Enogastronomia nella Provincia di Chieti - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Enogastronomia nella Provincia di Chieti

Chieti

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 

La Provincia di Chieti con una superficie di (Kmq) 2.507, è una delle quattro province dell'Abruzzo. Conta circa 335.000 abitanti, con capoluogo Chieti. Confina con la Provincia di Pescara a nord, con la Provincia dell’Aquila a ovest, con il Mare Adriatico a est. Inoltre, confina a sud con la Regione Molise. La Provincia di Chieti vanta un’incredibile varietà di risorse che vanno dalle riserve naturali ai santuari e ai centri storici, dalle aree archeologiche per la sua remota istituzione. Chieti è tra le città più antiche d’Italia, molto più antica della stessa Roma. Secondo Stradone, Chieti fu fondata da genti dell’Arcadia: la chiamarono “Tegate” in memoria di Tegea, capitale dell’Arcadia. “Tegate” si sarebbe poi trasformato in “Teate” o “Tiati” ed infine in Tieti che mutò in Chieti.

L'enogastronomia nella Provincia di Chieti
Per quanto riguarda la gastronomia si possono gustare i piatti della tradizione abruzzese come la pasta alla “chitarra”, tipico formato di pasta prodotta mediante un caratteristico attrezzo in legno detto appunto “chitarra”, nonché i cosiddetti arrosticini, ossia piccoli pezzi di agnello tenuti insieme da asticelle di legno che, anche se propri di luoghi montani, sono divenuti parte integrante del menù di molti ristoranti della costa. Non vanno dimenticati gli ottimi vini abruzzesi, come il rosso Montepulciano d’Abruzzo, il bianco Trebbiano e il Cerasuolo d’Abruzzo. Il Montepulciano è caratterizzato dal colore rosso- rubino intenso, con lievi sfumature violacee, e si abbina perfettamente a piatti di carni rosse, selvaggina, e formaggi stagionati. Con una particolare tecnica di vinificazione, dalle stesse uve del Montepulciano, si ottiene un vino dal caratteristico rosso- ciliegia (cerasa) denominato appunto “Cerasuolo”, dal gusto fresco ed armonico che accompagna con eccellenti risultati primi piatti con sughi leggeri, carni bianche, formaggi freschi, pesce azzurro e baccalà. Ultimi ma non per questo minori, i dolci, tutti rigorosamente preparati con semplici ingredienti, come “le pizzelle”, “i tarallucci”, “la cicerchiata”, “i fiadoni” ecc.
 
Fara Filiorum Petri. Si producono speciali cipolle (Fara cipollara); tipico il piatto tradizionale “li marritte” composto di carne mista ed aromi naturali. Assai apprezzati anche i liquori, tra i quali il famoso “Amaro abruzzese”.

Guardiagrele. Varia produzione di formaggi e caratteristici dolci: “Sise delle monache”; gustosi torroni di fichi secchi e mandorle.
 
I vini in Provincia di Chieti
  • Il Montepulciano d'Abruzzo cerasuolo
  • Il Montepulciano d'Abruzzo rosso
  • Il Montepulciano d'Abruzzo rosso riserva
  • Il Trebbiano d'Abruzzo
  • Trebbiano d'Abruzzo (Menzione Geografica Aggiuntiva)
  • Il Caldharello di Ortona
  • Il moscato bianco di Frisa
  • Il sangiovese dei colli Vastesi

La gastronomia in Provincia di Chieti
  • Le burrelle
  • La zuppa di cardi
  • Le sagnacce chietine
  • I tarallucci alla chietina
  • I calamari alla francavillese
  • Il coniglio alla chietina
  • I maccheroni alla chitarra
  • Le turcenelle
  • La ventricina chietina
  • La tomasella (salame) del chietino
  • La scoppaticcia - La "tomasella"
  • Il coniglio con le olive di Perano
  • Il provolone dolce e piccante di Guardiagrele
  • Il timballo
  • Le alici all'ortonese
  • Le seppie alla sanvitese
  • Il "diavoletto" peperoncino piccante di Lanciano
  • I calcionetti alla chietina
  • Lo scapece alla vastese
  • La ricotta di Guardiagrele
  • Il formaggio pecorino di Guardiagrele
  • La cucina tradizione in Provincia di Pescara
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu