Giulianova e i suoi scrittori. La nuova pubblicazione di: Bindi Vincenzo - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Giulianova e i suoi scrittori. La nuova pubblicazione di: Bindi Vincenzo

Giulianova > Storici & Scrittori > Bindi Vincenzo
 
La rassegna delle pubblicazioni di opere librarie da Scrittori & Storici di Giulianova
 
Indice Storici & Scrittori giuliesi - Vincenzo Bindi
 p u b b l i c a z i o n e 

DA POSILLIPO A GIULIANOVA
Quando nel 1927 Vincenzo Bindi portò a compimento la piccola monografia dedicata a Giulianova, da pubblicare nella collana “Le cento Città d’Italia” dell’Editore Sonzogno di Milano, era ormai in età avanzata.

Giulianova: La Posillipo degli Abruzzi, a cura di Vincenzo Bindi.
Ristampa del 1992 a cura della "Galleria d'Arte Moderna" di Carla Limoncelli & C. sas.  

Sarebbe scomparso l’anno successivo, a Napoli, dopo una breve malattia. La sua attività di scrittore d ‘arte e di storia era iniziata circa cinquant‘anni prima, sempre a Napoli, stimolato dal suocero Consalvo Carelli, maestro della cosiddetta “Scuola di Posillipo”. Bindi, evidentemente, per quell’immagine pittorica prevalente a Posillipo, tutta tesa ad illustrare il paesaggio e le vedute del territorio napoletano, aveva conservato fino agli ultimi suoi anni un particolare amore. E non è privo di significato — alla luce di questo suo sentimento — il titolo che egli scelse per il libretto sulla sua città natale "Giulianova: Posillipo degli Abruzzi". Vi echeggiano, nell’equivalenza proposta da Bindi, due tesi: da una parte la visione idealizzata (ma storicamente fondata) di Castrum Novum; dall’altra, nell’accostamento tra Giulianova e Posillipo, è posto un più sotterraneo rapporto tra l’Abruzzo e Napoli. La sua città natale è intesa come un pezzo di Napoli, per l’amenità del clima e le bellezze naturali.
Ripubblicare a distanza di sessantacinque anni l’opera di Bindi ha un senso tutto particolare, poiché tende a vivificare un immagine della nostra Città che è andata purtroppo perduta, ma che è ancora ripristinabile con uno sforzo collettivo centrato soprattutto sulla valorizzazione del centro Storico, a cui Bindi si riferiva nel 1927 e dal quale rimirava la marina.
Su questa strada l’Amministrazione comunale si è incamminata da diversi anni, con iniziative che tendono a favorire la rinascita sociale, economica ed urbanistica del centro Storico.
La mostra dal titolo “Giulianova nell‘Ottocento”, inaugurata nell‘estate del 1984 (anche in quella occasione ristampammo il libretto di Bindi) era nata proprio come momento di riflessione e di stimolo per tutti i giuliesi e in primo luogo per il comune.
Le iniziative di “Città Alta/città d’Arte” degli ultimi anni rappresentano, inoltre, la continuità di quell’impegno teso a valorizzare le potenzialità del nostro centro Storico, partendo proprio dalle presenze artistiche e storiche in esso contenute.
Voglio, infine, rivolgere un ringraziamento sincero a Pasquale Limoncelli, ideatore della ristampa, infaticabile animatore culturale, a cui si deve la presenza qui a Giulianova di numerose personalità dell’arte contemporanea.
 Giulianova, 12 marzo 1992
Biblioteche a Giulianova

Biblioteca civica “Vincenzo Bindi”
Corsa Garibaldi, 14 - tel. 085/8003395 Giulianova Città
Numero dei volumi catalogati: 23.000
Settori: abruzzesistica, libri antichi, arte, filosofia, emeroteca
Lasciti: Bindi (opere generali) - De Lucia (abruzzesistica) - Mercante (filosofia)
Orario: 9-12; 15-18,30; sabato 9-12,30


Biblioteca del Centro Culturale “San Francesco”
Piccola Opera Charitas
Via Ruetta Scarafoni, 3 - Giulianova Città - tel. 085/8003677
Numero dei volumi catalogati: 12.000
Settori: emeroteca, storia, filosofia, letteratura, storia delle religioni e della Chiesa
Orario: 8-20


Centro Servizi Culturali della Regione Abruzzo
Via I. Nievo, 6 - Tel. 0858003508 - Fax 08580027108
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, dalle 15 alle 18 (orario invernale) e dalle 16 alle 19 (orario estivo); sabato dalle 9 alle 12.
Il Centro di Servizi Culturali della Regione Abruzzo, istituito con L.R. 6 Luglio 1978 N. 35, opera nei territori comunali di Giulianova, Roseto, Mosciano Sant’Angelo, Bellante, Morro D'Oro e svolge promozione culturale concorrendo alla formazione ed alla realizzazione della persona umana mediante una effettiva partecipazione alla vita della comunità del comprensorio.


Biblioteca Padre Candido “Donatelli”
Inaugurata il 27 maggio del 1995, la Biblioteca “P. Candido Donatelli” è riuscita progressivamente a ritagliarsi un ruolo assolutamente rilevante nella realtà culturale non solo giuliese. L’attivismo e l’entusiasmo degli operatori della quarta biblioteca cittadina (Direttore dott. Sandro Galantini; bibliotecari dott. Piera Fagnani e Alfonso Di Felice) hanno fatto sì che la raffinatissima struttura, fortemente voluta dall’allora Superiore del Convento dei Cappuccini P. Serafino Colangeli, divenisse un punto di riferimento importante per studenti, operatori culturali e studiosi non solamente locali.
Orario biblioteca:dal lunedì al venerdì con orario 10-13 e 15-19; il sabato dalle 10 alle 13.

Giulianova, la Posillipo d'Abruzzo

Giulianova (Te) Abruzzo - Italy. Gli ingredienti sono quelli classici dell’Abruzzo più bello: spiagge tranquille, immensa e pulita sabbia, dolci colline immerse in verde ecologico che offrono una panoramica su un mare dai mille colori. Su una di queste colline e sul suo declivio è situata Giulianova Paese con la sua allegria, con i suoi musei,  monumenti, pinacoteche e biblioteche, chiese e santuari, il suo verde, il suo mareQuesta località balneare oltre a sottolineare ciò che di Giulianova è giustamente noto, permette al turista e al residente, di scoprire molte prospettive ancora poco conosciute.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu