Giulianova e i suoi scrittori. La nuova pubblicazione di: Di Marco Carlo - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Giulianova e i suoi scrittori. La nuova pubblicazione di: Di Marco Carlo

Giulianova > Storici & Scrittori > Di Marco Carlo
 
La rassegna delle pubblicazioni di opere librarie da Scrittori & Storici di Giulianova
 
Indice Storici & Scrittori giuliesi - Carlo Di Marco
 p u b b l i c a z i o n e 

Democrazia, autonomie locali e partecipazione fra diritto, società e nuovi scenari transnazionali” di Carlo Di Marco
Editore: Cedam
Anno: 2009
Pagine: XLVIII-338
Prezzo: € 36,00

Descrizione
Se per democrazia può intendersi, più che un modello concreto, un parametro ideale in cui si coniugano in sincronia società e potere, insorgono implicazioni esponenziali che inducono lo studioso a indagini coinvolgenti categorie molto ampie di fenomeni (giuridici ed extragiuridici) fra loro collegate da un legame inevitabile.
La prima e più immediata, fra tali implicazioni, è quella che riguarda il ruolo della rappresentanza nel gioco democratico. La discussa identificazione della democrazia nel sistema della sola rappresentanza, infatti, allontana da quel parametro i sistemi politici occidentali (specie quello italiano), poiché, in essi, poteri e società civile sono sempre più lontani. Il progetto kelseniano di rinnovamento del sistema liberale cozza con la metamorfosi degenerativa del sistema dei partiti, fulcro principale su cui era incentrato. La schumpeterizzazione delle classi politiche occidentali sembra determinare la fine di un’illusione.
Inoltre, la democrazia si esercita più facilmente nelle collettività locali, ma, nell’Italia pluralista, la rinuncia alla realizzazione del programma costituzionale del sistema della autonomie prolungatasi per quasi mezzo secolo e il suo problematico avvio nel 1990 (tutt’ora fortemente contraddittoria), hanno causato notevoli guasti: il mancato affermarsi di un vero e proprio senso politico del municipalismo; la nascita di strumenti giuridici di partecipazione nascosti fra le righe degli statuti comunali dei quali i più ignorano l’esistenza. Eppure, la centralità delle autonomie locali, la loro valorizzazione e la loro potenziale spinta verso l’affermarsi di una nuova visione del rapporto fra società civile e politica, fra democrazia e sviluppo, sono programmi contenuti nella Costituzione repubblicana, ma anche in contesti internazionali di primaria importanza: dalla Commissione mondiale sull'ambiente e lo sviluppo delle Nazioni Unite (che con il Rapporto Brundtland del 1987 consacra il principio dello sviluppo sostenibile), all'earth summit di Rio de Janeiro del 1992; dall’avvio del movimento delle città sostenibili d’Europa, avutosi con la conferenza di Aalborg nel 1994, al libro bianco sulla governante della Commissione europea del 2001.
Intanto, le esperienze di democrazia partecipativa che tentano la coniugazione fra politica e società (sogno di sempre), si moltiplicano e trovano interessanti applicazioni (come il bilancio partecipativo, i sondaggi deliberati, le giurie dei cittadini) in vari ordinamenti locali europei e dell’America latina. Ma, anche in quelle esperienze, fatalmente, si ripropone il dilemma di sempre generato da quello che l’Autore definisce un equivoco secolare: la democrazia deve porsi a completamento della rappresentanza o questa a completamento della democrazia?

Articolo tratto dal sito: Cedam libri
Biblioteche a Giulianova

Biblioteca civica “Vincenzo Bindi”
Corsa Garibaldi, 14 - tel. 085/8003395 Giulianova Città
Numero dei volumi catalogati: 23.000
Settori: abruzzesistica, libri antichi, arte, filosofia, emeroteca
Lasciti: Bindi (opere generali) - De Lucia (abruzzesistica) - Mercante (filosofia)
Orario: 9-12; 15-18,30; sabato 9-12,30


Biblioteca del Centro Culturale “San Francesco”
Piccola Opera Charitas
Via Ruetta Scarafoni, 3 - Giulianova Città - tel. 085/8003677
Numero dei volumi catalogati: 12.000
Settori: emeroteca, storia, filosofia, letteratura, storia delle religioni e della Chiesa
Orario: 8-20


Centro Servizi Culturali della Regione Abruzzo
Via I. Nievo, 6 - Tel. 0858003508 - Fax 08580027108
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, dalle 15 alle 18 (orario invernale) e dalle 16 alle 19 (orario estivo); sabato dalle 9 alle 12.
Il Centro di Servizi Culturali della Regione Abruzzo, istituito con L.R. 6 Luglio 1978 N. 35, opera nei territori comunali di Giulianova, Roseto, Mosciano Sant’Angelo, Bellante, Morro D'Oro e svolge promozione culturale concorrendo alla formazione ed alla realizzazione della persona umana mediante una effettiva partecipazione alla vita della comunità del comprensorio.


Biblioteca Padre Candido “Donatelli”
Inaugurata il 27 maggio del 1995, la Biblioteca “P. Candido Donatelli” è riuscita progressivamente a ritagliarsi un ruolo assolutamente rilevante nella realtà culturale non solo giuliese. L’attivismo e l’entusiasmo degli operatori della quarta biblioteca cittadina (Direttore dott. Sandro Galantini; bibliotecari dott. Piera Fagnani e Alfonso Di Felice) hanno fatto sì che la raffinatissima struttura, fortemente voluta dall’allora Superiore del Convento dei Cappuccini P. Serafino Colangeli, divenisse un punto di riferimento importante per studenti, operatori culturali e studiosi non solamente locali.
Orario biblioteca:dal lunedì al venerdì con orario 10-13 e 15-19; il sabato dalle 10 alle 13.

Giulianova, la Posillipo d'Abruzzo

Giulianova (Te) Abruzzo - Italy. Gli ingredienti sono quelli classici dell’Abruzzo più bello: spiagge tranquille, immensa e pulita sabbia, dolci colline immerse in verde ecologico che offrono una panoramica su un mare dai mille colori. Su una di queste colline e sul suo declivio è situata Giulianova Paese con la sua allegria, con i suoi musei,  monumenti, pinacoteche e biblioteche, chiese e santuari, il suo verde, il suo mareQuesta località balneare oltre a sottolineare ciò che di Giulianova è giustamente noto, permette al turista e al residente, di scoprire molte prospettive ancora poco conosciute.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu