Giulianova e i suoi scrittori. La nuova pubblicazione di: Contaldi Francesco - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Giulianova e i suoi scrittori. La nuova pubblicazione di: Contaldi Francesco

Giulianova > Storici & Scrittori > Contaldi Francesco
 
La rassegna delle pubblicazioni di opere librarie da Scrittori & Storici di Giulianova
 
Indice Storici & Scrittori giuliesi - Francesco Contaldi
 p u b b l i c a z i o n e 

Arte Giuliese, a cura di Francesco Contaldi
Collana  "STORIE". Finito di stampare nel mese di ottobre 2004 da "Media" editoria, grafica e stampa, Mosciano S.A. (TE) per conto del Centro di Servizi Culturali della Regione Abruzzo - Via I. Nievo, 6.

Perché “Arte Giuliese”?
di Aldo Marroni
La decisione di promuovere la ristampa del singolare volumetto dal titolo Arte Giuliese di Francesco Contaldi (Popoli, 28 ottobre 1865 — Sulmona, 28 aprile 1903), uscito nel 1894, in concomitanza con l’erezione del monumento a Vittorio Emanuele II, opera di Raffaello Pagliaccetti, ha almeno tre motivazioni. La prima è quella di aprire un dibattito tra la cultura artistica operante a Giulianova e la Città, con il fine esclusivo di portare un contributo alla valorizzazione di quegli aspetti artistici e monumentali del Centro Storico che ancora attendono un convinto interessamento da parte di tutte le istituzioni. La seconda sta nel tentativo di portare all’attenzione dei lettori e degli studiosi uno scrittore di alto profilo (ne hanno ultimamente parlato Leo Marchetti in un attento e inaugurale studio dal titolo Francesco Conraldi traduttore e poeta, stampato in questo stesso annale nel 1998, e Anna Rita Savino nel lavoro Francesco Contaldi tra cultura ed editoria, accolto nel volume a cura di Gianni Oliva, Giornali e Riviste in Abruzzo tra Otto e Novecento, Roma, Bulzoni, 1999), traduttore di poeti nordici tra i quali Longfellow, Tennyson, Coleridge, poeta raffinato egli stesso e cultore d’arte, infine promotore e editore di ricercati periodici letterari quali il “Doctor Faust”(1885). la “Rivista Minima” (1888) e la “Rassegna Adriatica” (1900). Contaldi visse e svolse la sua attività letteraria e professionale a Giulianova di cui era innamorato. Nella “Posillipo degli Abruzzi” (così la chiamò Vincenzo Bindi in un fortunato libretto del 1927) egli fu notaio, vice pretore. consigliere comunale e direttore della banca mandamentale (per notizie più dettagliate e per una bibliografia completa si rinvia alla corrispondente voce dell’opera di R. Aurini. Dizionario bibliografico della Gente d’Abruzzo, nuova edizione, Colledara, Andromeda Editrice, 2002, vol.II, pp.195-205). Terza ed ultima motivazione: dopo la mostra dal titolo “Immagini di città” (Sala Trevisan, 6-30 giugno 2004), promossa da pittori esclusivamente giuliesi, è sembrato utile continuare la discussione aperta da quell’evento ripubblicando l’opera di Contaldi, che costituisce un contributo da non sottovalutare (anche se il testo è percorso da un’enfasi oggi non condivisibile, ma all’epoca giustificata) rispetto a una problematica (appunto, l’arte a Giulianova e non “giuliese”) nella quale è assolutamente opportuno evitare ogni forma di celebrazione ed è invece necessario conoscere meglio ciò che dai grandi centri dell’arte è filtrato fino a Giulianova attraverso delle figure emblematiche, queste sì giuliesi, vissute tra Ottocento e Novecento, di cui si spera di poter compilare in un futuro non molto lontano un catalogo completo.
Per chiudere un particolare ringraziamento va a Ludovico Raimondi (Scrittore e Responsabile del Polo Museale Civico) e a Francesco Tentarelli (Critico d’arie e Direttore Tecnico-Scientifico del Polo Museale Civico), per aver contribuito con i loro scritti alla piena comprensione di Arte Giuliese.

 Francesco Contaldi nacque a Popoli il 28 ottobre 1865 e scomparve giovanissimo a Sulmona il 28 aprile 1903. Visse a Giulianova, di cui era innamorato, ove svolse la professione di notaio. Fu inoltre Vice Pretore, consigliere comunale e direttore della banca mandamentale. Il suo nome, tuttavia, è legato soprattutto alla sua inesauribile attività di promotore culturale e letterario, nonché alla sua vasta produzione di opere in poesia e saggistica, tra cui Arte Giuliese, che pubblicò nel 1894, in occasione dell’erezione del monumento a Vittorio Emanuele II. Fondò i giornali letterari Doctor Faust (1885), la Rivista minima (1888) e la Rassegna Adriatica (1900), tutti stampati a Giulianova. Tradusse le opere di molti poeti nordici tra cui Longfellow, Tennyson, Coleridge, ed egli stesso fu poeta raffinatissimo e di vasta cultura.
Biblioteche a Giulianova

Biblioteca civica “Vincenzo Bindi”
Corsa Garibaldi, 14 - tel. 085/8003395 Giulianova Città
Numero dei volumi catalogati: 23.000
Settori: abruzzesistica, libri antichi, arte, filosofia, emeroteca
Lasciti: Bindi (opere generali) - De Lucia (abruzzesistica) - Mercante (filosofia)
Orario: 9-12; 15-18,30; sabato 9-12,30


Biblioteca del Centro Culturale “San Francesco”
Piccola Opera Charitas
Via Ruetta Scarafoni, 3 - Giulianova Città - tel. 085/8003677
Numero dei volumi catalogati: 12.000
Settori: emeroteca, storia, filosofia, letteratura, storia delle religioni e della Chiesa
Orario: 8-20


Centro Servizi Culturali della Regione Abruzzo
Via I. Nievo, 6 - Tel. 0858003508 - Fax 08580027108
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, dalle 15 alle 18 (orario invernale) e dalle 16 alle 19 (orario estivo); sabato dalle 9 alle 12.
Il Centro di Servizi Culturali della Regione Abruzzo, istituito con L.R. 6 Luglio 1978 N. 35, opera nei territori comunali di Giulianova, Roseto, Mosciano Sant’Angelo, Bellante, Morro D'Oro e svolge promozione culturale concorrendo alla formazione ed alla realizzazione della persona umana mediante una effettiva partecipazione alla vita della comunità del comprensorio.


Biblioteca Padre Candido “Donatelli”
Inaugurata il 27 maggio del 1995, la Biblioteca “P. Candido Donatelli” è riuscita progressivamente a ritagliarsi un ruolo assolutamente rilevante nella realtà culturale non solo giuliese. L’attivismo e l’entusiasmo degli operatori della quarta biblioteca cittadina (Direttore dott. Sandro Galantini; bibliotecari dott. Piera Fagnani e Alfonso Di Felice) hanno fatto sì che la raffinatissima struttura, fortemente voluta dall’allora Superiore del Convento dei Cappuccini P. Serafino Colangeli, divenisse un punto di riferimento importante per studenti, operatori culturali e studiosi non solamente locali.
Orario biblioteca:dal lunedì al venerdì con orario 10-13 e 15-19; il sabato dalle 10 alle 13.

Giulianova, la Posillipo d'Abruzzo

Giulianova (Te) Abruzzo - Italy. Gli ingredienti sono quelli classici dell’Abruzzo più bello: spiagge tranquille, immensa e pulita sabbia, dolci colline immerse in verde ecologico che offrono una panoramica su un mare dai mille colori. Su una di queste colline e sul suo declivio è situata Giulianova Paese con la sua allegria, con i suoi musei,  monumenti, pinacoteche e biblioteche, chiese e santuari, il suo verde, il suo mareQuesta località balneare oltre a sottolineare ciò che di Giulianova è giustamente noto, permette al turista e al residente, di scoprire molte prospettive ancora poco conosciute.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu