Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Casalanguida - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni ed indirizzi utili dei Comuni della Provincia di Chieti: Casalanguida

Chieti
 

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
 
Casalanguida è un comune italiano di 1.022 abitanti della provincia di Chieti in Abruzzo. Fa parte della Comunità montana Medio Vastese. Su uno sprone alle falde del colle della Montagnola, tra le valli dei fiumi Osento e Sinello, è posta Casalanguida, che domina panoramicamente la campagna circostante e guarda in lontananza il mare Adriatico. Il territorio di Casalanguida, esteso per 13,59 kmq, ha un assetto morfologico prevalentemente collinare e confina a nord con il Comune di Atessa, ad est con il Comune di Scerni, ad ovest con il Comune di Carpineto Sinello, a sud con il fiume Sinello.
 
Da un “apprezzo” del 1742 (Bibl. Com. Vasto, MS, IX, 178-191) la cittadina di Casalanguida è descritta come “edificata su un monte di pietra tufagna” da dove godersi “la veduta di Colli, Piane e Montagne, com’altresì d’altre Province convicine, cioè la Terra di Carpineto, Guilmi, Policorno, Rocca Spina Aliveta e Gissi”. Casalanguida Borgo di origine medioevale, il documento più antico in cui è citato il toponimo (derivato dal tardo latino languena “segno di confine”) risale al secolo XII, quando col nome di Casalangenam in terra Burellensi si identifica il feudo di un milite, posseduto da Mathias de Carpeneto, subfeudatario di Raynaldus de Montis Ferrantis. Si ha notizia anche di una famiglia feudale di Casalanguida con il cognomen toponomastico derivato da Casalanguida: Herricus de Casalangena e suo figlio, feudatari di Boemondo conte di Manoppello.


Città di Casalanguida

Inoltre, pare che la Terra di Casalanguida, nel 1269, fosse possesso feudale di Oddone del Sangro per volere di Carlo d’Angiò. Nel secolo XIV, Casalanguida è ricordata per le decime degli anni 1324 e 1326 dovute dai Clerici de Casalangueda e dall ecclesia S. Marie in Casalanna. Si vuole che nella prima metà del secolo XV fosse possesso feudale di Antonio Caldora; che più tardi fosse concessa a Matteo di Capua principe di Conca; e che, successivamente, vi avessero signoria i Davalos del Vasto, fino all’abolizione della feudalità. Nel primo dato censuario conosciuto, la popolazione di Casalanguida era di 52 fuochi nel 1447, di 62 nel 1532, di 88 nel 1545, di 103 nel 1561, di 92 nel 1595, di 80 nel 1648 e di 61 nel 1669.

Comune di Casalanguida
Via Porta da Capo, 1/3Tel:
- 66032 Casalanguida (Ch)
Tel.: 0872.867135 – Fax: 0872.867072

Altitudine: 450 mt. s.l.m.
Estensione: 13,59 kmq.

Sito web: www.comunecasalanguida.com

PEC - Posta certificata: comunedicasalanguida.ch@pec-mail.it
Posta ordinaria: i comune.casalanguida@libero.it

Alla fine del XVIII secolo gli abitanti di Casalanguida erano 1760, nel 1809 la popolazione era di 2647, nel 1861 era salita a 2825, nel 1301 a 3109, nel 1921 scendeva a 2322 e nel 1951 a 2270. Al plebiscito del 1860 per l’annessione al Regno d’Italia, su 597 iscritti, votarono 548 elettori, di cui 544 si dichiararono favorevoli e 4 contrari. Al nucleo originale del paese di Casalanguida si accede mediante due porte: una chiamata Porta da Capo e l’altra Porta da Piedi. Detta zona, costituita da case parzialmente disabitate e in gran parte diroccate, è stata negli ultimi anni ristrutturata provvedendo all’abbattimento delle vecchie case consentendo così l’allargamento della Piazza Covatta posta a ridosso della Chiesa Madre “Santa Maria Maddalena” di Casalanguida, attualmente in fase di consolidamento e restauro.

Casalanguida, Borgo di origine medioevale, i primi documenti risalgono al XII sec. e fu feudo dei Beomondo, conte di Manoppello e poi di Antonio Caldora e dei D’Avalos. Posta tra le valli dei fiumi Osento e Sinello, domina la campagna circostante con un centro che conserva quasi intatti i caratteri dell’antico abitato. Di grande rilevanza è la fontana monumentale ottocentesca a Casalanguida in pietra che insieme con il palazzo baronale costituisce una delle attrattive del posto. Del XVIII sec. sono il Palazzo Procaccini, con tracce del XVI sec. nel porticato nei portici e nella loggia in pietra, e il Palazzo Cauli, quadrangolare con garitte angolari quadre (demolite), corte, magazzini, neviera e cappella con portalino medioevale.

 

Accoglienza turistica a Casalanguida
 Alberghi a Casalanguida
 Residenze turistico alberghiera a Casalanguida
 Residence a Casalanguida
 Case per le vacanze a Casalanguida
 Appartamenti a Casalanguida
 Country House a Casalanguida
 Bed and breakfast a Casalanguida
 Alloggi agroturistici a Casalanguida
 Campeggi a Casalanguida
 Villaggi turistici a Casalanguida
 Ostelli della Gioventu' a Casalanguida
 Case per le ferie a Casalanguida
 Affittacamere a Casalanguida
 Aree sosta per camper a Casalanguida

Molto sviluppato anche il turismo estivo, costiero e balneare; i più importanti centri attrezzati sono Pescara, la più popolosa città della Regione e maggiore centro balneare, Montesilvano, Pineto, Roseto degli Abruzzi, Giulianova, Alba Adriatica, Tortoreto, Francavilla al Mare, Ortona, Vasto, Martinsicuro, Silvi Marina e la Costa dei Trabocchi. Molti di questi centri balneari turistici hanno il privilegio e il prestigio di essere nominati Bandiera Blu dall'Unione europea per la qualità delle acque e dei servizi offerti, collocando l'Abruzzo quarto tra le regioni italiane in questa particolare graduatoria con 14 Bandiere Blu dietro solo alla Liguria, Toscana, e Marche, per quanto riguarda l'anno 2012.


Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia di Chieti

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu