Vacanza attiva in Abruzzo: le tue vacanze in montagna - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Vacanza attiva in Abruzzo: le tue vacanze in montagna

Abruzzo > Perchè scegliere l'Abruzzo
 VACANZA ATTIVA IN ABRUZZO
 
         
 

Abruzzo… vacanze attive in montagna
 
Chi conquista una qualsiasi delle vette abruzzesi, e gira lo sguardo tutt’attorno, capisce quanto siano vere le parole del famoso orientalista Giuseppe Tucci, secondo il quale nessun altro paesaggio del mondo assomiglia tanto al Tibet come l’Abruzzo montano. Agli appassionati degli sport alpini più impegnativi, i massicci montuosi abruzzesi sanno proporre sfide e ambienti di tutto rispetto, sia in estiva che in invernale. Alpinismo classico, free climbing, scialpinismo trovano in Abruzzo teatri di espressione di ogni grado di difficoltà.
 
L’alpinismo è lo sport per cui la regione è nota da sempre: grazie alle sue tante e alte montagne, ha dato storicamente un apporto sostanziale alla nascita stessa di questa disciplina: la prima scalata “sportiva” documentata è anzi avvenuta proprio in Abruzzo, sul Gran Sasso, addirittura nel 1573! La grande tradizione alpinistica abruzzese, che ha espresso nomi e realtà di rilievo internazionale, si riflette molto positivamente sulla pratica odierna di questo sport in regione, che conta innanzitutto su un gran numero di guide alpine e accompagnatori di media montagna, appositamente abilitate e riunite in Collegio, tutte di grande esperienza e professionalità. Alle guide alpine si collegano due qualificate scuole di roccia (una ad Assergi, sul Gran Sasso, e una a Abbateggio, sulla Majella) che insegnano sia tecnica classica sia moderna e arrampicata libera, mentre agli accompagnatori di media montagna si collegano quattro scuole di escursionismo naturalistico (a L’Aquila, Spoltore, Villetta Barrea e Caramanico). Ci sono poi e sono molto attive le numerose sezioni del CAI, la storica associazione che anche in Abruzzo da oltre un secolo porta in montagna migliaia e migliaia di appassionati, insegnando a conoscerla, rispettarla e amarla. Completano il quadro della pratica e della didattica organizzate degli sport di montagna alcune associazioni escursionistiche attive sul territorio regionale, che organizzano appunto escursioni, ascensioni, passeggiate in quota. I teatri di ascesa e di arrampicata, di ogni tipo e grado di difficoltà, sono innumerevoli: il massiccio del Gran Sasso, con la sua orografia tormentata e verticale, offre ambienti e teatri più tipicamente alpini, con pareti di roccia, guglie, pinnacoli e anche un ghiacciaio, il più meridionale d’Europa, il Calderone. Gli altri complessi montuosi, e soprattutto la Majella, sono resi invece più tondeggianti dai fenomeni erosivi e si prestano meglio alle escursioni, mentre le pareti rocciose di alcuni valloni ospitano teatri di arrampicata di bellissima qualità e valore.
 
Le montagne d’Abruzzo, il Tibet d’Europa
Soprattutto in inverno, la montagna abruzzese è capace di offrire emozioni uniche agli appassionati. Vette, creste e cascate ghiacciate propongono affascinanti itinerari con piccozza e ramponi, i canaloni di mille e più metri di dislivello delle vette maggiori offrono discese fuori pista paragonabili a quelle della Scandinavia o delle Alpi, e le ottime guide alpine dell’Abruzzo sono a disposizione per accompagnare, suggerire, insegnare. Fra tutti i suoi monti, è il Gran Sasso il regno dell’avventura per antonomasia. Qui sciatori, escursionisti ed alpinisti trovano un ambiente che non teme il confronto con le Alpi, sia in estate che in inverno. La distesa innevata di Campo Imperatore, ad esempio, diventa l’ambiente ideale dei fondisti, che possono scegliere tra i comodi anelli tracciati e le lunghe traversate libere nel cuore del pianoro. Nella bella stagione, le scoscese pareti del Corno Grande e del Corno Piccolo rappresentano una impegnativa palestra di roccia per arrampicate di varia difficoltà. Una volta in cima il panorama è mozzafiato, poiché lo sguardo spazia su tutto l’Abruzzo: dall’Adriatico ai monti che segnano il confine con il Lazio. D’inverno, su quelle stesse pareti, possono cimentarsi gli scialpinisti più esperti in avventurose discese, dopo che i loro ramponi hanno morso la neve sotto cui dorme l’erba che brucheranno le greggi dopo pochi mesi. Se Campo Imperatore ricorda a chi lo percorre le steppe dell’Asia centrale e il Corno Grande ha il sapore delle Dolomiti, le rocce e le enormi sassaie della Majella disegnano un paesaggio assai più tipicamente mediterraneo, ma non per questo meno emozionante per chi risalga le sue pendici, in estate come in inverno. Le escursioni alle sue vette e, in genere alla parte alta del massiccio, sono sempre lunghe e faticose e mettono a dura prova anche l’escursionista più allenato. Fresche, ovattate, integre, le faggete della “montagna madre” la cingono lungo tutto il suo perimetro, aprendosi in alto all’improvviso sui crinali profumati dai mughi, sugli aspri valloni d’alta quota, sulle pietraie sconfinate delle valli Cannella, delle Mandrelle, di Taranta. Ancora più su, tra la Tavola Rotonda e il Monte Amaro, l’altopiano di Femmina Morta è un balcone sospeso nel cielo d’Abruzzo. Sullo sfondo, a portata di mano, c’è il mare.
 
Le stazioni abruzzesi di sci alpino
San Giacomo - Monte Piselli; Prati di Tivo; Prato Selva; Campo Imperatore - Monte Cristo; Campo Felice; Ovindoli - La Magnola; Marsia; Campo Rotondo; Pescasseroli; Scanno; Roccaraso; Rivisondoli; Pescocostanzo; Pizzoferrato e Gamberale; Passolanciano - La Majelletta; Campo di Giove e Pacentro - Passo San Leonardo.
 
I monti d’Abruzzo in inverno
Le montagne d’Abruzzo sono caratterizzate da un forte e duraturo innevamento, attrezzate con stazioni ed impianti turistici numerosi e spesso assai qualificati, e – soprattutto – vi si scoprono ambienti ottimali e ben differenziati per la pratica ad alto livello di ambedue le tipologie principali di sport con gli sci: la discesa e il fondo. Le aree degli alti rilievi montani sono perfette per la pratica dello sci alpino (la discesa), mentre la vastità dei numerosi altipiani, più o meno movimentati, offre luoghi ideali per la pratica dello sci nordico (il fondo). L'Abruzzo offre le maggiori stazioni sciistiche dell’intero Appennino, con disponibilità di centinaia di chilometri di piste, ottimi standard di innevamento naturale implementato da quello programmato, impianti di risalita moderni e funzionali, una rete di strutture e servizi integrativi davvero efficiente e completa. Fra tutte le stazioni abruzzesi spicca il Comprensorio sciistico dell’Alto Sangro, ai confini del Parco Nazionale d’Abruzzo, che si rivela essere il più vasto di tutta l’Italia centro-meridionale e addirittura il settimo comprensorio sciistico a livello nazionale per quantità e qualità complessiva delle piste e dei servizi. Il Comprensorio comprende i comuni di Roccaraso, con i suoi eleganti negozi e i maggiori impianti sportivi, Rivisondoli, famoso per il suo Presepe Vivente, e Pescocostanzo, col suo straordinario centro storico e gli splendidi monumenti rinascimentali e barocchi. Parlare di sport invernali in Abruzzo significa ovviamente sci da discesa, ma non solo. Anzi, per l'eccezionale varietà dei loro ambienti naturali le montagne abruzzesi rappresentano palestre ideali per praticare il fondo, lo snowboard, lo sci-alpinismo, lo snow-rafting, lo slittino e il telemark; gli amanti di ciascuna di queste discipline trovano sulle nevi abruzzesi ottimi ambienti dove praticare lo sport preferito in assoluta sicurezza. Le valli e gli altopiani racchiusi fra le montagne d’Abruzzo sono l’ambiente ideale per gli appassionati dello sci di fondo, che trovano piste tracciate in quasi tutte le località sciistiche. Si possono seguire gli anelli che portano fino al cuore del secolare Bosco di Sant'Antonio, nei pressi della bella Pescocostanzo, o quelli che si snodano fra le faggete del Parco Nazionale d’Abruzzo, dove lo spettacolo che si offre all’appassionato è davvero impagabile; o ancora quelli tracciati nel panorama sterminato di Campo Imperatore, in uno scenario da Grande Nord. E se il fondo lo si vuole praticare lontano dalle piste battute, sulla neve immacolata, non c’è che l’imbarazzo della scelta: altopiani dolcemente ondulati, fitti boschi percorsi da carrarecce e mulattiere, valli in dolce pendenza sono in grado di offrire una straordinaria varietà di percorsi. Come tutti gli appassionati sanno, gli anelli battuti e le piste attrezzate per lo sci da fondo non esauriscono infatti le possibilità a disposizione che i praticanti di questa disciplina hanno sulle montagne dell’Abruzzo. Su tutti i massicci della regione, i numerosi boschi e gli ampi altopiani permettono facili ed entusiasmanti avventure ai fondisti, a patto che siano già almeno parzialmente padroni delle tecniche di progressione. Negli stessi ambienti, anche gli appassionati dello sleddog, la corsa con le slitte trainate da mute di cani, non hanno difficoltà a praticare il loro sport preferito. L’energia degli husky può essere liberata negli ambienti degli altipiani abruzzesi, che sono perfettamente in grado di evocare atmosfere artiche ma illuminati dalla calda luce mediterranea. Per gli appassionati di sci-alpinismo l’Abruzzo rappresenta un ottimo teatro di azione, dato che offre numerosi ambienti montani idonei anche a questo spor t, come le pendici a quote più alte del Gran Sasso e della Majella. È bene tuttavia ricordare che si tratta di una disciplina sportiva assai impegnativa, anche se ricca di soddisfazioni, nella quale non si improvvisa mai. Si svolge infatti su un libero terreno di montagna che può essere pericoloso a causa delle condizioni della neve. Per affrontarlo occorre necessariamente affidarsi a una guida alpina o aver frequentato un corso specifico organizzato dal Club Alpino Italiano. Le racchette da neve, dette anche “ciàspole”, hanno iniziato a comparire in tutti i massicci abruzzesi all'inizio degli anni Novanta; la loro diffusione è in costante crescita, grazie alla libertà con cui consentono di muoversi nella neve fresca e alta senza affondarvi, senza richiedere una particolare conoscenza della tecnica di progressione, come invece è necessario per lo sci di fondo (è però importante avere almeno le nozioni base e un po’ di esperienza in tema di montagna d'inverno; in mancanza conviene partecipare a uno dei corsi del CAI oppure prendere parte alle escursioni organizzate).
 
I monti d’Abruzzo in estate
Nella sua fruizione estiva, la montagna abruzzese cerca di essere quanto più ricettiva e ospitale, grazie alla grande disponibilità di sentieri e percorsi attrezzati che includono anche ferrate per le alte quote, allestimenti escursionistici per diversamente abili e tracciati per vari tipi di sport, come le ippovie per gli appassionati di equitazione di campagna, o gli itinerari off road in fuoristrada e moto enduro. I sentieri sono tanti e presenti in tutti gli ambienti di tutti i comprensori della montagna d’Abruzzo, ben assortiti e con vari gradi di difficoltà. Si inizia dai più facili, studiati per una rilassante passeggiata nei prati e tra i boschi adatta ai principianti, alle famiglie, ai bambini e agli anziani o a chi semplicemente vuole solo sgambettare e respirare aria pura nel verde. Ci sono poi quelli un po’ più difficili, che portano a quote più alte e richiedono un minimo di esperienza, attrezzatura e preparazione fisica per affrontare percorsi di qualche ora. Infine ci sono sentieri effettivamente impegnativi, destinati ai grandi appassionati della montagna, dotati di buona esperienza e preparazione atletica, che con la dovuta attrezzatura sono in grado di cimentarsi in escursioni e trekking che a volte impegnano l’intera giornata o anche più giorni, e che attraversano e raggiungono ambienti davvero particolari. In tutti i casi la rete di sentieri è in genere ben curata, con segnavia colorati posti strategicamente, dove serve avere indicazioni chiare sul percorso. In tutti i Centri Visita dei Parchi e presso i principali punti informativi nei paesi sono disponibili guide e mappe della rete dei sentieri. Perdersi sulle montagne abruzzesi è davvero difficile. Solo le ripide pareti di roccia che si alzano verticali verso il blu sono appannaggio di appassionati alpinisti ed esperti freeclimber, tutto il resto è invece davvero a portata di mano, incluse le alte vette protese verso il cielo sfiorando i 3000 metri. Lo stesso Corno Grande, la maggiore delle torri di roccia del gruppo del Gran Sasso, con le sue quattro cime che oscillano tra i 2800 e i 2900 metri di quota, può essere raggiunto con delle arrampicate alla portata di molti, anche di chi non è proprio un alpinista esperto.

Gli Uffici IAT - Informazione Accoglienza Turistica della Regione Abruzzo

Regione della biodiversità, l’Abruzzo testimonia con la propria realtà e con le proprie scelte a favore dell’ambiente come sia possibile far coesistere uno straordinario patrimonio naturalistico con la presenza costante, dinamica, non distruttiva dell’uomo.
Tre Parchi Nazionali: Lo storico Parco Nazionale d’Abruzzo, quelli del Gran Sasso-Monti della Laga e il Parco Nazionale della Majella istituiti di recente; un Parco regionale, il Sirente-Velino, oltre 30 riserve e oasi naturalistiche gestite direttamente sia dai Comuni o dal Corpo Forestale dello Stato che dalle Associazioni ambientaliste; tutto questo fa dell’Abruzzo la Regione dei Parchi, con circa il 30% del proprio territorio sottoposto a tutela.

 
Terme e benessere in Abruzzo. Vacanze per curarsi, per conservare la salute, per ritrovare e mantenere quell'equilibrio tra il corpo e la mente che aiuta a restare giovani a lungo. Terra di grandi orizzonti verdi, di spazi di natura incontaminati e di spiagge adatte a un turismo tranquillo, l’Abruzzo offre interessanti possibilita' anche a chi preferisce soggiornare in collina. Molte tra le localita' ai piedi della montagna sorgono tra i 400 e i 900 metri, e possono quindi ospitare senza problemi chi avrebbe delle difficolta' a salire eccessivamente di quota. Per chi ha bisogno di cure termali, infine, l'Abruzzo offre l'attrezzatissima stazione di Caramanico Terme, ai piedi della natura selvaggia della Majella, e i centri di cura di Popoli e Raiano. Meritano una citazione anche le salutari acque minerali di Canistro.
Turismo in Abruzzo, tra natura e turismo rurale: Il turismo in Abruzzo offre i più vari e meravigliosi panorami, dalla catena alpina (la catena montuosa più importante d'Europa ) alle spiagge di corallo, dai parchi nazionali e dalle foreste incontaminate alle più belle isole del Mediterraneo. L’Abruzzo, nazione , con la sua biodiversità, con le sue regioni, presenta: montagne, colline, fiumi, laghi, coste e mari incontaminati. L’Abruzzo è un grande paese da godere con monumenti ed opere d’arti di indubbio valore, che accoglie visitatori da tutte le parti del mondo. Sito dedicato al turismo sulla Regione Abruzzo con informazioni turistiche sulla Abruzzo, dove passare il tempo libero in Abruzzo, con itinerari di enogastronomia nella Regione Abruzzo. Qui troverete l’elenco completo delle strutture ricettive nella Regione Abruzzo: alberghi in Abruzzo, Residence in Abruzzo, bed & breakfast in Abruzzo, campeggi in Abruzzo, Villaggi turistici in Abruzzo, case per le ferie in Abruzzo, Alloggi agroturistici in Abruzzo, In più, gli IAT - Informazione Accoglienza Turistica in Abruzzo, IAT in Abruzzo, Pro-loco in Abruzzo, Informazioni turistiche sulla Regione Abruzzo, Agenzie per il turismo in Abruzzo con informazioni, utili sulle guide di viaggio, e offerte hotel in Abruzzo. Informazioni sui servizi in Abruzzo, Informazioni di interesse generale sulla Regione Abruzzo, Informazioni turistiche sulla Regione Abruzzo, Meteo in Abruzzo, Proloco in Abruzzo. Tourism in Abruzzo, nature and rural tourism: Tourism in Abruzzo offers the most diverse and beautiful landscapes, from the Alps (the most important mountain range in Europe) to the coral beaches, national parks and pristine forests to the most beautiful Mediterranean islands. Abruzzo, nation, with its biodiversity, its regions, has mountains, hills, rivers, lakes, coasts and seas pristine. Abruzzo is a great country to enjoy with monuments and works of art of great value, which welcomes visitors from all over the world. Site dedicated to tourism on the region of Abruzzo Abruzzo tourist information about where to spend leisure time in Abruzzo, with food and wine tours in Abruzzo. Here you will find the complete list of accommodation in Abruzzo: Abruzzo Hotels, Apartments in Abruzzo, Bed & Breakfast in Abruzzo, Abruzzo campsites, holiday villages in Abruzzo, holiday homes in Abruzzo Accommodation Agro-tourism in Abruzzo Plus , the IAT - Tourist Information in Abruzzo Abruzzo IAT, Pro-loco in Abruzzo Tourist Information on Region Abruzzo Abruzzi tourism agencies with information on useful travel guides, and hotel deals in Abruzzo. Information about services in Abruzzo, information of general interest on the Abruzzo Region, Tourist Information on Region Abruzzo Weather in Abruzzo Abruzzo Proloco. Tourisme dans les Abruzzes, la nature et le tourisme rural: tourisme dans les Abruzzes offre les paysages les plus variés et magnifiques, des Alpes (la chaîne de montagnes la plus importante en Europe) sur les plages de corail, des parcs nationaux et forêts vierges les plus belles îles de la Méditerranée. Abruzzes, une nation, de sa biodiversité, ses régions, a des montagnes, collines, rivières, lacs, mers et côtes vierges. Abruzzes est un grand pays à déguster avec des monuments et des œuvres d'art d'une valeur inestimable, qui accueille les visiteurs de partout dans le monde. Site dédié au tourisme sur la région des informations touristiques Abruzzes Abruzzes pour savoir où passer son temps libre dans les Abruzzes, avec de la nourriture et des visites de vignobles dans les Abruzzes. Ici vous trouverez la liste complète des hébergements dans les Abruzzes: Hôtels Abruzzes, dans les Abruzzes Appartements, Bed & Breakfast dans les Abruzzes, campings Abruzzes, villages de vacances dans les Abruzzes, maisons de vacances dans les Abruzzes Hébergement Agro-tourisme dans les Abruzzes Plus , l'IAT - Office du Tourisme dans les Abruzzes Abruzzes IAT, Pro-loco dans les Abruzzes d'information touristique sur les agences de la région des Abruzzes Abruzzes tourisme des informations sur les Guides de Voyage utiles et des offres hôtel dans les Abruzzes. Information sur les services dans les Abruzzes, des informations d'intérêt général sur la région des Abruzzes, des informations touristiques sur la région des Abruzzes Météo dans les Abruzzes Abruzzes Proloco.

L’Abruzzo si trova all’incirca al centro della penisola italiana, ad una latitudine corrispondente a quella del medio e basso Lazio, con il quale confina ad occidente. A Nord i confini della Regione toccano le Marche, ad Est il mare Adriatico, a Sud e Sud-Est il Molise. Copre una superficie di 10.794 Kmq ripartita in quattro province: L’Aquila, Chieti, Pescara e Teramo, con una popolazione vicina al milione e trecentomila.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu