I monaci benedettini di San Silvestro dediti al servizio spirituale a Giulianova (Te) - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

I monaci benedettini di San Silvestro dediti al servizio spirituale a Giulianova (Te)

Giulianova > Edifici storici

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
La pesca a Giulianova, in effetti, è tra le attività tradizionali che sopravvivono tuttora a Giulianova, anche grazie alla presenza di un importante porto, con due moli e due banchine, un pontile e lo spazio per ospitare circa duecento imbarcazioni, in gran parte destinate proprio alla pesca. Ma sin dagli anni Settanta del XX secolo a farsi largo tra le attività principali è stato il turismo, già attivo alla fine dell’Ottocento e a inizio Novecento, quando sul lungomare comparvero le prime ville e residenze estive volute dall’aristocrazia e dalla borghesia dell’Abruzzo. In seguito arrivarono i moderni stabilimenti, gli alberghi, le zone residenziali composte principalmente da seconde case, e divenne sempre più famosa la bella spiaggia di Giulianova, con la sua sabbia fine e candida e i servizi curati, che per molti anni di seguito le hanno fatto guadagnare la Bandiera Blu per le acque pulite e la qualità dell’offerta turistica.
 


Edifici storici a Giulianova: Il Monastero dei padri Benedettini e Silvestrini
di Pasquale Rasicci
 
I monaci benedettini di San Silvestro sono ufficialmente riconosciuti, come ordine monastico, nel 1248 da Papa Innocenzo IV. Hanno avuto inizio come movimento di rinnovamento del monachesimo per opera di Silvestro Guzzolini (santo, 1177-1267) di Osimo.

Monastero dei Benedettini Silvestrini

La presenza in Abruzzo risale al 1660, quando venne aperto un monastero a Pescina, soppresso poi da Ferdinando IV di Borbone nel 1792.
Dobbiamo arrivare al sec. XX per rivedere i monaci benedettini di S. Silvestro sul suolo abruzzese e precisamente nella cittadina di Giulianova in provincia di Teramo. La data di nascita si considera il 15 luglio 1953 giorno in cui fu redatto l'atto di donazione, da parte dell'avv. Berardo Mancini Sbraccia di Teramo, di una villa, allora fatiscente a causa della guerra, con un appezzamento di terreno annesso.
Fin dall'inizio la comunità si dedicò interamente alle urgenze del momento storico: lavoro culturale e morale tra la gioventù, specialmente quella più indigente. Nacque così il collegio Santo Volto che ha sospeso la sua attività nel 1992.
Nel decorso degli anni, a seconda delle necessità, la struttura fu ampliata specialmente con la costruzione delle due ali prospicienti il mare. Nel 1959 fu costruita anche una chiesa, anch'essa dedicata al Santo Volto di Gesù, tuttora meta dei residenti nella zona, quale centro di aggregazione religiosa.

 
                           Ingresso del Santo Volto                                                        I Benedettini, oggi 

Attualmente i monaci, una dozzina, intendono dedicarsi ad un servizio spirituale specialmente mediante la condivisione della loro vita a favore di quanti cercano pace e tranquillità in un clima di silenzio, preghiera e raccoglimento, secondo il motto benedettino "ora et labora".
Recentemente hanno istallato nella loro chiesa un organo a canne di un certo valore, oltre 1200 canne con 18 registri reali, nella prospettiva, tra l'altro, di organizzare concerti di musica sacra per cittadini e, specialmente in estate, per i turisti, quali momenti di godimento dello spirito.
I monaci sacerdoti offrono un prezioso contributo alla diocesi aiutando i parroci nel loro servizio pastorale nelle parrocchie. Numerose sono le persone, anche in gruppi organizzati, che fanno riferimento al monastero dei benedettini sia per la frequenza ai sacramenti sia come centro di spiritualità per i giovani, per gli ammalati, per le famiglie.

Facilmente raggiungibile, Giulianova da tutte le località, grazie anche alla sua vicinanza (40 Km) all’aeroporto di Pescara, è dotata di moderne attrezzature ed infrastrutture turistiche oltre alla presenza di un’impiantistica sportiva per tennis, nuoto, vela, windsurf, bocce, minigolf, pallacanestro, calcio a 5, pattinaggio; inoltre vi è possibile praticare la pesca d’altura e subacquea. Grazie ad un nuovissimo sistema di collegamento con pontili in legno è possibile raggiungere, in bicicletta, le località limitrofe, costeggiando il mare e lussureggianti pinete.

Giulianova turistica. Ammirevole e splendente città di mare, si estende lungo la fascia costiera del Medio Adriatico per circa 5 km e ogni anno risorge tra il fiume Tordino e il Salinello sempre più energica e scintillante per accogliere con ancora più onore e impegno di tantissimi turisti che visitano Giulianova e il suo territorio.

Venirci a trovare è davvero semplice. Giulianova è nel bel mezzo d’Italia, a Nord di un Abruzzo costiero dalle innumerevoli risorse turistiche e ambientali. Giulianova si raggiunge via Autostrada A14 - uscita Giulianova, oppure in treno con la comoda stazione ferroviaria, o ancora in aereo atterrando nel moderno Aeroporto d’Abruzzo di Pescara, Giulianova è distante solo 50 chilometri.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu