I Comuni della Provincia de L'Aquila: Castel di Sangro - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

I Comuni della Provincia de L'Aquila: Castel di Sangro

L'Aquila

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
Anticamente Castel di Sangro era chiamato Aufidena, ed era abitato dai Sanniti. Le superbe mura megalitiche della rocca evocano le gesta gloriose dell'età sannitica che vide in questa zona nascere la civiltà di Aufidena, roccaforte conquistata poi dai romani nel 209 a.C. I romani elevarono tale popolazione dotandola di un ordo, o senato autonomo, di un foro e successivamente anche di strutture per i giochi in onore dell'imperatore Augusto.

Città di Castel di Sangro

Comune di Castel di Sangro
Corso Vittorio Emanuele II, 10
67031 Castel di Sangro (Aq)
Tel.: 0864.82421 – Fax: 0864.8242216

Altitudine: 793 mt. s.l.m.
Estensione: 84,05 kmq.

Sito web: www.comune.casteldisangro.aq.it
PEC: suapcasteldisangro@postecert.it

Posta ordinaria: info@comune.casteldisangro.aq.it

A Castel di Sangro, sotto uno sperone roccioso, dove i ruderi di un vecchio castello testimoniano le sue nobili origini, il paese di Castel di Sangro guarda la vasta piana che oggi accoglie numerose aree industriali ed artigianali.

 
 

 Alberghi a Castel di Sangro
 Residenze turistico alberghiera a Castel di Sangro
 Residence a Castel di Sangro
 Case per le vacanze a Castel di Sangro
 Appartamenti a Castel di Sangro
 Country House a Castel di Sangro
 Bed and breakfast a Castel di Sangro
 Alloggi agroturistici a Castel di Sangro
 Campeggi a Castel di Sangro
 Villaggi turistici a Castel di Sangro
 Ostelli della Gioventu' a Castel di Sangro
 Case per le ferie a Castel di Sangro
 Affittacamere a Castel di Sangro
 Aree sosta per camper a Castel di Sangro

Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia de L'Aquila

Nel IX secolo tutto il territorio di Castel di Sangro della chiesa di Santa Maria, l'antica sede episcopale fu donata dal duca di Benevento ai Benedettini della prossima Badia di San Vincenzo al Volturno sorta nel 703, i quali riportarono la vita e la civiltà in questi luoghi. Successivamente le scorrerie unne e saracene, costringendo a rinunciare agli insediamenti sparsi in prossimità delle terre coltivate di Castel di Sangro, indussero gli abitanti di queste contrade ad arroccarsi sulle alture e a realizzare opere fortificate, finché nel XI secolo i figli di un tal Borrello si sostituirono ai Benedettini.
L’Abruzzo marittimo si aftaccia sull’Adriatico fra le foci del Tronto e del Trigno, in una fascia costiera so-stanzialmente compatta, solcata da fiumi che scendono dal rilievo appenninico e subappenninico ed affiancata dalla discontinua cornice di ridenti zone collinari. Le stazioni balneari più rinomate, dotate di ogni moderno contorto, sono: Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto Lido, Giulianova Lido, Roselo degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina, Montesilvano, Pescara, Francavilla al Mare, Ortona, San Vito Chietino, Fossacesia e Vasto. I centri storici sparsi nelle quattro province abruzzesi sono più di 150. Di grande interesse turistico, sportivo e climatico i laghi di Campotosto, Barrea, Scanno, Villalago e Bomba. Una nota particolare merita il Parco Nazionale d’Abruzzo, compreso tra l’area del Fucino a Nord-Ovest e la catena delle Mainarde Sud-Est, delimitato a Est dai Monti Marsicani, a Sud e Sud-Ovest dallo spartiacque tra il Sangro e il Liri, con gli immensi e centenari boschi, gli ameni altipiani e le gole selvagge, ricchi di straordinaria varietà di flora e di fauna. Nel suo territorio, per una estensione di 400 Kmq a vincolo intero e 600 Kmq con speciali restrizioni, viene assicurata la tutela e il miglioramento del patrimonio arboreo e faunistico.
Appartenente a questa famiglia, Oderisio assunse il titolo di conte e mutò il nome del casato in quello dei "di Sangro" e nel 1050 si fece edificare un castello di grande importanza strategica sulla rocca difesa dalle mura megalitiche, riuscendo a stabilizzare il suo predominio fra i territori circostanti di Castel di Sangro. Da allora tutto l'insediamento circostante assunse il nome di Castrum Sari.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu