L’architettura religiosa in Abruzzo - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

L’architettura religiosa in Abruzzo

Abruzzo > Arte e Culto in Abruzzo

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
         
 
L’architettura religiosa in Abruzzo
 
L’Abruzzo fu fra le prime regioni italiane a vivere l’impatto vivificante della cristianizzazione, e subito dopo quello rivoluzionario del monachesimo benedettino. Si può anzi dire che, nel quadro severo delle sue montagne e delle difficili condizioni di vita che esse imponevano, è stato essenzialmente il cristianesimo a modellare il profilo culturale e spirituale dell’Abruzzo. La decisiva prevalenza che dal Medioevo questa cultura ebbe rispetto a quella laica e civile nel delineare l’identità regionale, non dipese soltanto dalla forte e primitiva Natura dell’Abruzzo (che ha da sempre costretto i suoi abitanti a confrontarsi col mistero della trascendenza) ma anche e soprattutto dalla mancanza di importanti corti signorili nella regione, e dalla marginalità politica che il territorio assunse rispetto ai centri di potere del Regno di Napoli. I feudatari che si avvicendavano nei suoi castelli, quasi sempre forestieri e spesso neanche residenti, ebbero una limitata incidenza sulla vita civile della regione; non furono pertanto nelle loro dimore, ma nei conventi e nelle abbazie i centri propulsori effettivi della storia abruzzese. Per questa ragione, l’architettura religiosa ha espresso in Abruzzo una prevalenza nettissima su quella civile: una prevalenza che è innanzitutto quantitativa, giacché il numero di edifici religiosi di ogni tipo, urbani e rurali, è enorme e imparagonabile agli edifici civili (soprattutto urbani); ma anche qualitativa, perché fu di nuovo il cristianesimo a introdurre e sviluppare con originalità del tutto locale i nuovi linguaggi e le nuove esperienze dell’architettura europea. “Dal convento di San Liberatore della Majella, fin dagli anni fra il 1007 e il 1019, uscirono alcune maestranze di benedettini che diffusero nella contrada un tipo di architettura in cui si ritrovavano fusi con semplicità e originalità elementi latini e lombardi; i monaci valvensi nel XII secolo propagarono l’architettura romanica; i cistercensi, venuti di Francia, introdussero più tardi le forme gotiche di Borgogna; finché nel XIII secolo fiorirono numerose scuole locali, in gara artistica tra di loro, per opera delle fraterie di Atri, Teramo, Chieti, L’Aquila, Sulmona, Lanciano e della Marsica, che pur nella ricchezza e diversità o eclettismo di stile e nella mancanza di eccezionali individualità, ci rivelano ancor oggi un gusto comune assai elevato, un evidente amore per la sobrietà, la chiarezza, la forza” (Ignazio Silone). Questo primato si è concretizzato in un gran numero di monumenti religiosi di importanza e bellezza assoluti, spesso noti anche a livello internazionale, diffusamente distribuiti sia nei maggiori centri abitati sia nei borghi più piccoli e sperduti, quando non isolati e incastonati nel paesaggio come veri gioielli dello spirito. Questi monumenti hanno aspetti e caratteri diversi: possono essere orgogliose cattedrali urbane integrate nei centri storici maggiori o piccole pievi di paese, solitarie chiese tratturali o campestri armonicamente inserite nel paesaggio, ascetici oratori montani o severi monasteri fortificati. Ma ognuno di essi è uno scrigno di spiritualità e di tesori d'arte. Un patrimonio che originò soprattutto nel Medioevo, sostenuto dalle crescenti ricchezze che la chiesa e la borghesia locali poterono impegnare grazie alla più importante attività produttiva della regione: la Pastorizia.
 
Le grandi chiese urbane
Le chiese urbane hanno rappresentato per ogni comunità lo strumento elettivo per esprimere l’intero orizzonte dei loro valori: fede, cultura, ricchezza, coesione sociale, memoria collettiva. Evidente, dunque, l’impegno nel renderle magnifiche e importanti. Esse, inoltre, hanno sistematicamente costituito in Abruzzo il riferimento cardine per l’ordinamento e la articolazione dei tessuti urbani, più dei palazzi signorili, più degli edifici pubblici. Un ruolo urbanistico primario, generatore di assetti e orientamenti. Caso emblematico, a livello non solo locale ma assoluto, lo sviluppo della città dell’Aquila, fondata e costruita in pochi decenni nella prima metà del XIII secolo e sviluppata attorno a tante piazze e tante chiese quanti erano i castelli (paesi) che si confederarono per darle vita.
 
Le chiese “extra moenia”
Le chiese extra moenia (cioè “fuori delle mura”, ovvero esterne agli abitati: e quindi innanzitutto i conventi, ma poi le chiese campestri, le cappelle tratturali, gli oratori isolati) rappresentano per numero e qualità una delle peculiarità distintive dell’Abruzzo: in una terra di pastori transumanti, abituati a percorrere il territorio in ogni direzione, le chiese isolate disseminate lungo le vie di comunicazione erano non solo un aiuto e una consolazione, ma uno strumento di vita e di lavoro.

Vacanze in Italia. Mille sono i motivi per trascorrere uno splendido weekend nelle città d'arte italiane. Non programmate la vostra vacanza “soltanto” alla scoperta dei musei più noti come il Vaticano e il Colosseo a Roma, gli Uffizi e il David di Michelangelo a Firenze, il Palazzo Ducale di Venezia e l'Ultima Cena di Leonardo a Milano, imperdibili nel vostro itinerario (prenotate l'ingresso per saltare la lunga coda!). Provate anche qualche esperienza più particolare. Vi presentiamo alcune nuove ed esclusive visite, con aperture straordinarie e limitate, alla scoperta di mestieri antichi e degustazioni esclusive che renderanno indimenticabile la vostra vacanza.
Gli Uffici IAT - Informazione Accoglienza Turistica della Regione Abruzzo

Regione della biodiversità, l’Abruzzo testimonia con la propria realtà e con le proprie scelte a favore dell’ambiente come sia possibile far coesistere uno straordinario patrimonio naturalistico con la presenza costante, dinamica, non distruttiva dell’uomo.
Tre Parchi Nazionali: Lo storico Parco Nazionale d’Abruzzo, quelli del Gran Sasso-Monti della Laga e il Parco Nazionale della Majella istituiti di recente; un Parco regionale, il Sirente-Velino, oltre 30 riserve e oasi naturalistiche gestite direttamente sia dai Comuni o dal Corpo Forestale dello Stato che dalle Associazioni ambientaliste; tutto questo fa dell’Abruzzo la Regione dei Parchi, con circa il 30% del proprio territorio sottoposto a tutela.

 
Terme e benessere in Abruzzo. Vacanze per curarsi, per conservare la salute, per ritrovare e mantenere quell'equilibrio tra il corpo e la mente che aiuta a restare giovani a lungo. Terra di grandi orizzonti verdi, di spazi di natura incontaminati e di spiagge adatte a un turismo tranquillo, l’Abruzzo offre interessanti possibilita' anche a chi preferisce soggiornare in collina. Molte tra le localita' ai piedi della montagna sorgono tra i 400 e i 900 metri, e possono quindi ospitare senza problemi chi avrebbe delle difficolta' a salire eccessivamente di quota. Per chi ha bisogno di cure termali, infine, l'Abruzzo offre l'attrezzatissima stazione di Caramanico Terme, ai piedi della natura selvaggia della Majella, e i centri di cura di Popoli e Raiano. Meritano una citazione anche le salutari acque minerali di Canistro.
Turismo in Abruzzo, tra natura e turismo rurale: Il turismo in Abruzzo offre i più vari e meravigliosi panorami, dalla catena alpina (la catena montuosa più importante d'Europa ) alle spiagge di corallo, dai parchi nazionali e dalle foreste incontaminate alle più belle isole del Mediterraneo. L’Abruzzo, nazione , con la sua biodiversità, con le sue regioni, presenta: montagne, colline, fiumi, laghi, coste e mari incontaminati. L’Abruzzo è un grande paese da godere con monumenti ed opere d’arti di indubbio valore, che accoglie visitatori da tutte le parti del mondo. Sito dedicato al turismo sulla Regione Abruzzo con informazioni turistiche sulla Abruzzo, dove passare il tempo libero in Abruzzo, con itinerari di enogastronomia nella Regione Abruzzo. Qui troverete l’elenco completo delle strutture ricettive nella Regione Abruzzo: alberghi in Abruzzo, Residence in Abruzzo, bed & breakfast in Abruzzo, campeggi in Abruzzo, Villaggi turistici in Abruzzo, case per le ferie in Abruzzo, Alloggi agroturistici in Abruzzo, In più, gli IAT - Informazione Accoglienza Turistica in Abruzzo, IAT in Abruzzo, Pro-loco in Abruzzo, Informazioni turistiche sulla Regione Abruzzo, Agenzie per il turismo in Abruzzo con informazioni, utili sulle guide di viaggio, e offerte hotel in Abruzzo. Informazioni sui servizi in Abruzzo, Informazioni di interesse generale sulla Regione Abruzzo, Informazioni turistiche sulla Regione Abruzzo, Meteo in Abruzzo, Proloco in Abruzzo. Tourism in Abruzzo, nature and rural tourism: Tourism in Abruzzo offers the most diverse and beautiful landscapes, from the Alps (the most important mountain range in Europe) to the coral beaches, national parks and pristine forests to the most beautiful Mediterranean islands. Abruzzo, nation, with its biodiversity, its regions, has mountains, hills, rivers, lakes, coasts and seas pristine. Abruzzo is a great country to enjoy with monuments and works of art of great value, which welcomes visitors from all over the world. Site dedicated to tourism on the region of Abruzzo Abruzzo tourist information about where to spend leisure time in Abruzzo, with food and wine tours in Abruzzo. Here you will find the complete list of accommodation in Abruzzo: Abruzzo Hotels, Apartments in Abruzzo, Bed & Breakfast in Abruzzo, Abruzzo campsites, holiday villages in Abruzzo, holiday homes in Abruzzo Accommodation Agro-tourism in Abruzzo Plus , the IAT - Tourist Information in Abruzzo Abruzzo IAT, Pro-loco in Abruzzo Tourist Information on Region Abruzzo Abruzzi tourism agencies with information on useful travel guides, and hotel deals in Abruzzo. Information about services in Abruzzo, information of general interest on the Abruzzo Region, Tourist Information on Region Abruzzo Weather in Abruzzo Abruzzo Proloco. Tourisme dans les Abruzzes, la nature et le tourisme rural: tourisme dans les Abruzzes offre les paysages les plus variés et magnifiques, des Alpes (la chaîne de montagnes la plus importante en Europe) sur les plages de corail, des parcs nationaux et forêts vierges les plus belles îles de la Méditerranée. Abruzzes, une nation, de sa biodiversité, ses régions, a des montagnes, collines, rivières, lacs, mers et côtes vierges. Abruzzes est un grand pays à déguster avec des monuments et des œuvres d'art d'une valeur inestimable, qui accueille les visiteurs de partout dans le monde. Site dédié au tourisme sur la région des informations touristiques Abruzzes Abruzzes pour savoir où passer son temps libre dans les Abruzzes, avec de la nourriture et des visites de vignobles dans les Abruzzes. Ici vous trouverez la liste complète des hébergements dans les Abruzzes: Hôtels Abruzzes, dans les Abruzzes Appartements, Bed & Breakfast dans les Abruzzes, campings Abruzzes, villages de vacances dans les Abruzzes, maisons de vacances dans les Abruzzes Hébergement Agro-tourisme dans les Abruzzes Plus , l'IAT - Office du Tourisme dans les Abruzzes Abruzzes IAT, Pro-loco dans les Abruzzes d'information touristique sur les agences de la région des Abruzzes Abruzzes tourisme des informations sur les Guides de Voyage utiles et des offres hôtel dans les Abruzzes. Information sur les services dans les Abruzzes, des informations d'intérêt général sur la région des Abruzzes, des informations touristiques sur la région des Abruzzes Météo dans les Abruzzes Abruzzes Proloco.

L’Abruzzo si trova all’incirca al centro della penisola italiana, ad una latitudine corrispondente a quella del medio e basso Lazio, con il quale confina ad occidente. A Nord i confini della Regione toccano le Marche, ad Est il mare Adriatico, a Sud e Sud-Est il Molise. Copre una superficie di 10.794 Kmq ripartita in quattro province: L’Aquila, Chieti, Pescara e Teramo, con una popolazione vicina al milione e trecentomila.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu