Parchi Territoriali Attrezzati: Fiume Vomano - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Parchi Territoriali Attrezzati: Fiume Vomano

Abruzzo > Le Oasi in Abruzzo > Gli Orti botanici
Destinazione Abruzzo. Abruzzo, una terra da vivere. La rete integrata regionale dei Parchi e delle Riserve naturali, con la incredibile varietà di ambienti naturali complementari che la caratterizza, permette la conservazione e la protezione di un grandissimo numero di specie, sia stanziali che di passo. Le dimensioni complessive del sistema ed i collegamenti tra le diverse aree protette, che oltre a essere spesso contigue sono garantiti dai corridoi biologici, consentono inoltre di dare habitat anche alle specie molto mobili, ubiquitarie, che hanno bisogno e sono capaci di grandi spostamenti, anche di centinaia di chilometri in pochi giorni (caso tipico il lupo, il predatore al vertice della catena alimentare naturale europea). Volendo dunque sintetizzare le caratteristiche della sua natura, la definizione certamente più corretta è che l’Abruzzo è una antologia del paesaggio euro-mediterraneo, poiché concentra entro i propri confini una varietà di ambienti naturali che non trova altro riscontro in un territorio altrettanto limitato: una costa mediterranea dai più vari habitat (arenile con dune, palude, pineta, macchia litoranea, scogliera, faraglioni, bassi litorali sassosi); una fascia collinare con ambienti di ogni grado di antropizzazione, zone umide pregiate (come le oasi fluviali e lacustri) ed emergenze geologiche di grande interesse; una zona montana vastissima, spesso naturalisticamente integra, anch’essa con gli ambienti più vari (foreste, praterie, laghi montani, enormi altipiani carsici, canyon, cascate, grotte, cime e ambienti d’alta quota di carattere francamente alpino, ghiacciai, vulcanismi). E all’interno di questa sorprendente varietà di ambienti, incontaminati e spesso selvaggi, vivono specie rare e preziose che i Parchi dell’Abruzzo proteggono gelosamente, facendo della regione uno straordinario laboratorio biologico per la conservazione della natura e degli ecosistemi, oggi all’avanguardia nel mondo per il coraggio e la determinazione nelle sue scelte. In Abruzzo, il sistema della natura protetta rappresenta oggi non solo uno strumento importante per una efficace politica di salvaguardia ambientale, ma anche una straordinaria occasione di sviluppo economico, pioniera di quella riconversione ecologica dell’economia che apre la strada ad uno sviluppo realmente sostenibile. Il sistema nasce, infatti, anche dall’esigenza di sperimentare e diffondere forme di sviluppo sostenibile, di gestione del territorio con una particolare attenzione alla dimensione naturale e ambientale, ma anche sociale e culturale dei vari contesti territoriali. Una scelta di sviluppo proiettata non solo verso il turismo, ma anche verso la valorizzazione delle produzioni di qualità dell’agricoltura e dell’artigianato, che apre la strada alla nascita di servizi, strutture e infrastrutture connessi a questo orizzonte.

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
Orti Botanici regionali
Regione della biodiversità, l’Abruzzo testimonia con la propria realtà e con le proprie scelte a favore dell’ambiente come sia possibile far coesistere uno straordinario patrimonio naturalistico con la presenza costante, dinamica, non distruttiva dell’uomo.
Tre Parchi Nazionali: Lo storico Parco Nazionale d’Abruzzo, quelli del Gran Sasso-Monti della Laga e della Majella istituiti di recente; un Parco regionale, il Sirente-Velino, oltre 30 riserve e oasi naturalistiche gestite direttamente sia dai Comuni o dal Corpo Forestale dello Stato che dalle Associazioni ambientaliste; tutto questo fa dell’Abruzzo la Regione dei Parchi, con circa il 30% del proprio territorio sottoposto a tutela.
 
Fiume Vomano. Le riserve regionali istituite dalla Regione Abruzzo sono gestite dai Comuni che, in piu’ casi, si avvalgono di Comitati di Gestione allargati ad altri enti e associazioni. Alcune di queste riserve, avendo reintrodotto nel loro territorio animali ormai scomparsi e salvaguardato le specie esistenti, si configurano come veri e propri laboratori viventi poiche’ offrono numerose possibilita’ di ricerche sul campo non solo agli addetti ai lavori ma, soprattutto, agli studenti di ogni ordine e grado.
 
Fiume Vomano
Alimentato dalle acque del Gran Sasso e della Laga, il Vomano e' uno dei fiumi piu' importanti della provincia di Teramo. Il Parco, istituito nel 1995 ed esteso su 335 ettari, ne tutela il corso nei pressi di Montorio al Vomano, tra pareti di arenaria e boschi.
I periodi migliori per la visita sono la primavera e l'autunno.
Articolo tratto dal sito: www.giulianovaweb.it
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu