Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Guilmi - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Guilmi

Chieti
 

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
 
Guilmi fu uno dei capisaldi della difesa meridionale del Ducato e quindi del Regno prima dell’invasione normanna. Guilmi o Guilme, Terra in Provincia di Abruzzo Citeriore, compresa nella Diocesi di Chieti, lontana dal mare miglia 15, 36 da Chieti e 14 da Vasto. È situata in una collina godendo buon’aria. Il territorio confina da Oriente col Feudo di Montesorbo, da mezzo con quello di Colleprato, con Montazzoli e Baselice, da Ponente con Atessa, e da settentrione col Feudo di Policorvo. Da mezzogiorno, ponente e a settentrione è circondato dal fiume Asinello, o Sinello che ha la sua origine dalla montagna della terra di Montazzoli.
 
Ventricina, una tradizione ormai consolidata a Guilmi. Uccisione del maiale: Per la produzione domestica di salumi, in particolare la Ventricina. Nelle gelide mattine pre e post natalizie gli uomini delle famiglie Guilmesi si danno appuntamento alle Masserie per festeggiare “San Suino” ricorrenza che da sempre si aspetta con trepidazione. A lavoro finito la famiglia di Guilmi al completo si riunisce per mangiare “li Sfivl” detti anche con un linguaggio più antico “li Ciuculin” ossia pezzetti selezionati di carne fresca di maiale cotti nel grasso e conditi di aglio e peperone secco. L’indomani di nuovo tutti a lavoro per confezionare i salumi che dopo qualche mese potranno essere degustati. Questa volta a prendere in mano le redini della situazione è la donna di casa la più attenta e competente in materia di insaccati. Oltre la Ventricina a Guilmi si prepara il salsicciotto, le salsicce sia di carne che di fegato, prosciutti, lonze e anche altro che una volta arrivati a stagionatura serviranno come scorta per i mesi a venire.


Città di Guilmi

Carnevale a Guilmi. Per i giorni di carnevale la tradizione del paese di Guilmi vuole che i bambini si rechino nelle case delle famiglie Guilmesi a cantare le canzoni in dialetto dietro corrispettivo di un dono alimentare che solitamente sono dolci che si preparano per l’evento: “Scrippell” e “Carginitt”. Santa Pasqua a Guilmi. In particolar modo bisogna appuntare la Processione del Venerdì Santo e il Veglione del Sabato Santo. Tuttavia in questi giorni le massaie si dedicano anche alla preparazione del dolce tipico pasquale “lu Castill”. Le signore più anziane di Guilmi lo preparano secondo più antica usanza con il lievito, mentre la maggior parte delle giovani si sbizzarriscono nei più svariati modi. Ultimo appuntamento della settimana santa è “lu Paschen” ovvero il Lunedì dell’Angelo che si festeggia con gli amici in campagna all’insegna del vino cotto e della carne di agnello.

Comune di Guilmi
Via Italia, 54
- 66050 Guilmi (Ch)
Tel.: 0872.869146 – Fax: 0872.869214

Altitudine: 674 mt. s.l.m.
Estensione: 12,98 kmq.

Sito web: www.comunediguilmi.com
PEC - Posta certificata: comune.guilmi@pec.it

Posta ordinaria: info@comunediguilmi.com

Matrimoni a Guilmi. Come vuole l’usanza meridionale anche i matrimoni Guilmesi sono un vero e proprio evento. Si preannuncia qualche settimana prima con la distribuzione a tutte le famiglie di Guilmi di “chill” (che è il dolce tipico a forma di tarallo farcito di marmellata d’uva -detta “pasticc”- e coperto di glassa di zucchero e uova -chiamata “chiuotr”-). Un paio di settimane prima del matrimonio è buona norma che la futura sposa metta in mostra alle altre donne del paese di Guilmi, presso la sua attuale abitazione, la “dedd” (dote nuziale) composta dalla biancheria per lo più ricamata a mano o all’uncinetto dalla mamma, nonna o commissionata ad altre signore. Il giorno delle nozze è giorno di festa per tutto il paese e viene festeggiato con un maestoso pranzo al quale partecipano i parenti e amici degli sposi novelli che solitamente sono quasi la totalità delle persone del paese di Guilmi!

La cittadina di Guilmi sorge su un colle che domina da destra la valle del fiume Sinello. Poche sono le notizie pervenute, le prime risalgono al XI sec., nel XV sec. Guilmi fu feudo di Giacomo Caldora di Monteodorisio, successivamente vi ebbero signoria i D’Avalos di Vasto fino all’abolizione della feudalità.

 

Accoglienza turistica a Guilmi
 Alberghi a Guilmi
 Residenze turistico alberghiera a Guilmi
 Residence a Guilmi
 Case per le vacanze a Guilmi
 Appartamenti a Guilmi
 Country House a Guilmi
 Bed and breakfast a Guilmi
 Alloggi agroturistici a Guilmi
 Campeggi a Guilmi
 Villaggi turistici a Guilmi
 Ostelli della Gioventu' a Guilmi
 Case per le ferie a Guilmi
 Affittacamere a Guilmi
 Aree sosta per camper a Guilmi

La Vendemmia a Guilmi. Il vino a Guilmi non viene acquistato bensì prodotto in casa ancora con metodi antichi dalla spremitura con i piedi alla torchiatura a braccia. Il mosto ottenuto viene fatto bollire per diverse ore allo scopo di aumentare la gradazione alcolica per ottenere “lu vin cutt” di Guilmi che verrà poi fatto fermentare in botti di legno. Raccolta degli ulivi a Guilmi. Quasi tutte le famiglie Guilmesi sono in possesso di un pezzetto di terra a uliveto, dove una volta maturati i frutti vengono raccolti per essere trasformati in olio super extra vergine di oliva che servirà da scorta per tutto l’anno venturo. Le canzone tradizionali di Guilmi. O Dolce Guilmi. I Dolci tipici che si fanno a Guilmi. “Lu Cill” tarallo di Guilmi ripieno con marmellata d’uva. "Le Pizzelle" dolce fatto con un ferro che nei primi tempi ogni famiglia di Guilmi stampava le sue iniziali da cognome. Mangiare tipico che si fa a Guilmi. “Maccarin ngh l'ov” pasta alla chitarra "ammassata" a mano con il cannello e poi tagliata con uno strumento chiamato "maccarnar". "Sfriviliot" pezzetti selezionati di carne fresca di maiale cotti nel grasso e conditi di aglio e peperone secco, cotti a "lu cuttir" il giorno dell'uccisione del maiale a pranzo. "li sagn a pzot"pasta fatta in casa ammassata a mano con il cannello e la "spianater" e tagliata a pezzi con il coltello.


Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia di Chieti

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu