Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Civitella Messer Raimondo - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Civitella Messer Raimondo

Chieti
 

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
 
La storia di Civitella Messer Raimondo si intreccia e si confonde con quella dei paesi vicini, fatte salve le differenze e le peculiari caratteristiche imposte di volta in volta dall’incessante susseguirsi e accavallarsi degli eventi. Il ritrovamento a Civitella Messer Raimondo di pitture rupestri del 3000 a.C. nelle pareti della grotta "La Capraia", induce a credere che i primi uomini avrebbero abitato questi luoghi sin dalla preistoria. L’ipotesi sarebbe avvalorata anche dal rinvenimento di Tombe Preistoriche con un ricco corredo di suppellettili di bronzo ritrovate in contrada "Fonte Liberatori" durante scavi eseguiti nel 1891.
 
Sarebbe l’ulteriore testimonianza che il territorio di Civitella Messer Raimondo ospitava, sin dai tempi antichi, un importante insediamento abitativo che ebbe nei secoli una sua documentabile continuità. Ne sarebbero prova le vestigia di un’antichissima città, senza alcun dubbio preromana, abitata dagli antichi popoli Peligni poi assoggettati dai Romani che, nelle loro lotte di conquista contro i Sanniti e contro Pirro, distrussero la città stessa e ne dispersero gli abitanti che si spostarono più giù, sulle sponde del fiume Aventino, ricostruendo il paese di Civitella Messer Raimondo.


Città di Civitella Messer Raimondo

Altre vicende hanno contribuito alla scomparsa anche nella località di Civitella Messer Raimondo, del paese riedificato, e ciò probabilmente avvenne durante la guerra combattuta alla fine del XIII secolo fra Carlo D´Angiò e Manfredi di Sicilia. Il primo documento scritto che cita il nome di "Civitella" risale al XII secolo, quando Civitellam era un feudo tenuto da Manerius da Palena. Dopo alterne e confuse vicende il Paese divenne un importante Feudo, prima nel 1453 di Antonio Orsini, Barone di Casoli ed in seguito nel 1469, di Napoleone Orsini al quale fu assegnato dal Re Ferdinando D´Aragona. Il popolo di Civitella però, non sopportò a lungo le angherie degli Orsini e si ribellò, passando così sotto il dominio dell’illustre Bartolomeo De Alviano.

Comune di Civitella Messer Raimondo
Via Maiella, 1
- 66010 Civitella Messer Raimondo (Ch)
Tel.: 0872.980162 – Fax: 0872.994846

Altitudine: 770 mt. s.l.m.
Estensione: 12,37 kmq.

Sito web: www.civitellamesserraimondo.net

PEC - Posta certificata: info@pec.civitellamesserraimondo.net
Posta ordinaria: info@civitellamesserraimondo.net

Civitella Messer Raimondo sorge su un colle alla destra del fiume Verde, affluente del fiume Aventino e comprende i nuclei abitativi di La Fonte, Calazzotto, Selva, Gallo, Piano Risorgimento, Vicenne, Forconi, Laruccia e Colle San Leonardo. Il ritrovamento di pitture rupestri del 3000 a. C. nelle pareti della grotta "La Capraia" induce a credere che i primi uomini avrebbero abitato i nostri luoghi sin dalla preistoria. L’ipotesi sarebbe avvalorata anche dal rinvenimento di tombe preistoriche con un ricco corredo di suppellettili di bronzo ritrovate in contrada "Fonte Liberatori" durante scavi eseguiti a Civitella Messer Raimondo nel 1891. Sarebbe l’ulteriore testimonianza che il territorio di Civitella doveva ospitare sin dai tempi antichi un importante insediamento abitativo che ebbe nei secoli una sua documentabile continuità. Ne sarebbero testimonianza le vestigia di una antichissima città senza alcun dubbio pre-romana abitata dagli antichi popoli peligni poi assoggettati dai Romani che, nelle loro lotte contro i Sanniti e contro Pirro, distrussero la città stessa e ne dispersero gli abitanti che si spostarono sulle sponde del fiume Aventino ricostruendo il paese di Civitella Messer Raimondo. Le prime notizie documentate risalgono al XII sec., quando Civitellam era un feudo tenuto da Manerius da Palena. Dopo alterne vicende il paese di Civitella Messer Raimondo divenne importante feudo, prima di Antonio Orsini nel 1453, e poi di Napoleone Orsini nel 1469. Il paese passò da un nobile all’altro fino a quando il feudo fu venduto a Francesco Filomarino, poi a Tommaso D’Aquino e a suo figlio Giacomo che nel 1650 ricevette dal re di Napoli il titolo di Duca di Civitella Messer Raimondo. Solo nel 1800 la famiglia Baglioni iniziò la sua signoria con Nicola, Francesco e Giuseppe.

 

Accoglienza turistica a Civitella Messer Raimondo
 Alberghi a Civitella Messer Raimondo
 Residenze turistico alberghiera a Civitella Messer Raimondo
 Residence a Civitella Messer Raimondo
 Case per le vacanze a Civitella Messer Raimondo
 Appartamenti a Civitella Messer Raimondo
 Country House a Civitella Messer Raimondo
 Bed and breakfast a Civitella Messer Raimondo
 Alloggi agroturistici a Civitella Messer Raimondo
 Campeggi a Civitella Messer Raimondo
 Villaggi turistici a Civitella Messer Raimondo
 Ostelli della Gioventu' a Civitella Messer Raimondo
 Case per le ferie a Civitella Messer Raimondo
 Affittacamere a Civitella Messer Raimondo
 Aree sosta per camper a Civitella Messer Raimondo

Seguirono a Civitella Messer Raimondo ancora anni bui per il paese che nel volger di poco tempo passò da un nobile all’altro fino a quando, per indebitamento dei vari signorotti, il Feudo fu venduto a Francesco Filomarino quindi a Tommaso D’Aquino e poi al figlio Giacomo che nel 1650 ricevette dal Re di Napoli il titolo di Duca Di Civitella Messer Raimondo, nome derivante dalla Signoria di Raimondo Da Anichino che precedentemente aveva governato il feudo. Solo intorno al 1800 a Civitella Messer Raimondo la Famiglia Baglioni vi iniziò la sua Signoria con Nicola, Francesco e, infine, Giuseppe Baglioni morto il 6 gennaio 1953.


Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia di Chieti

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu