Informazioni ed indirizzi utili dei Municipi della Provincia di Pescara: Carpineto della Nora - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Informazioni ed indirizzi utili dei Municipi della Provincia di Pescara: Carpineto della Nora

Pescara
 

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
 
Carpineto della Nora è un comune italiano di 710 abitanti della provincia di Pescara in Abruzzo. Fa parte della Comunità montana Vestina. Ospita L'Abbazia di San Bartolomeo, uno dei monumenti più pregevoli e meglio conservati dell'arte medievale abruzzese cistercense.
Carpineto Della Nora. La storia delle origini di Carpineto della Nora, il cui nome deriva dal toponimo dalla vegetazione di carpinella che copre le vallate circostanti, è narrata nella Chronica, scritta, nel XII secolo, dal monaco Alessandro per tramandare le vicende dell'Abbazia fortificata di San Bartolomeo. Di Carpineto della Nora resta solo la chiesa edificata alla fine del XII secolo su un precedente edifici e ristrutturata nel secolo successivo, con elementi gotici di ascendenza borgognona.

Città di Carpineto della Nora

Comune di  Carpineto della Nora
Via Regina Margherita, n. 6
- 65010  Carpineto della Nora (Pe)
Tel.: 085.849138  – Fax:  085-849560

Altitudine: 535 mt. s.l.m.
Estensione: 23,28 kmq.

Sito web:
www.comune.carpinetodellanora.pe.it
PEC - Posta certificata: carpinetodellanora@pec.pescarainnova.it

Posta ordinaria: info@comune.carpinetodellanora.pe.it

Ne caratterizza la funzione difensiva la massiccia torre quadrata di Carpineto della Nora che si erge sul lato sinistro. La costruzione è immersa in uno scenario di grande suggestione, ricco di anfratti, di boschi, di acque, rinomate per la loro freschezza, e di grotte, come quella del Mustacchio, rifugio di briganti. Una leggenda racconta che nelle stanze sottostanti, alle quali si accede mediante un pozzo, sia ancora nascosto un favoloso tesoro di monete d'oro.

Il paese di Carpineto della Nora è situato sulla bassa montagna a sud-est del Gran Sasso d'Italia, nella Valle della Nora.
L'abitato di  Carpineto della Nora , cui danno nome gli alberi di carpino o carpinella, è noto agli sportivi per le stupende e difficili vie di arrampicata, agli amanti dell'arte per l'abbazia di San Bartolomeo, il cui anno di fondazione è fissato nel 962, sebbene se ne abbia menzione già nell'884 possesso benedettino e poi dei vescovi pennesi (secoli XI-XII), nel 1258 diventò una 'succursale' di quella di Villa Celiera.
Nonostante abbia perso il carattere di chiesa-monastero-fortezza, vi si riconoscono le linee romaniche dell'abbazia di S. Clemente a Casàuria. Se ne vede dapprima l'abside, impreziosita da una monofora e da un rosone a ruota; il portale d'accesso in facciata è ornato da girali che avvolgono animali di varia forma e grandezza. All'interno, bellissime monofore con colonnine laterali danno luce al presbiterio; l'altare poggia su quattro colonnine sormontate da capitelli con figure di animali.

 
 

Accoglienza turistica a Carpineto della Nora
 Alberghi a Carpineto della Nora
 Residenze turistico alberghiera a Carpineto della Nora
 Residence a Carpineto della Nora
 Case per le vacanze a Carpineto della Nora
 Appartamenti a Carpineto della Nora
 Country House a Carpineto della Nora
 Bed and breakfast a Carpineto della Nora
 Alloggi agroturistici a Carpineto della Nora
 Campeggi a Carpineto della Nora
 Villaggi turistici a Carpineto della Nora
 Ostelli della Gioventu' a Carpineto della Nora
 Case per le ferie a Carpineto della Nora
 Affittacamere a Carpineto della Nora
 Aree sosta per camper a Carpineto della Nora

L'Abruzzo: un grande museo all'aperto. Un'altra delle caratteristiche peculiari dell'Abruzzo è il numero altissimo di antichi castelli che si vedono spuntare ovunque. Si può dire, anzi, che non vi sia paese, sommità dominante, passo o promontorio che non abbia la sua torre, il suo castello, il suo recinto fortificato. Le ragioni storiche sono semplici: un lunghissimo periodo di pericolo, interno ed esterno, che obbligò ogni comunità a provvedere alla propria difesa; ma ciò che più ci interessa è il risultato odierno, che rende l'Abruzzo il più grande e completo museo italiano all'aperto di architettura militare: vanta infatti almeno un esemplare, e di buon livello, per ogni tipo di fortificazione conosciuta. Un'altra particolarità unica è poi che la gran parte di essi conserva pressoché intatto anche il territorio circostante, il proprio contesto originario. Un esempio, per tutti, è lo straordinario castello duecentesco di Rocca Calascio: le forme essenziali, di perfetta simmetria, la coerenza dell'impianto architettonico, che tradisce non solo la sicurezza progettuale ma pure una consapevole volontà espressiva, ne fanno uno dei più belli e suggestivi castelli d'Europa. Posto a quasi 1500 metri di altitudine in posizione dominante sulla vallata sottostante, spazia su di un panorama montano mozzafiato, senza epoca, intatto. È difficile immaginare un castello più dominante di questo: il suo ambiente, al limite, coincide col più lontano orizzonte. La suggestione del luogo permette di cogliere appieno quella sensazione di "sospensione del tempo" che più di ogni altra caratterizza l'Abruzzo interno, affascinando il visitatore.


Per ulteriori info: Regione Abruzzo e Provincia di Pescara


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu