Ospitalità nell’aquilano. Dove dormire a Cagnano Amiterno - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ospitalità nell’aquilano. Dove dormire a Cagnano Amiterno

L'Aquila > Ospitalità nell'aquilano
 GUIDA ALL'OSPITALITA' NEL PAESE DI CAGNANO AMITERNO (AQ)
 
Ospitalità nel Paese di CAGNANO AMITERNO (Aq) (m. 841 s.l.m.)
     
  CAP: 67012  - 0862 -  0862.978121 - Da visitare:   
 MUNICIPIO DI CAGNANO AMITERNO 0862.978122   0862.978846       087.978122 - P. Iva: 00139430664
Raggiungere Cagnano Amiterno:(Stazione L'Aquila a 20 Km.)  (Uscita L'Aquila Ovest) -Aeroporto d'Abruzzo a 120 Km.
 
HOTELS ED ALBERGHI CAGNANO AMITERNO (AQ)
* HOTEL GIARDINO
Via Delle Selve, 12 - Frazione Sala - 67012 Cagnano Amiterno (Aq)
tel. e fax 0862 978137
 Servizi offerti dalla struttura






RESIDENZE TURISTICHE ALBERGHIERE CAGNANO AMITERNO (AQ)
Natura e Turismo a Cagnano Amiterno. Altopiano di Cascina. E' un altopiano carsico, un paradiso d'altri tempi, esteso per circa 8 km in lunghezza e 4 km in larghezza e posto ad una quota di poco superiore ai 1000m lungo il versante settentrionale del gruppo montuoso di Monte Calvo e quello di Monte Giano. Località con vocazione al pascolo e alla coltivazione di legumi e patate, nonché luogo dall'interessante risvolto naturalistico con presenza di percorsi di trekking a piedi, a cavallo e in MTB. E' meta di appassionati della natura e del buon cibo casereccio sapientemente prodotto dagli agriturismi locali. Su una delle montagne che abbracciano la piana troviamo Fonte Calabrittu, fontana usata in passato come abbeveratoio per gli animali oggi è meta di escursioni, soprattutto di gruppi scout, per la sua posizione privilegiata su Cascina che dona la visione di un paesaggio affascinante. Vi si accede da L'Aquila attraverso Preturo o direttamente da Cagnano Amiterno attraverso Termine di Cagnano.
CAMPEGGI CAGNANO AMITERNO (AQ)
Le Frazioni di Cagnano Amiterno. Come riportato dello statuto comunale il territorio è diviso in cinque frazioni, alcune delle quali si dividono in distinti borghi. Cagnano Amiterno: Questa frazione è il capoluogo del comune e comprende i borghi di Fossatillo, Torre, Sala, San Cosimo e Collicello. Nel borgo di San Cosimo di questa frazione ha sede il Palazzo Civico, che è la sede comunale. Questa frazione, con i suoi borghi, insieme alla frazione Corruccioni, appartiene alla Parrocchia Santi Cosma e Damiano. San Giovanni: Questa frazione comprende i borghi di San Giovanni e San Pelino e appartiene alla Parrocchia San Giovanni Battista. È la frazione più bassa del comune, sede di un importante cementificio del Gruppo Sacci. Termine: Questa frazione è situata a circa 5 km dal capoluogo comunale ad un'altitudine di 1.050 m s.l.m. Il toponimo deriva dall'appellativo termine, nel significato di pietra di confine, esso infatti è l'ultimo avamposto del contado cagnanese prima della montagna. A Termine, a differenza del resto del comune di Cagnano Amiterno, si parla un dialetto reatino. A Termine ha sede la Parrocchia Santa Maria della Natività. Non lontano da Termine si apre la suggestiva Piana di Cascina, che fa parte di questa frazione. Fiugni: Questa frazione è la più piccola e qui ha sede la Parrocchia Santissima Concezione che, come tutte le altre parrocchie del comune, appartiene alla vicaria Amiternina dell'arcidiocesi di L'Aquila.
VILLAGGI TURISTICI CAGNANO AMITERNO (AQ)
Cagnano Amiterno  e il territorio circostanta. Il territorio regionale è compreso tra l’Appennino Centrale e il Mar Adriatico, nel tratto limitato dalle foci dei fiumi Tronto a nord e Trigno a sud, confinante quindi con le Marche a nord, il Lazio a ovest, con il Molise a sud e con il Mar Adriatico a est. Il territorio ha un’estensione di circa 10.900 km2 e dal punto di vista morfologico si distingue un’importante parte montuosa (65%), una collinare (35%) e l’unica pianeggiante è rappresentata dalla Piana di Fucino, ottenuta dal prosciugamento dell’omonimo lago. Il territorio, occupato in gran parte dall’Appennino abruzzese, è caratterizzato da una varietà di paesaggi: pareti di roccia e foreste, paesaggi collinari e spiagge sabbiose. Tra le alte vette del Gran Sasso, della Majella e del Velino e la costa, il paesaggio naturale forma un quadro di varietà e suggestione. L’Appennino Abruzzese attraversa la regione con le sue vette più importanti come il Monte Gorzano (2.455 m) nel gruppo montuoso dei Monti della Laga e il Corno Grande (2.912 m) del gruppo del Gran Sasso. Da non dimenticare anche i Monti Morrone, La Majella e i gruppi montuosi del Monte Velino - Sirente e della Meta. I fiumi più importanti sono: il Liri-Garigliano, l’Aterno-Pescara, il Sangro e i maggiori bacini della regione sono il lago di Scanno e il lago di Campotosto. La struttura geo-morfologica della regione può essere schematizzata secondo due sistemi. Il primo è il Sistema Adriatico, sub-appenninico e della collina litoranea, che si sviluppa ad est del crinale appenninico fino alla costa, per una profondità media di circa 40 km, caratterizzato dall’andamento sub-ortogonale rispetto alla costa di numerose valli fluviali, le maggiori delle quali si aprono in pianure di limitata estensione (Vomano, Pescara, Sangro). Il secondo è il Sistema Appenninico dell’altopiano abruzzese, che si sviluppa ad ovest del crinale, caratterizzato da strutture territoriali a conca, intercluse fra le dorsali appenniniche ad andamento parallelo, le cui principali sono quella dell’Aquila, della Valle Peligna e della Marsica. All’interno di tale contesto ambientale, questo comune dell'Aquilano si estende per lo più sul versante destro dell'alta valle del fiume Aterno, a monte della conca di Pizzoli. In una delle poche aree del comprensorio adatte all'intervento dell'uomo giace il capoluogo comunale, ubicato su una diramazione della strada statale n. 260 Picente, che, assecondando l'alto corso del fiume Aterno, mette in comunicazione la statale n. 80 del Gran Sasso d'Italia con la n. 4 Salaria. Nel capoluogo di provincia la comunità trova la più vicina stazione, posta sulla linea ferroviaria interregionale Terni-Rieti-L'Aquila - Sulmona a 22 chilometri di distanza, e il più comodo varco di accesso dell'autostrada Roma-Teramo (A24) nel casello di L'Aquila Ovest, che dista 19 chilometri. Il porto turistico e commerciale e l'aeroporto intercontinentale "Leonardo da Vinci", distanti rispettivamente 114 e 159 chilometri, sono tutto sommato comodamente raggiungibili. Il porto di Civitavecchia (RM) è a 211 km. Il comune, che appartiene alla Comunità montana Amiternina, gravita sul capoluogo di provincia: L'Aquila che accoglie il flusso dei suoi pendolari, soddisfa le esigenze burocratico - amministrative dei cagnanesi ed è un costante punto di riferimento per i consumi.
AFFITTACAMERE CAGNANO AMITERNO (AQ)
AFFITTACAMERE LA VECCHIA POSTA
Via Amiternum, 6 - 67012 Cagnano Amiterno (Aq)
tel. 0862 978541 / mobile 347 9749101 - fax 0862 978541
BED & BREAKFAST CAGNANO AMITERNO (AQ)
Il comune di Cagnano Amiterno (Aq) Cagnano Amiterno è un comune diffuso di 1.472 abitanti della provincia dell'Aquila in Abruzzo, al confine con la provincia di Rieti del Lazio. Il comune si estende per 60,24 km² e fa parte della comunità montana Amiternina. Una porzione molto marginale del territorio comunale posta a est rientra nel del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga costituendone di fatto una delle porte di accesso nella sua parte settentrionale-occidentale. La comunità conduce una vita tranquilla e appartata, nutrendo un solido attaccamento alla tradizione. L'economia locale attraversa oggi una delicata fase di transizione verso nuovi modelli di sviluppo: l'agricoltura produce soprattutto cereali e gli estesi boschi cedui continuano ad alimentare un florido commercio di legname; vitali si mantengono le attività estrattive e manifatturiere dei materiali da costruzione, incentivate dalla presenza di un importante cementificio alla periferia di San Giovanni; il comparto creditizio è rappresentato da un unico sportello bancario. Il sistema cagnanese delle infrastrutture si presenta abbastanza articolato in quasi tutti i settori che lo compongono. Nel comune sono presenti gli ordinari uffici municipali e postali; le strutture scolastiche consentono la frequenza della scuola primaria e secondaria di primo grado, quelle culturali annoverano una fornita biblioteca comunale; le strutture ricettive offrono qualificati servizi alberghieri e di ristorazione; gli impianti sportivi includono campi di calcio, di pallacanestro e da tennis.
CASE PER VACANZA CAGNANO AMITERNO (AQ)
I centri storici del comune di Cagnano Amiterno. Comune montano popolato da epoca romana, la cui economia è ancora prettamente rurale, benché concorrano alla formazione del reddito anche attività industriali e terziarie di un certo rilievo. Si tratta di un comune sparso, formato dalle località di San Cosimo, sede comunale, Colle, Coruccioni, Civitella, Collicello, Fiugni, Fossatillo, San Giovanni, San Pelino, Sala, Torre e Termine, nelle quali risiede la maggior parte della comunità, che presenta un indice di vecchiaia particolarmente elevato; solo una minima percentuale dei cagnanesi, infatti, dimora nei casolari sparsi, per lo più disabitati, che interrompono la monotonia del rigoroso accentramento delle sedi umane. Il territorio comunale presenta, per via della sua irregolare conformazione orografica, un profilo geometrico vario: è mosso, discontinuo e accidentato, ricco di faggete ma anche privo, in più punti, del manto vegetativo; vi abbondano inoltre i fenomeni carsici, dovuti alla natura calcarea dei rilievi, in cui le acque meteoriche e di scorrimento superficiale tendono ad infiltrarsi. Il territorio comunale ha restituito tracce di un insediamento di epoca romana a poca distanza dalla gloriosa AMITERNUM. Nel XIII secolo, il castello locale fu tra quelli che contribuirono alla fondazione dell'Aquila - secondo un'antica leggenda-, rimanendo in seguito nella sua orbita e subendo le conseguenze delle lotte intestine che dilaniarono la contea aquilana nel corso del Trecento. È inoltre documentato che nel 1703 un catastrofico terremoto danneggiò gravemente le strutture urbane e mieté numerose vittime. Ciò nonostante un'elegante architettura gentilizia di matrice sei-settecentesca abbellisce ancora le strade del capoluogo comunale, che si fregia della bella parrocchiale cinquecentesca intitolata a San Cosimo, con facciata a coronamento orizzontale e portale di gusto rinascimentale. Al suo interno si conservano un altare barocco e una statua lignea dei Santi Cosma e Damiano, opera di artisti locali. I centri storici del comprensorio cagnanese sono incastonati in una natura rigogliosa e per lo più incontaminata. Le sagre gastronomiche -del cinghiale nella prima settimana di agosto, del porcino il 6, il 7 e l'8 settembre- e le manifestazioni religiose e folcloristiche, commistione di sacro e profano, sono una notevole fonte di richiamo. I festeggiamenti in onore dei Patroni, i Santi Cosma e Damiano, si svolgono il 26 settembre.
APPARTAMENTI PER VACANZA CAGNANO AMITERNO (AQ)
La frazione di Collicello. Frazione di Cagnano Amiterno a 25 km da L’Aquila, sulla diramazione della provinciale per Cabbia. È un paese legato alla pastorizia, gravitante su una pianura ubertosa a monocoltura foraggiera, di piccole dimensioni, piuttosto compatto, dalla forma tonda (e non allungata come la vicina termine), con case agglomerate. È adagiato su corrugamenti di Catabio e del Pecorno. La parte novecentesca, di forma più lineare, segue la strada comunale di Barete - Fiugni. Il tessuto urbano, mentre all’esterno, lungo il bordo, mantiene un aspetto compatto, omogeneo e non sfrangiato, all’interno si rompe in scansioni disorganiche, dettate del tipico modo di comporre gli edifici dell’architettura pastorale. Si può ipotizzare che il passaggio delle pecore dettasse sezioni di percorsi relativamente ampi. Le case, in genere, sono molto povere e nessun edificio si distacca dagli altri, tranne la chiesa di San Sebastiano, che si qualifica soprattutto per l’architrave, probabilmente di recupero.
CASE PER LE FERIE CAGNANO AMITERNO (AQ)
Le frazioni di Corruccioni, Colle e Civitella di Camignano Amiterno. Complesso di tre frazioni sviluppate sulla diramazione della provinciale per Cabbia per Corrucioni ed esaminato con un unico in considerazione: della scarsa consistenza edilizia complessiva, della distanza complessiva tra i 3 centri, inferiore al Km e del forte legame costituito dalle viabilità. Testimone della stretta relazione è anche il marciapiede pedonale che accompagna la viabilità carrabile per la maggior parte de del suo sviluppo anche nei tratti inedificati che separano fisicamente i tre centri abitati Corruccioni è un paese legato alla pastorizia e all'economia tipica dei paesi di montagna. L'edificato conserva ancora, senza eccessive compromissioni, le caratteristiche originarie ed è forse quello più integro tra le frazioni del comune di Cagnano Amiterno. Colle a parte episodici manufatti, verosimilmente un tempo casolari sparsi, è più un agglomerato spontaneo a vocazione residenziale sorto a seguito delle edificazioni del XIX secolo lungo lo viabilità. Testimoni ne sono l'andamento lineare e l'edificato rilevabile. Civitella graziosa frazione arroccata su un colle, domina le due vallate delle frazioni di San Cosma e San Pelino. Di importanza storica vi si trova il "Palazzo Giandomenico" e il "Castelluccio", quest'ultimo per molti anni residenza dell'arma dei Carabinieri. L'abitato si articola in un complesso costituito principalmente da tre aggregazioni lineari.
COUNTRY HOUSE CAGNANO AMITERNO (AQ)
La frazione di Fiugni di Camignano Amiterno. Insieme a Collicello, Cabbia e Termine è stato uno dei nuclei dell’Aquilano maggiormente legati alla pastorizia. Il paese si può considerare separato in due aree: la parte piccola, situata alle pendici di un colle, conserva ancora quasi intatta la struttura originaria, probabilmente fortificata come lascerebbe supporre la presenza di un palazzetto castellato; l’altra, ampia, molto trasformata tra la fine del 1800 e il 1900, segue la linea di crinale ed è di minore valore ambientale e architettonico. Di un qualche interesse, tra le emergenze religiose, risulta la chiesa di Santa Maria della Concezione, a nave unica, mentre l’edilizia civile risulta invece molto povera e caratterizzata dalla presenza di tipi ‘rurali’.
OSTELLI DELLA GIOVENTU' CAGNANO AMITERNO (AQ)
RIFUGI E BIVACCHI A CAGNANO AMITERNO (AQ)
Una caratteristica dell’Abruzzo è la varietà morfologica del territorio che mette a confronto realtà solitamente distinte e difficilmente coniugabili, come mare e montagna, parchi nazionali, riserve naturali e centri storici, collegati con un’efficientissima rete stradale. Dalla foce del_Tronto a quella del Trigno 129 chilometri di costa, assolata e godibile dalla primavera all’autunno, fronteggiano i massicci più elevati dell’Appennino, tanto che non è raro poter scorgere dal litorale sabbioso e in piena vacanza marina le cime innevate del Gran Sasso e della Maiella. Del resto la storia antropologica e sociale della regione Abruzzo è tutta coniugata sul costante rapporto mare-montagna, vissuto dalla gente.
La Regione Abruzzo. La fisionomia della Regione Abruzzo è caratterizzata dall’accostamento di due lineamenti geografici profondamente diversi: la montagna e il mare: L’Abruzzo montano, con numerosi centri sciistici con impianti di avanguardia, comprende i maggiori massicci dell’Appennino (il Gran Sasso d’Italia e la Majella), numerosi rilievi che raggiungono anch’essi notevole altitudine e altipiani intervallati dalle conche dell’Aquila e di Sulmona, mentre verso il confine con la Regione Lazio si stende la fertile conca del Fucino, risultante dal prosciugamento del lago omonimo portato a termine dal Duca Alessandro Torlonia nel 1875. Oggi l’ex alveo del lago rappresenta il fulcro della produttività agricola marsicana. Nel suo territorio è stata installata, da alcuni decenni, l’antenna parabolica della Società Telespazio, i cui sistemi di trasmissione e di ricezione per via satellite sono all’avanguardia in campo mondiale. L’Abruzzo marittimo, con i suoi centri turistici balneare, si aftaccia sull’Adriatico fra le foci del Tronto e del Trigno, in una fascia costiera sostanzialmente compatta, solcata da fiumi che scendono dal rilievo appenninico e subappenninico ed affiancata dalla discontinua cornice di ridenti zone collinari. Le 18 (perle dell'Abruzzo) stazioni balneari più rinomate, dotate di ogni moderno contorto, sono: Alba Adriatica, Martinsicuro, Tortoreto Lido, Giulianova Lido, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina, Marina di Città Sant'Angelo, Montesilvano, Pescara, Francavilla al Mare, Ortona, Marina di San Vito, Fossacesia Marina, Torino di Sangro Marina, Lido di Casalbordino, Marina di Vasto, San Salvo MarinaI centri storici sparsi nelle quattro province abruzzesi sono più di 150 e di grande interesse turistico, sportivo e climatico sono: i laghi di Campotosto, Barrea, Scanno, Villalago e BombaUna nota particolare merita il Parco Nazionale d’Abruzzo, compreso tra l’area del Fucino a Nord-Ovest e la catena montuosa delle Mainarde Sud-Est, delimitato a Est dai Monti Marsicani, a Sud e Sud-Ovest dallo spartiacque tra il Sangro e il Liri, con gli immensi e centenari boschi, gli ameni altipiani e le gole selvagge, ricchi di straordinaria varietà di flora e di faunaNel suo territorio, per una estensione di 400 Kmq a vincolo intero e 600 Kmq con speciali restrizioni, viene assicurata la tutela e il miglioramento del patrimonio arboreo e faunistico.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu