Giulianova e i suoi scrittori. La nuova pubblicazione di: Marroni Aldo - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Giulianova e i suoi scrittori. La nuova pubblicazione di: Marroni Aldo

Giulianova > Storici & Scrittori > Marroni Aldo
 
La rassegna delle pubblicazioni di opere librarie da Scrittori & Storici di Giulianova
 
Indice Storici & Scrittori giuliesi - Aldo Marroni
 p u b b l i c a z i o n e 

L'arte dei simulacri.
Il dèmone estetico di Pierre Klossowski
a cura di Aldo Marroni
Finito di stampare nel 2009 - MilanoCosta & Nolan, costland editori s.r.l.

La complicità tra arte e simulacro costituisce un aspetto irrinunciabile della ricerca letteraria, filosofica ed estetica di Pierre Klossowski. La produzione di grandi tableaux vivants è l’esito ineluttabile di un sentire spinto all’estremo cui Klossowski non riesce a sottrarsi.
L’arte, dice Nietzsche, è un “errore voluto” per questo la sua divulgazione può essere affidata soltanto ad un “costruttore di simulacri”.

L’invocazione di Nietzsche “A noi i bei simulacri!” suona per Pierre Klossowski come un invito e una sfida sia sul piano letterario sia su quello artistico. Per Nietzsche, su cui il filosofo francese ha scritto un magistrale lavoro dal titolo Nietzsche e il circolo vizioso, l’arte è un “errore voluto”, una impostura con il potere di farci sopportare l’insensatezza della vita. Per tale motivo ogni “demistificazione” deve essere interpretata come una pressante chiamata a “mistificare” meglio. Il simulacro, la cui rinnovata presenza nel dibattito filosofico ed estetico contemporaneo si deve proprio a Klossowski, è l’espressione sfrontata del falso che si propone come tale, è l’enigma di un processo artistico nel quale la rappresentazione è rimasta in sospeso. Il “monomane” Klossowski, il “costruttore di simulacri” a causa del suo sentire eccessivo, non riesce a sottrarsi alla necessità di divulgare un nucleo pulsionale insondabile il cui sigillo, però, è di essere insignificante. Per questo, il “doppio gioco” cui ci introduce la nozione di simulacro può essere portato a compimento solo con “l’arte dei simulacri”.

Nota editoriale
Il presente volume ripropone, dopo una globale e profonda rivisitazione stilistica e filosofica, quattro lavori già apparsi in altre occasioni. Segnata- mente si tratta di Klossowski e la comunicazione artistica, stampato dal Centro Internazionale Studi di Estetica di Palermo in un volumetto fuori commercio della collana “Aesthetica preprint” (n.39-l993) e dei testi introduttivi a P. Klossowski, Simulacra (Milano, Mimesis, 2001), Il Mago del Nord (Milano, Mimesis, 2001) e a La Moneta vivente (Milano, Mimesis, 2008). Ringrazio il prof. Luigi Russo, presidente del Centro Internazionale studi di Estetica e l’editore Mimesis per avermi accordato il permesso di ripubblicare gli scritti sopra citati.
L’autore ha voluto rimetterli in circolazione sia per fornire un quadro più completo ed omogeneo del lavoro artistico svolto da Pierre Klossowski, sia per confutare quelle letture che hanno voluto farne un banale illustratore della sua stessa opera letteraria.
Aldo Marroni (Giulianova 1952) è autore di: Klossowski (Pescara, Tracce, 1990); Klossawski e la coomunicazione artistica (Palermo, Aesthetica preprint, 1993); Filosofie dell’intensità (Milano, Mimesis, 1997); Klossowoski. Sessualità, vizio e complotto nella filosofia (Milano, Costa e Nolan, 1999); Inestetiche. Desoggettivazione e conflitto nel sentire contemporaneo (Pescara, Tracce, 1999); L'enigma dell'impuro (Roma, Carocci editore, 2007); Pierre Klossowski - La moneta vivente (Milano, Mimesis Edizioni, 2008); L'arte dei simulacri (Milano, Costa & Nolan, 2009); Muse ribelli - Complicità e conflitto nel sentire al femminile (ombre corte 2012); Estetiche dell’eccesso - Quando il sentire estremo diventa «grande stile» (Quodlibet Edizioni, Macerata 2012, pp.172); La decivilizzazione estetica della società. Sul sentire neo-cinico, Bruno Mondatori, Milano 2014.
Biblioteche a Giulianova

Biblioteca civica “Vincenzo Bindi”
Corsa Garibaldi, 14 - tel. 085/8003395 Giulianova Città
Numero dei volumi catalogati: 23.000
Settori: abruzzesistica, libri antichi, arte, filosofia, emeroteca
Lasciti: Bindi (opere generali) - De Lucia (abruzzesistica) - Mercante (filosofia)
Orario: 9-12; 15-18,30; sabato 9-12,30


Biblioteca del Centro Culturale “San Francesco”
Piccola Opera Charitas
Via Ruetta Scarafoni, 3 - Giulianova Città - tel. 085/8003677
Numero dei volumi catalogati: 12.000
Settori: emeroteca, storia, filosofia, letteratura, storia delle religioni e della Chiesa
Orario: 8-20


Centro Servizi Culturali della Regione Abruzzo
Via I. Nievo, 6 - Tel. 0858003508 - Fax 08580027108
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, dalle 15 alle 18 (orario invernale) e dalle 16 alle 19 (orario estivo); sabato dalle 9 alle 12.
Il Centro di Servizi Culturali della Regione Abruzzo, istituito con L.R. 6 Luglio 1978 N. 35, opera nei territori comunali di Giulianova, Roseto, Mosciano Sant’Angelo, Bellante, Morro D'Oro e svolge promozione culturale concorrendo alla formazione ed alla realizzazione della persona umana mediante una effettiva partecipazione alla vita della comunità del comprensorio.


Biblioteca Padre Candido “Donatelli”
Inaugurata il 27 maggio del 1995, la Biblioteca “P. Candido Donatelli” è riuscita progressivamente a ritagliarsi un ruolo assolutamente rilevante nella realtà culturale non solo giuliese. L’attivismo e l’entusiasmo degli operatori della quarta biblioteca cittadina (Direttore dott. Sandro Galantini; bibliotecari dott. Piera Fagnani e Alfonso Di Felice) hanno fatto sì che la raffinatissima struttura, fortemente voluta dall’allora Superiore del Convento dei Cappuccini P. Serafino Colangeli, divenisse un punto di riferimento importante per studenti, operatori culturali e studiosi non solamente locali.
Orario biblioteca:dal lunedì al venerdì con orario 10-13 e 15-19; il sabato dalle 10 alle 13.

Giulianova, la Posillipo d'Abruzzo

Giulianova (Te) Abruzzo - Italy. Gli ingredienti sono quelli classici dell’Abruzzo più bello: spiagge tranquille, immensa e pulita sabbia, dolci colline immerse in verde ecologico che offrono una panoramica su un mare dai mille colori. Su una di queste colline e sul suo declivio è situata Giulianova Paese con la sua allegria, con i suoi musei,  monumenti, pinacoteche e biblioteche, chiese e santuari, il suo verde, il suo mareQuesta località balneare oltre a sottolineare ciò che di Giulianova è giustamente noto, permette al turista e al residente, di scoprire molte prospettive ancora poco conosciute.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu