze dell'innesto della Nazionale per Teramo... leggi tutto

Chiesa di Sant’Antonio
Via Armando Diaz

Coordinate geografiche (GPS): 42.751162, 13.957601

Già di San Francesco de Paola (1566 circa), era unita al vicino Convento dei Frati Minori Francescani, demolito nei primi dell’900. L’interno, restaurato dall’artista locale Roberto Macellaro, è di stile barocco. Questa chiesa, fino ad oggi classificata come barocca, in base alla data di fondazione, il 1566, come si legge nell’iscrizione sopra il portale, appare invece costruita con uno stile alquanto semplice ed essenziale, tendente molto di più ad un rinascimentale arcaico, come quello della chiesa di S. Anna... leggi tutto

Santuario Maria SS. dello Splendore
Viale Madonna dello Splendore

Coordinate geografiche (GPS): 42.757803, 13.952305

Il Santuario è dedicato alla Madonna che il 22 aprile 1557, secondo la tradizione, apparve ad un umile contadino di nome Bertolino proprio nel luogo in cui sorge il Santuario; ad esso è annesso il Convento dei Cappuccini. All’interno, oltre a dipinti attribuiti al Veronese (1528-1588) ed a Giacomo Farelk (1624-1706), si ammirano: un tabernacolo in legno realizzato tra il 1720 e il 1723 dai fratelli Cappuccini ‘Marangoni’ la statua della Vergine finemente scolpita e il “pozzo miracoloso” dove avvenne il miracolo dell’apparizione... leggi tutto

Chiesa della Misericordia
Piazza Dante Alighieri

Coordinate geografiche (GPS): 42.751743, 13.956566

Edificata nel XVI sec, in ricordo di un’altra chiesa costruita nel vecchio Borgo di San Flaviano dopo la peste del 1348. Quando la popolazione abbandonò Castel San Flaviano per portarsi sulla città neoedificata di Giulia, molte chiese del lido vennero ricostruite sul paese, per permettere ai fedeli di continuare a praticare i vari culti ai quali erano affezionati. Questo avvenne anche nel caso della Chiesa della Misericordia, che si affaccia su Piazza Dante Alighieri, eretta con lo stesso nome di un altro edificio di culto che era stato costruito  nel centro medioevale.. eggi tutto

Chiesa della Natività di Maria Vergine
SS. 16/Via Paolo Thaon di Revel

Coordinate geografiche (GPS): 42.754624, 13.963404

Costruzione della chiesa della Natività. Nel giro di pochi anni intorno alla stazione, la più importante della nostra provincia dopo quella di Castellammare Adriatico, le abitazioni si moltiplicarono a tal punto che nel 1874 gli abitanti dell'allora Borgata Marina, sentendosi ormai una comunità, chiesero al Vescovo di Teramo di interessarsi affinché il nascente quartiere fosse dotato anche di un edificio sacro, ovvero di una chiesa, che permettesse ad essi, specie alle persone anziane, di poter agevolmente soddisfare le proprie esigenze spirituali... leggi tutto

Cappella gentilizia De' Bartolomei
Piazza della Libertà

Coordinate geografiche (GPS): 42.750432, 13.958075

Sul lato sud di Piazza della Libertà, a Giulianova Paese, sorge una elegante cappella gentilizia, eseguita su disegno del compianto architetto Lupi di Teramo. Dopo uno stretto vestibolo si accede nella piccola aula coperta da una cupola che termina con una bassa lanterna. Dietro l’altare sono ancora presenti alcuni gradini dell’antico accesso posteriore della cappella. Questo monumento fu fatto edificare dall’ingegner Gaetano de’ Bartolomei per onorare la memoria dello zio Angelo Antonio Cosimo dé Bartolomei, archeologo, poeta, storico, economista... leggi tutto

La chiesa di Sant'Anna
Via Camillo Benso conte di Cavour 

Coordinate geografiche (GPS): 42.752089, 13.955478

Questo edificio, nonostante sia fortemente trascurato, presenta delle caratteristiche che ne fanno l'elemento forse più importante dell'urbanistica giuliese, con degli echi che potrebbero coinvolgere tutto il territorio nazionale. La chiesa, molto piccola, priva di tetto e ormai ridotta praticamente solo ai muri perimetrali e all'altare, sarebbe da restaurare per il solo fatto che é la superstite meno deturpata tra gli edifici realizzati nella prima fase costruttiva della città, tra il 1472 e il 1482, a cui appartenevano anche le mura, demolite completamente il secolo scorso, e il Palazzo Ducale. Ma al di là di questi motivi generati dall'interesse per la storia dell'architettura locale... leggi tutto

La Chiesa di San Pietro Apostolo
Viale Vincenzo Ercole Orsini

Coordinate geografiche (GPS): 42.757954, 13.963492

L’idea di costruire una chiesa più capiente e funzionale a Giulianova Lido risale al tempo di don Raffaele Baldassarri, parroco della “Natività di Maria Vergine”  dal primo novembre 1934 al 12 gennaio 1960. Don Raffaele, preso atto che la “Chiesa della Natività” non riesce più a contenere adeguatamente i fedeli neppure quando non ci sono i turisti e considerato che la popolazione residenziale del Lido è in continua crescita, nel 1937, dopo aver fatto presente al Vescovo che in molte cerimonie del ciclo della vita e nelle grandi ricorrenze religiose ci sono delle persone costrette ad ascoltare la Santa Messa all’aperto, sopportando, in aggiunta al fastidioso rumore prodotto dal transito delle macchine lungo la Statale 16... leggi tutto

Sulla facciata della villa, appena sotto una delle bifore che ne ingentiliscono la facciata, si legge il motto: "Unus amor vires fraternaque pectora junxit / ut domui lucem funderet unus amor" (Un unico amore unì forze e sentimenti fraterni / affinché un unico amore diffondesse la luce nella casa). La vista è magicamente catturata dalla splendida bicromia fra il mattone scuro di fondo ed il candore dei partiti architettonici: aperture di varia tipologia decorate da paraste, colonnine, capitelli, mensole. Notevole inoltre il loggiato quadrangolare, coperto da terrazzo con parapetto a balaustri, che si affaccia sul giardino. Nel parco della villa è possibile inoltre ammirare due rustici e la splendida Cappella, costruita su un progetto datato 1930 realizzato da Silvio Gambini, architetto teramano tra i maggiori interpreti del nuovo linguaggio architettonico dell’epoca, attivo soprattutto in Lombardia a fianco di nomi del calibro di Giuseppe Sommaruga ed Ernesto Basile. Un tetto in legno a due falde copre la costruzione e, poggiando una estremità su quattro colonne rotonde, crea un piccolo portico antistante l’ingresso. Un alto campanile in mattoncini rossi con un’insolita copertura in legno svetta accorpato di fianco alla costruzione; sulla parete sud è collocata la statua di una Madonna. Sopra la porta d’ingresso, è ammirabile una bellissima immagine del Volto di Cristo realizzato in aerografia da un altro Gambini, figlio dell’Architetto. Una porta in ferro e vetro dà accesso all’unica auletta, la quale termina con un’abside a pianta poligonale sopraelevata di un gradino, dove trova parzialmente posto l’altare.

Giulianova turistica. Ammirevole e splendente città di mare, si estende lungo la fascia costiera del Medio Adriatico per circa 5 km e ogni anno risorge tra il fiume Tordino e il Salinello sempre più energica e scintillante per accogliere con ancora più onore e impegno di tantissimi turisti che visitano Giulianova e il suo territorio. Da non perdere il centro storico di Giulianova Alta.

Venirci a trovare è davvero semplice. Giulianova è nel bel mezzo d’Italia, a Nord di un Abruzzo costiero dalle innumerevoli risorse turistiche e ambientali. Giulianova si raggiunge via Autostrada A14 - uscita Giulianova, oppure in treno con la comoda stazione ferroviaria, o ancora in aereo atterrando nel moderno Aeroporto d’Abruzzo di Pescara, Giulianova è distante solo 50 chilometri.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu