Giulianova e i suoi scrittori. La nuova pubblicazione di: Conte Cesare - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Giulianova e i suoi scrittori. La nuova pubblicazione di: Conte Cesare

Giulianova > Storici & Scrittori > Conte Cesare
 
La rassegna delle pubblicazioni di opere librarie da Scrittori & Storici di Giulianova
 
Indice Storici & Scrittori giuliesi - Marcello Cesare Conte
 p u b b l i c a z i o n e 

Il calcio a Giulianova dalle origini al 1960, cura di Sandro Galantini.
Testi di:
Cesare Marcello Conte, Walter De Berardinis e Sandro Galantini.
Finito di stampare nel mese di maggio 2004 da Media Mosciano S.A. - Paolo De Siena Editore -

Prefazione di Piero Bianchi
Ho visto la mia prima partita del Gulianova nel 1969. Avevo 11 anni ed ero grato a mio padre per avermi portato finalmente al campo: fino a quel momento il calcio "vero", non quello di noi bambini o dei tornei dei bar, l’avevo visto solo in televisione. Il Fadini era assai diverso da oggi, col fondo in terra battuta e le vecchie porte coi pali quadrati. Fu sufficiente una partita ad innamorarmi della squadra con le maglie a strisce gialle e rosse, una passione che divenne addirittura predominante su quella (ahimé!) coltivata dal '65 per la grande Inter di papà Moratti ed Helenio Herrera. Il campionato successivo al mio "esordio", nel libro ne troverete vari riferimenti, fu quello dell’indimenticabile promozione in serie C. Ma io, bloccato a casa dalla febbre, non vidi la storica partita col Bellaria che sancì la promozione...
Oggi non posso che essere felice per la pubblicazione di questa "Storia del calcio giuliese " dalle origini al 1960: il volume copre quasi per intero il periodo del quale io e quelli della mia età non siamo stati testimoni diretti, ma abbiamo "orecchiato" nomi, ascoltato racconti, rivissuto leggende. Sono sincero: quando l’amico e collega Sandro Galantini, tempo fa, mi aveva annunciato che stava lavorando ad una storia del calcio, ho avuto un moto di scetticismo. Compito arduo, pensavo, materia troppo difficile da ricostruire ed interpretare. Avevo sottovalutato le doti di Sandro, che pure conoscevo come storico di razza e prosatore sopraffino. E non sapevo dei suoi due compagni d'avventura: patrimonio prezioso per la riuscita dell’opera sarebbero state la memoria storica di Cesare Marcello Conte, maestro di giuliesità, insuperabilmente arguto ed efficace nel ricordare storie, personaggi, aneddoti, e la sapienza statistica di Walter De Berardinis, certosino nel suo lavoro di ricostruzione dei dati e delle cifre. Ne è venuto fuori un libro piacevole da sfogliare, bellissimo da leggere, ricco di testimonianze anche inedite. Per la collana di Paolo De Siena, editore giovane ma lungimirante, sarà un altro successo. La "Storia del calcio giuliese" non può mancare nella biblioteca dei calciofili di tutte le età: sarà divorato dai giovanissimi, da chi ha conosciuto i "lupi" giallorossi solo dopo quella linea di demarcazione dell’anno 1960, ma anche da chi quegli anni ruggenti e pionieristici li ha vissuti in prima persona. Il volume colma una lacuna importante, giacché non si ha notizia di altre opere simili sul calcio giuliese. Ma al contempo ne apre un'altra, perché adesso gli autori ‑ovviamente!‑ saranno chiamati a scrivere la storia dal 1960 ai giorni nostri. Lo faranno, ne sono certo, con la consueta passione e inappuntabile rigore storico. In quanto a me, se a costo di scappare di casa una partita come Giulianova‑Bellaria non me la  perderei mai. Nemmeno con la febbre alta.
Biblioteche a Giulianova

Biblioteca civica “Vincenzo Bindi”
Corsa Garibaldi, 14 - tel. 085/8003395 Giulianova Città
Numero dei volumi catalogati: 23.000
Settori: abruzzesistica, libri antichi, arte, filosofia, emeroteca
Lasciti: Bindi (opere generali) - De Lucia (abruzzesistica) - Mercante (filosofia)
Orario: 9-12; 15-18,30; sabato 9-12,30


Biblioteca del Centro Culturale “San Francesco”
Piccola Opera Charitas
Via Ruetta Scarafoni, 3 - Giulianova Città - tel. 085/8003677
Numero dei volumi catalogati: 12.000
Settori: emeroteca, storia, filosofia, letteratura, storia delle religioni e della Chiesa
Orario: 8-20


Centro Servizi Culturali della Regione Abruzzo
Via I. Nievo, 6 - Tel. 0858003508 - Fax 08580027108
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, dalle 15 alle 18 (orario invernale) e dalle 16 alle 19 (orario estivo); sabato dalle 9 alle 12.
Il Centro di Servizi Culturali della Regione Abruzzo, istituito con L.R. 6 Luglio 1978 N. 35, opera nei territori comunali di Giulianova, Roseto, Mosciano Sant’Angelo, Bellante, Morro D'Oro e svolge promozione culturale concorrendo alla formazione ed alla realizzazione della persona umana mediante una effettiva partecipazione alla vita della comunità del comprensorio.


Biblioteca Padre Candido “Donatelli”
Inaugurata il 27 maggio del 1995, la Biblioteca “P. Candido Donatelli” è riuscita progressivamente a ritagliarsi un ruolo assolutamente rilevante nella realtà culturale non solo giuliese. L’attivismo e l’entusiasmo degli operatori della quarta biblioteca cittadina (Direttore dott. Sandro Galantini; bibliotecari dott. Piera Fagnani e Alfonso Di Felice) hanno fatto sì che la raffinatissima struttura, fortemente voluta dall’allora Superiore del Convento dei Cappuccini P. Serafino Colangeli, divenisse un punto di riferimento importante per studenti, operatori culturali e studiosi non solamente locali.
Orario biblioteca:dal lunedì al venerdì con orario 10-13 e 15-19; il sabato dalle 10 alle 13.

Giulianova, la Posillipo d'Abruzzo

Giulianova (Te) Abruzzo - Italy. Gli ingredienti sono quelli classici dell’Abruzzo più bello: spiagge tranquille, immensa e pulita sabbia, dolci colline immerse in verde ecologico che offrono una panoramica su un mare dai mille colori. Su una di queste colline e sul suo declivio è situata Giulianova Paese con la sua allegria, con i suoi musei,  monumenti, pinacoteche e biblioteche, chiese e santuari, il suo verde, il suo mareQuesta località balneare oltre a sottolineare ciò che di Giulianova è giustamente noto, permette al turista e al residente, di scoprire molte prospettive ancora poco conosciute.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu