Giulianova e i suoi scrittori. La nuova pubblicazione di: Bindi Vincenzo - Abruzzo... una regione da vivere e... da scoprire.

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Giulianova e i suoi scrittori. La nuova pubblicazione di: Bindi Vincenzo

Giulianova > Storici & Scrittori > Bindi Vincenzo
 
La rassegna delle pubblicazioni di opere librarie da Scrittori & Storici di Giulianova
 
Indice Storici & Scrittori giuliesi - Vincenzo Bindi
 p u b b l i c a z i o n e 

PREFAZIONE
ANGELO ANTONIO COSIMO DE BARTOLOMEI fu uomo di buone lettere e di non comune valore nelle istoriche ed archeologiche discipline. 

L’ AGRO CASTRENSE
LA PORTA DELL’ ANTICO TEMPIO
DI SANTA MARIA A MARE OGGI ANNUNZIATA PRESSO GIULIANOVA CON LE SUE SCULTURE SIMBOLICHE MEMORIA ARCHEOLOGICA ED ILLUSTRAZIONE DI ANGELO ANTONIO COSIMO DE BARTOLOMEI.
Scritta nel 1839 adora pubblicata a cura del nipote Ingegnere GAETANO DE BARTOLOMEI
DAL Professore VINCENZO BINDI ACCADEMICO PONTANIANO ETC. CON QUATTRO TAVOLE FOTOGRAFICHE.
NAPOLI, R. Stabilimento Tipografico del Cav. Francesco Giannini - Via Cisterna dell'Olio 4 a 7, 1881.

Nato nel gennaio del 1788 a Giulianova (Abruzzo Ulteriore I) da’ nobili Biagio de Bartolomei ed Annantonia Albj, ed ivi morto nel novembre del 1862, spese tutta la sua lunga ed onorata vita in servigio del proprio paese e degli studii; e seppe congiungere alla cultura della mente, squisita gentilezza di animo, bontà di cuore e rara modestia. Tenne ufficii altissimi: fu Consigliere della Provincia di Teramo fin dal 1832; Socio Corrispondente della Reale Società Economica, e membro dell’Accademia Truentina di Ascoli Piceno, degli Erranti di Fermo, della Pontificia Accademia di Scienze e Belle Lettere di Roma, della Colonia Erculeo—Cimino, e dell’Aternina de’ Velati. Visse onorato dalla stima e dall’amicizia degli uomini più illustri delle nostre Provincie e d’Italia, fra i quali mi piace ricordare il Duca Litta di Milano. Melchiorre Delfico, il Conte di Longano, Costantini di Teramo, Carlo Franchi. Giuseppe de Vincenzi, poi senatore del Regno e Ministro, Raffaele de Minicis, Riario Sforza, e, volendo tacere di tanti altri, l’illustre Carlo Troya, il quale si giovò non poco dell’opera del de Bartolomei, e ne ricorda con encomio il nome nel Codice Diplomatico Longobardo. Per l’ingegno arguto e festivo, per la svariata erudizione e la semplicità de’ modi fu amato e stimato da quanti lo conobbero.
L’ingegnere Gaetano de Bartolomei, al quale mi legano vincoli di vivo affetto e di amicizia sincera, volle onorare la memoria ed il nome dell’egregio e chiaro zio, innalzandogli un superbo marmoreo Monumento nella Cappella gentilizia, di squisite forme architettoniche, appositamente eretta nella maggiore piazza di Giulianova; monumento davvero insigne dovuto all’ingegno del valente scultore, mio concittadino, Prof. RAFFAELE PALLIACCETTI, del quale noi avremo a discorrere non brevemente nel nostro libro, di prossima pubblicazione, intorno agli “ARTISTI ABRUZZESI: Il compianto dall’Ongaro dettava la bella epigrafe che si legge nel mausoleo.
Molte opere edite ed inedite lasciò il de Bartolomei , che oggi vengono gelosamente custodite dal nipote di lui Gaetano. Noi crediamo di rendere un servigio alla Storia patria pubblicando qui, per la prima volta, delle opere medesime l’elenco completo, perchè solo così si potrà un giorno attendere con esattezza e profitto ad un lavoro di bibliografia de nostri illustri Scrittori Abruzzesi, lavoro che non lasci nulla a desiderare. […]
   Capua, 20 novembre 1881
                                                  Prof. Vincenzo Bindi
Biblioteche a Giulianova

Biblioteca civica “Vincenzo Bindi”
Corsa Garibaldi, 14 - tel. 085/8003395 Giulianova Città
Numero dei volumi catalogati: 23.000
Settori: abruzzesistica, libri antichi, arte, filosofia, emeroteca
Lasciti: Bindi (opere generali) - De Lucia (abruzzesistica) - Mercante (filosofia)
Orario: 9-12; 15-18,30; sabato 9-12,30


Biblioteca del Centro Culturale “San Francesco”
Piccola Opera Charitas
Via Ruetta Scarafoni, 3 - Giulianova Città - tel. 085/8003677
Numero dei volumi catalogati: 12.000
Settori: emeroteca, storia, filosofia, letteratura, storia delle religioni e della Chiesa
Orario: 8-20


Centro Servizi Culturali della Regione Abruzzo
Via I. Nievo, 6 - Tel. 0858003508 - Fax 08580027108
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, dalle 15 alle 18 (orario invernale) e dalle 16 alle 19 (orario estivo); sabato dalle 9 alle 12.
Il Centro di Servizi Culturali della Regione Abruzzo, istituito con L.R. 6 Luglio 1978 N. 35, opera nei territori comunali di Giulianova, Roseto, Mosciano Sant’Angelo, Bellante, Morro D'Oro e svolge promozione culturale concorrendo alla formazione ed alla realizzazione della persona umana mediante una effettiva partecipazione alla vita della comunità del comprensorio.


Biblioteca Padre Candido “Donatelli”
Inaugurata il 27 maggio del 1995, la Biblioteca “P. Candido Donatelli” è riuscita progressivamente a ritagliarsi un ruolo assolutamente rilevante nella realtà culturale non solo giuliese. L’attivismo e l’entusiasmo degli operatori della quarta biblioteca cittadina (Direttore dott. Sandro Galantini; bibliotecari dott. Piera Fagnani e Alfonso Di Felice) hanno fatto sì che la raffinatissima struttura, fortemente voluta dall’allora Superiore del Convento dei Cappuccini P. Serafino Colangeli, divenisse un punto di riferimento importante per studenti, operatori culturali e studiosi non solamente locali.
Orario biblioteca:dal lunedì al venerdì con orario 10-13 e 15-19; il sabato dalle 10 alle 13.

Giulianova, la Posillipo d'Abruzzo

Giulianova (Te) Abruzzo - Italy. Gli ingredienti sono quelli classici dell’Abruzzo più bello: spiagge tranquille, immensa e pulita sabbia, dolci colline immerse in verde ecologico che offrono una panoramica su un mare dai mille colori. Su una di queste colline e sul suo declivio è situata Giulianova Paese con la sua allegria, con i suoi musei,  monumenti, pinacoteche e biblioteche, chiese e santuari, il suo verde, il suo mareQuesta località balneare oltre a sottolineare ciò che di Giulianova è giustamente noto, permette al turista e al residente, di scoprire molte prospettive ancora poco conosciute.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu