Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Filetto - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Filetto

Chieti
 

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
 
Storia del comune di Filetto: mito, storia, leggenda. Il nome di Filetto potrebbe derivare da "filius electus", il figlio eletto, migliore, inviato a colonizzare nuove terre ove fondava paesi…o da "filius lecti", da una famiglia dell'antica Anxanum, la famiglia De Lecto di Filetto, che aveva vasti possedimenti in zona. Queste ipotesi confermerebbero l'origine del paese di Filetto, sicuramente romana, come dimostra "l'Opus Reticulatum" ancora esistente sul Colle dei Saraceni: la costruzione è posta su una rupe alta e scoscesa che dall'alto domina l'estesa e lussureggiante vallata del torrente Dendalo. Nei campi di questa vallata, a confine dei tre paesi Filetto, San Martino e Casacanditella, molti anni fa, un contadino scavando, rinvenne un timbro, il quale riproduce una navicella con la scritta -Roma Omnibus Felicior-. La navicella rappresenta con molta probabilità la piccola barca di San Pietro e potrebbe essere, secondo alcuni, tra cui lo scrittore Giuseppe Di Tullio, l'insegna dei monaci benedettini di un'Abbazia che colà sarebbe esistita.
 
Quei monaci di Filetto, dunque, risalendo dal basso monastero alle colline circostanti, avrebbero fondato nuove chiese, mantenendo l'originario nome di abate: questo spiegherebbe perchè i parroci dei tre paesi sopra menzionati, hanno tale titolo. Lo stemma del paese di Filetto raffigura il palmo di una mano: potrebbe esserci qualche legame con Scevola, a cui la tradizione popolare collega la fondazione del paese? I reperti archeologici di Filetto, consistenti soprattutto in tombe formate da grandi lastre di pietra, che sono da riferire alla gente italica, ci testimoniano sicuramente antiche civiltà, ma non ci aiutano a confermare l'ipotesi sopra avanzata. C'è chi, invece, ancora parla di una città, che si sarebbe chiamata Santa Maria del Fiore, la quale sarebbe fiorita nella pianura che si estendeva ad oriente dell'attuale Filetto, verso il mare. Ma dove sono i resti delle antiche costruzioni? L'antico monastero di Filetto riportato nei documenti con il nome di Santa Maria in Viano, a cui, il vescovo di Chieti, Tommaso di Monteodorisio concesse nel 1287 l'amministrazione dei SS. Sacramenti, faceva parte di quella città.


Città di Filetto

La popolazione di Filetto sarebbe stata, poi, decimata completamente da una terribile pestilenza. A quale delle tante pestilenze si fa riferimento? Non si sa: si racconta soltanto, che le famiglie sopravvissute fossero cinque: De Vincentis, Di Sipio, Di Tullio, Libertini e Micozzi. La leggenda dice ancora che un corvo, sazio della carne putrefatta dei cadaveri, andandosi a posare sul colle di San Ruffino indicasse dove ricostruire il nuovo paese di Filetto. Si parla di Chiese e fortilizi: di alcuni, quali il Monastero di Santa Maria in Viano, la Badia Parrocchiale e numerose altre Cappelle, rimangono testimonianze solo negli scritti di Filetto, di altri resta il ricordo solo nei nomi di alcune località quali San Ruffino, Santa Giusta , San Lorenzo, gli Inforzi.

Comune di Filetto
Piazza Municipio, n. 2
- 66030 Filetto (Ch)
Tel.: 0871.891309 – Fax: 0871.891167

Altitudine: 403 mt. s.l.m.
Estensione: 13,58 kmq.

Sito web: www.comune.filetto.ch.it
PEC - Posta certificata: filetto@pec.comune.filetto.ch.it

Posta ordinaria: info@comune.filetto.ch.it

La Chiesa di San Giacomo a Filetto è stata abbattuta nell'immediato dopoguerra per dare posto all'omonima piazza. Dell'antica "Sancta Maria Nivis", sono rimaste dalla guerra solo le mura del piano inferiore (oggi sala conferenze ” Ex sepolcro”): la Chiesa parrocchiale è stata riedificata nella parte nuova del paese di Filetto, dove sono le costruzioni più recenti. Delle varie contrade di Filetto la più importante dal punto di vista storico è Viano, feudo medioevale, che ospita: la chiesa della Madonna del Soccorso di Filetto, probabilmente del XII secolo, pochi resti dell'antico palazzo baronale con l'annessa cappella di San Ciro risalente al 1823, all’epoca di proprietà dei baroni Frigeri, e il Palazzo Migliorati, appartenente ad epoca successiva.

Filetto sorge su un colle tra i torrenti Dendalo e Venna. Borgo di origine medioevale, le prime notizie storicamente certe di Filetto risalgono al XII sec. Per il nome Filetto, forse, si può risalire alla celebre famiglia dell’antica Anxanum, la famiglia De Lecto, di cui un qualche figlio potrebbe aver dato origine al paese del "filius lecti". La storia di Filetto per le testimonianze che si hanno può iniziare solo nel IX sec. Nel 1269 il feudo di Filetto fu donato da Carlo D’Angiò a Bertrande Bens di Provenza. La vita di Filetto continua sotto la dinastia Aragonese e poi Spagnola. Una terribile pestilenza nel 1656 decimò la popolazione di Filetto e fino al 1860 non ci sono avvenimenti degni di nota. Tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 iniziò il fenomeno dell’emigrazione, inoltre durante la seconda guerra mondiale il paese di Filetto fu colpito dalla rabbia tedesca. Nell’immediato dopoguerra Filetto fu completamente ricostruita.

 

Accoglienza turistica a Filetto
 Alberghi a Filetto
 Residenze turistico alberghiera a Filetto
 Residence a Filetto
 Case per le vacanze a Filetto
 Appartamenti a Filetto
 Country House a Filetto
 Bed and breakfast a Filetto
 Alloggi agroturistici a Filetto
 Campeggi a Filetto
 Villaggi turistici a Filetto
 Ostelli della Gioventu' a Filetto
 Case per le ferie a Filetto
 Affittacamere a Filetto
 Aree sosta per camper a Filetto

Lo scrittore Giuseppe Di Tullio di Filetto, ci ha lasciato un componimento sulla storia di Filetto "Filius Electus", a cui si è fatto riferimento per le notizie riportate, che così inizia: “I dati su cui si basa la storia di Filetto vanno dai tempi dell'antica Roma all'età moderna e contemporanea, ma, nella loro scarsezza, sono molto lontani tra di loro, epperò difficilissimi a collegare”. Oggi il paese di Filetto si presenta, al turista, accogliente per tranquillità e salubrità, su una collina, a circa 400 m d'altezza, immersa nel verde di colture e boschi secolari. Fanno da sfondo al paesaggio: ad occidente l'imponente massiccio della Maiella osservabile nella sua maestosità soprattutto da un bellissimo Belvedere che circonda l'antico nucleo del paese di Filetto " la Civitella", ad oriente, il mare che fa capolino al di sopra della fitta vegetazione sovrastante la vallata della Venna.


Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia di Chieti

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu