Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Fallo - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Fallo

Chieti
 

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
 
Fallo (Fàllë in abruzzese) un comune italiano di 155 abitanti della provincia di Chieti in Abruzzo. Fallo fa anche parte della Comunità Montana Medio Sangro. Le origini di Fallo sono ignote, ma alcuni vogliono il paese esistente già nell'anno 1000. La prima notizia storica di Fallo è attestata da alcuni documenti duecenteschi dell'archivio vescovile di Chieti come Faldus quando fu visita di periodiche visite del vescovo teatino. La successiva notizia attendibile va ricercata durante la dominazione angioina ed aragonese, quando le lotte per il predominio sul Regno di Napoli coinvolsero pure gli abitanti di tutto il regno.
 
Nel 1304 il re Carlo II d'Angiò detto lo zoppo riceveva come dono dalla famiglia Caldora i feudi di Pietraferrazzana, Villa Santa Maria, Fallo e Civitaluparella. Il 17 maggio 1391 il re Ladislao diede a Lanciano, insieme a varie esenzioni ficcali, il castello di Fallo insieme ad altri castelli vicini. Il 17 maggio 1467 i feudi dei Caldora, tra cui Fallo, vennero posti in vendita. Nel 1583 il feudo di Fallo, insieme a Civitaluparella passò a Giulio Cesare Rossillo il quale, nel 1590 lo vendette a Giuseppe Mellucci per 18000 ducati. Fino all'eversione dei feudi Fallo subì diverse angherie e soprusi dai vari signori di Fallo. Da un documento di Giuseppe Bonaparte del 19 gennaio 1807, Fallo viene menzionato come dipendenza di Villa Santa Maria, susseguentemente il paese di Fallo, con l'Unità d'Italia fece parte del circondario di Lanciano e della provincia dell'Abruzzo Citeriore, tale situazione rimase fino al 1927-1928 quando il comune di Fallo fu soppresso ed aggregato al comune di Civitaluparella fino al 1962, anno in cui Fallo tornò ad essere comune autonomo.


Città di Fallo

Nella visita pastorale del 14 ottobre 1939 il vescovo di Fallo ordinò di eliminare quel vano, perché non consono all'ambiente ove si trovava, in quanto turbava il buon costume delle funzioni religiose. Tuttavia, ancor oggi a Fallo, quel vano è ancora lì. Dicerie vogliono che quel vano, originariamente, fosse usato come luogo di sepoltura con accesso tramite una botola sita al centro della navata. Sulla 2ª e 3ª campana si possono leggere delle iscrizioni degne di nota. La chiesa della Madonna del Soccorso di Fallo: Questa chiesa è sita in Piazza Santa Maria a Fallo. Sopra di questa chiesa si eleva una torretta con tanto di orologio pubblico. Fino al 1935 circa l'interno non constava di altare, balaustra, pavimento né intonaco. A tutt'oggi, invece, risulta tutto realizzato in marmo. Fuori, nei pressi della porta, vi è un'iscrizione datata 1871. Dopo i lavori di rifacimento del tetto la facciata è stata riportata con le pietre a vista. Un cornicione cinge tutt'intorno l'esterno della chiesa. Il portale principale è architravato ed il campanile è a base quadrata dove si trova un orologio del 1922.

Comune di Fallo
Via della Rimembranza, 21
- 66040 Fallo (Ch)
Tel.: 0872.940235 – Fax: 0872.940215

Altitudine: 575 mt. s.l.m.
Estensione: 5,99 kmq.

Sito web: www.comune.fallo.ch.it
PEC - Posta certificata: comune.fallo@pec.it

Posta ordinaria: comunedifallo@libero.it

Il paese di Fallo sorge in posizione panoramica su uno sperone roccioso alla sinistra del fiume Sangro. Fallo, Borgo di origine medioevale, le prime notizie documentate si fanno risalire al XII sec. con il nome Faldus, alle falde delle montagne. Fallo fu feudo dei Colonna, dei Carafa, dei Segura, dei Castiglione e fino al 1964 era frazione di Civitaluparella.

 

Accoglienza turistica a Fallo
 Alberghi a Fallo
 Residenze turistico alberghiera a Fallo
 Residence a Fallo
 Case per le vacanze a Fallo
 Appartamenti a Fallo
 Country House a Fallo
 Bed and breakfast a Fallo
 Alloggi agroturistici a Fallo
 Campeggi a Fallo
 Villaggi turistici a Fallo
 Ostelli della Gioventu' a Fallo
 Case per le ferie a Fallo
 Affittacamere a Fallo
 Aree sosta per camper a Fallo

Il campanile della chiesa della Madonna del Soccorso di Fallo, durante il restauro, venne riadattato secondo i lavori della chiesa. Il quadro presso l'altare principale rappresenta la "Madonna del Divino Amore" tra San Giovanni Battista e San Nicola. Sei altari si trovano sulla navata, invece, un documento del 1935 ne contava quattro altari minori oltre il principale, nonché constava di alcune statue di santi oltre la tela della Madonna del Divino Amore. Sotto il pavimento vi è un vano usato dapprima come fienile poi come deposito legname della congrega di Fallo.


Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia di Chieti

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu